Una storia di lesbiche in tv

Lesbiche in TV: una breve storia

Grazie a Showtimes The L Word, le lesbiche hanno finalmente un posto fisso in TV. Per anni è stato raro vedere personaggi gay o lesbiche, soprattutto come clienti abituali di uno spettacolo. Nel 1977 Billy Crystal ha interpretato un uomo gay nello show Soap, ma è solo nel 1991 che una donna bisessuale è apparsa in LA Law.

Recentemente, le reti hanno eseguito spettacoli con baci ragazza-ragazza per aumentare le valutazioni. Ad esempio, nel 2001 Jennifer Aniston e Winona Ryder si sono baciate su Friends durante la settimana di Sweeps. Vedere due donne eterosessuali baciarsi fa bene agli ascolti. Pensa a quanto clamore hanno ricevuto lo sbaciucchiamento di Madonna e Britney Spears.

Ecco una carrellata sulla storia delle lesbiche in televisione.

Il primo personaggio lesbico regolare in un programma televisivo è stato nel 1988. Una serie medica di breve durata, Heartbeat, ha visto come protagonista un'infermiera lesbica (Gail Strickland) che viveva con il suo amante (Gina Hecht).

Fu solo nel 1991 che il piccolo schermo vide il suo primo bacio lesbico. Amanda Donohoe ha interpretato CJ, un avvocato bisessuale di LA Law che ha baciato una collega sulle labbra. I gruppi religiosi e di destra erano in armi.

Ci vollero altri due anni per il prossimo bacio saffico. Ancora più controverso perché coinvolgeva adolescenti, nel 1993 Picket Fences presentava un bacio tra due ragazze in uno spettacolo che dava uno sguardo onesto all'omofobia e all'adolescenza.

Un anno dopo, nel 1994, Rosanne Barr ha baciato Mariel Hemingway nella sua sit-com Rosanne. Rosanne, una sostenitrice dei diritti dei gay, ha combattuto con i dirigenti della rete che volevano cancellare l'episodio.

Nel gennaio 1996, gli spettatori di Friends hanno visto il primo matrimonio lesbico televisivo quando l'ex moglie di Ross, Carol, ha sposato la sua amante Susan. Ross lotta con i suoi sentimenti di perdere sua moglie per una donna, ma alla fine quando i genitori di Carols si rifiutano di partecipare, Ross la accompagna lungo il corridoio.

Il più grande momento lesbico della TV è stato lo show di Ellen Puppy Episode il 30 aprile 1997. Nel tanto pubblicizzato episodio, il personaggio di Ellens, Ellen Morgan, esce allo scoperto insieme alla vera Ellen DeGeneres. Le guest star includevano kd lang, Demi Moore, Laura Dern, come Ellens love interest, Melissa Etheridge, Oprah Winfrey, Gina Gershon, Dwight Yoakam e Billy Bob Thornton.

Forse a causa della polemica e del calo delle valutazioni di Ellens, ci fu un periodo di aridità lesbica per diversi anni. Finalmente nel 1999 Party of Five, riportò sullo schermo l'attrazione ragazza-ragazza con il personaggio di Neve Campbells. Dopo aver lasciato una relazione violenta con un uomo, Julia riprende una scrittrice lesbica più anziana.

Nel 1999 in Ally McBeal, Calista Flockhart e Lucy Liu bloccano le labbra sulla Fox mostrano un palese tentativo di aumentare gli ascolti.

Nel dicembre 2000, Queer as Folk è stato presentato per la prima volta su Showtime. Tra tutte le azioni ragazzo-ragazzo, la coppia lesbica Melanie e Lindsay ha una vita sessuale piuttosto attiva.

Il 2001 ha visto più azione ragazza-ragazza rispetto ai dieci anni precedenti messi insieme. Buffy the Vampire Slayer ha aperto nuovi orizzonti sviluppando una relazione tra le streghe lesbiche Willow e Tara. La cosa unica di Buffy era che i personaggi lesbici rimanevano nello show e non erano solo esaltati per il loro primo bacio sullo schermo.

Sempre nel 2001, vediamo momenti saffico in Friends, con Jennifer Aniston e Winona Ryder e Lisa Kudrow, in Dark Angel, Grosse Pointe, 24, Spin City e ER, quando il dottor Kerry Weaver esce allo scoperto.

Negli anni che seguono, le lesbiche appaiono sempre di più in TV. Dagli spettacoli della polizia Fastlane e The Wire a The Simpsons e All My Children, le lesbiche in TV sono qui per restare. Sebbene Rosie ODonnell abbia aspettato fino alla fine del suo talk show per uscire nel 2002 su Diane Sawyer, lo show di Ellen DeGeneress è uno dei talk show più popolari in televisione ora e lei è il più fuori possibile. Il suo spettacolo è stato nominato per un record di 12 Emmy Awards.

Ovviamente, la vera svolta è Showtimes The L Word, in cui le lesbiche non sono solo relegate a sweep che aumentano le trame secondarie, ma dove le lesbiche e le loro vite e amori sono ritratte in primo piano e al centro, ogni settimana in modo onesto e alquanto realistico .

fonti: Curve Magazine, The Prime Time Closet: A History of Gays and Lesbians in TV di Stephen Tropiano.