Vera storia di contatto con un uomo ombra

Una persona ombra è una figura umanoide che percepisci in una macchia d'ombra. Alcuni credono che siano spiriti soprannaturali o esseri extradimensionali.

Tre tipi di incontri con persone ombra

La maggior parte degli incontri con le persone ombra - quelle entità fumose a forma di persona che si muovono nell'oscurità - sono visioni fugaci. Sono visti con la coda dell'occhio, passare rapidamente attraverso un muro o piegarsi dietro un angolo. Potresti chiederti se la spiegazione razionale per questi rapidi scorci è che sono immaginati o solo ombre ordinarie di qualche tipo. Forse sono reali, forse non lo sono.

Un altro tipo di incontro con la persona ombra - un incontro ravvicinato del secondo tipo, per prendere in prestito il sistema di classificazione degli UFO di J. Allen Hynek - è più raro e più avvincente. Il testimone vede l'entità ombra per un lungo periodo, non solo uno sguardo di sfuggita. Potrebbe essere per mezzo minuto, pochi minuti o anche di più. Il testimone spesso può anche rilevare movimenti simili a quelli umani: il sollevamento di un braccio, la rotazione della testa o il camminare. Il testimone guarda abbastanza bene la cosa ed è in grado di descriverla in dettaglio. Molto spesso, queste descrizioni dettagliate costringono il testimone ad attribuire un'intelligenza allo spettro. Non è solo un'ombra, sembra essere un'entità che si muove e addirittura reagisce con uno scopo.

Un incontro con una persona ombra del terzo tipo è ancora più raro: il contatto. In questo caso, il testimone viene effettivamente toccato o è altrimenti influenzato fisicamente dall'entità.

La natura degli esseri ombra

Queste percezioni degli uomini ombra si verificano spesso quando ci si sveglia parzialmente e ci si trova nella fase di paralisi del sonno REM. Sei semi-cosciente ma i tuoi sogni vividi dal sonno REM continuano e puoi sperimentare allucinazioni, incluso il fatto che c'è un intruso nella tua camera da letto. Durante questa fase, non sei in grado di muoverti o parlare, ma i tuoi sensi sembrano essere chiari. I neuroscienziati dicono che almeno il 20 per cento della popolazione sperimenta questi episodi di paralisi del sonno. I ricercatori hanno riprodotto questi sentimenti stimolando un sito nell'emisfero sinistro del cervello.

Quando sei completamente sveglio ma iper-vigile, come quando cammini da solo di notte, potresti avere paura di qualsiasi movimento oscuro e immaginare una minaccia.

Heidi Hollis ha scritto un libro sulle persone ombra, "The Secret War: The Heavens Speak of the Battle", ed è apparso spesso nel programma radiofonico "Coast to Coast AM" di Art Bell per discutere l'argomento. Crede che siano alieni e dà consigli su come tenerli lontani. Le persone ombra sono state l'argomento dei film horror e di un episodio di "Twilight Zone" del 1985.

Un incontro con l'uomo ombra

Michael W. racconta del suo incontro ravvicinato nell'autunno del 1998. Ha molte caratteristiche tipiche, incluso il fatto che le sue percezioni avvenivano quando si svegliava durante la notte. Aveva appena acquistato una casa e aveva passato la giornata a dipingerla prima di trasferirsi. I suoi amici partirono per la notte ma lui decise di dormire su una poltrona a sacco. Si svegliò nel cuore della notte assetato e andò nella cucina buia per un bicchiere d'acqua.

"In quel momento ho avuto la netta sensazione che qualcuno mi stesse guardando. Là in cima alle scale del seminterrato e davanti all'interruttore della luce, ho potuto distinguere distintamente la figura di quello che pensavo fosse automaticamente il mio buon amico Larry." Ha chiamato la figura, che non ha risposto. "Ero ancora assolutamente convinto che stavo guardando una persona vivente. La mia guardia si alzò con le pericolose possibilità di chi poteva essere." Ha tirato fuori il coltello da tasca nel caso avesse bisogno di difendersi.

"Poi, in un istante, l'ombra si è mossa in avanti nella mia direzione. Mi sono lanciata in avanti con il coltello esteso verso l'esterno. Ho visto l'ombra muoversi nel mio braccio come se cercasse deliberatamente di impalarsi sulla mia arma, e continuava ad arrivare!" Urlò e l'entità continuò dritta attraverso il suo corpo.

"Mi voltai con un movimento circolare di 180 gradi. Vidi l'ombra allontanarsi da me a un ritmo quasi tranquillo. Procedeva attraverso la grande cucina, nella sala da pranzo adiacente e infine attraverso il muro che avrebbe condotto all'esterno se fosse stato erano una porta. " Alla fine accese l'interruttore della luce. Ben sveglio adesso, perquisì la casa, non trovò nulla e si rifugiò nel suo vecchio appartamento per il resto della notte.

Non ha mai ripetuto quell'incontro mentre viveva in casa. Da notare, ha detto che si chiedeva se avesse sete a causa dei fumi della vernice. Una spiegazione razionale sarebbe che quelli avrebbero potuto essere un'influenza, così come un episodio di un'allucinazione associata alla paralisi del sonno. Si chiedeva se potesse essere associato all'indirizzo che terminava con 666 e che la casa fosse allineata con il nord magnetico.