Una guida per l’attore alle lacrime e al pianto al momento giusto

Se fossi sfidato a produrre lacrime vere entro i successivi sessanta secondi, potresti farlo?

Produrre fisicamente lacrime autentiche è una delle sfide più difficili per gli attori, specialmente per quelli che si esibiscono dal vivo sul palco. Gli attori usano vari modi per provocare le lacrime.

Trucchi delle lacrime

  1. Lacrime guidate dalla memoria
  2. Se sei come la maggior parte degli esseri umani, probabilmente hai pianto bene, forse mentre guardavi un film triste o forse dopo una rottura. Certo, alcune lacrime vengono prodotte a causa di un dolore o un dolore estremo e, a volte, piangiamo quando sperimentiamo momenti di gioia profonda. Gli attori possono richiamare questi ricordi e produrre lacrime "vere".
  3. Per piangere "lacrime guidate dalla memoria", gli attori devono essere in grado di accedere alle emozioni passate. Durante le prove, ricorda un'intensa esperienza emotiva e poi pronuncia le tue battute. Scegli la memoria giusta per la parte giusta. Trova i modi per collegare le battute del copione con i momenti personali.
  4. Attingi alle tue paure
  5. Alcuni attori non pensano agli eventi reali della loro vita. I ricordi potrebbero non essere sufficienti per una battuta di pianto di successo. Invece, prima e durante la scena, l'attore immagina eventi tragici che non sono mai realmente accaduti, ma che sarebbero devastanti se si verificassero. Alcuni attori recitano le loro scene immaginando la perdita di un amato animale domestico o di un familiare. Altri immaginano come sarebbe scoprire di avere una malattia terminale.
  6. Entrambe le tecniche discusse finora richiedono molta immaginazione, consapevolezza emotiva e, soprattutto, pratica diligente.
  7. Sii nel momento
  8. "Essere nel momento" significa che un attore è così concentrato su ciò che il personaggio sta attraversando che le lacrime vengono prodotte per pura empatia con la situazione del personaggio. Questo in genere funziona meglio quando un attore è completamente assorbito dalla sceneggiatura. Drammaturghi come Shakespeare, Miller e pochi altri che hanno creato scene eloquenti e potenti rendono questo metodo di pianto più facile da raggiungere per gli attori.

Cosa succede se non c'è connessione emotiva?

Sfortunatamente, c'è un problema con la tecnica "Be In The Moment". Non funziona in ogni gioco. E se dovessi piangere, ma personalmente non lo "senti"? Qualsiasi attore che si sia esibito in un'opera meno che meravigliosa o scritta male troverà quasi impossibile piangere al momento giusto. È difficile "essere nel momento" quando non apprezzi veramente il potere del gioco.

In questo caso, ci sono altri "trucchi delle lacrime" che potrebbero aiutare la lacrimazione.

  1. Il metodo Staring
  2. Chiudi gli occhi. Strofinali. (Non strofinarli troppo forte; non vuoi farti male.) Ora sei pronto per esibirti. Mentre pronunci le tue battute, assicurati di non battere ciglio. Continua a fissarti. Per la maggior parte delle persone che fissano per più di 30 secondi, i loro occhi iniziano a lacrimare. Ta-da! Lacrime realistiche!
  3. Il metodo mentolo
  4. Gli attori televisivi e cinematografici hanno il vantaggio di lavorare con un'intera troupe di tecnici e artisti. Sebbene alcune star del cinema utilizzino alcune delle tecniche sopra menzionate, molti attori optano per una soluzione più semplice: il mentolo.
  5. Una lacrima al mentolo e produttori di lacrime al mentolo sono strumenti del commercio cinematografico e teatrale. La versione in stick richiede un'applicazione sparsa sotto gli occhi. Il produttore di lacrime funziona come uno spray. Entrambi producono risultati immediati.

Piangere è più che lacrime

Tieni presente che le lacrime non sono l'unico mezzo per trasmettere un dolore estremo o una felicità annebbiata. Per citare Ursula, la strega del mare ne La sirenetta: "Non dimenticare l'importanza del linguaggio del corpo!"