Vesti la giubba testi, traduzione, storia e altro ancora

Nel finale del primo atto dell'indimenticabile opera in due atti di Ruggiero Leoncavallo, Pagliacci, Canio, un clown e leader di un gruppo itinerante di artisti, ha appena scoperto che sua moglie ha una relazione. Nonostante i personaggi distaccati e sciocchi che interpreta nella sua compagnia di attori, Canio è una persona molto seria e altamente protettiva nei confronti della moglie. Dopo una delle loro esibizioni, Canio e alcuni altri membri del cast escono a bere in festa. Quando la moglie di Canio, Nedda, rifiuta e resta con un altro membro del cast, Tonio, qualcuno scherza dicendo che è rimasta lì per farsi sedurre da lui. Canio si infuria e li rimprovera sul posto. Crede che sua moglie sia fedele e non permetterà a nessuno di dire diversamente. Mentre beve con il suo amico Beppe, Tonio cerca di sedurre Nedda. Nedda rifiuta le sue avances e lo manda via. Tonio non se ne va, però: si nasconde nelle vicinanze. Qualche istante dopo, Silvio, l'amante di Nedda, la saluta e la convince a fuggire con lui. Tonio torna di corsa all'osteria a dirlo a Canio. Canio si precipita fuori dalla taverna e torna di corsa da Nedda, manca solo il suo amante. Le chiede di rivelare l'identità del suo amante, ma lei rifiuta. Beppe dice a Canio di non fare del male alla moglie e insiste che si preparino per la prossima esibizione. Mentre Canio si mette in costume, canta quest'aria straziante. Per scoprire cosa succede nell'atto successivo, leggi la sinossi di Pagliacci.

Testi italiani

Recitar! Mentre preso dal delirio,
non so più quel che dico,
e quel che faccio!
Eppur è d'uopo, sforzati!
Bah! Sei tu forse un uom?
Tu se' Pagliaccio!
Vesti la giubba e la faccia infarina.
La gente paga, e rider vuole qua.
E se Arlecchin t'invola Colombina,
ridi, Pagliaccio, e ognun applaudirà!
Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto
in una smorfia il singhiozzo e 'l dolor, Ah!
Ridi, Pagliaccio,
sul tuo amore infranto!
Ridi del duol, che t'avvelena il cor!

traduzione inglese

Io declamo! Mentre preso dal delirio,
Non so cosa dico
o quello che sto facendo!
Eppure è necessario, devo sforzarmi!
Bah! Non sei un uomo?
Tu sei Pagliacci (pagliaccio)!

Indossa il costume e applica il trucco sul viso.
Le persone pagano e vogliono ridere.
E se Arlecchino invita via Colombina
ridete, Pagliaccio (clown), e tutti applaudiranno!
Trasforma gli spasmi e le lacrime in battute,
Le lacrime e il dolore in smorfie, Ah!

Laugh, Pagliaccio (clown),
il tuo amore è rotto!
Ridi del dolore, che avvelena il tuo cuore!

Registrazioni consigliate

Digita "Vesti la giubba" su YouTube e troverai pagine dopo pagine di video di questa famosa aria. Senza dubbio, il grande tenore Luciano Pavarotti dominerà le classifiche (e giustamente). Per aiutare a separare il grano dalla pula, di seguito è riportato un elenco delle mie registrazioni e dei miei artisti preferiti.

  • Luciano Pavarotti's "Vesti la giubba" (watch on YouTube)
  • Roberto Alagna's "Vesti la giubba" (watch on YouTube)
  • "Vesti la giubba" di Franco Corelli (guarda su YouTube)
  • "Vesti la giubba" di Peter Lindroos (guarda su YouTube)
  • "Vesti la giubba" di Galliano Masini (guarda su YouTube)

Storia Pagliacci

Leoncavallo iniziò a comporre la sua prima opera, Pagliacci, nel 1890, dopo aver assistito a una rappresentazione dell'opera di Mascagni, Cavalleria Rusticana. Ispirato dal contenuto dell'opera e dalla carriera di successo di Mascagni, Leoncavallo, un compositore poco conosciuto all'epoca, cercò di farsi un nome. Dopo la prima di Pagliacci a Milano il 21 maggio 1892, ottenne grande adorazione da parte del pubblico, ma tiepide risposte da parte della critica. A causa della sua popolarità, l'opera fu rappresentata in Francia diversi anni dopo. Dopo aver letto la traduzione francese, l'autore francese Catulle Mendes ha citato in giudizio Leoncavallo per aver plagiato la sua opera La Femme de Tabarin. Leoncavallo ha affermato di aver basato Pagliacci su eventi accaduti all'interno della sua famiglia quando era bambino. Successivamente, Mendes è stato accusato di aver plagiato un'altra opera, quindi ha abbandonato completamente la causa.

Oggi, data la lunghezza più breve dell'opera, è spesso doppiata con l'opera di Mascagni, Cavalleria Rusticana, grazie in parte alla stagione operistica del Metropolitan Opera di New York del 1893 in cui entrambe le opere furono eseguite insieme. Ora, a più di 100 anni dalla sua creazione, Pagliacci è diventata una delle opere più rappresentate al mondo. Secondo Operabase, compagnia alla quale oltre 700 teatri d'opera riferiscono le loro esibizioni, Pagliacci si è classificato al 20 ° posto nella stagione 2014, essendo stato rappresentato 212 volte.