Trovata la targhetta del cane della guerra del Vietnam perduta

Grazie in parte a Internet, una piastrina perduta da tempo appartenente a un marine statunitense che ha prestato servizio nella guerra del Vietnam si è riunita con il suo proprietario.

Una foto del tag (tramite Facebook), trovata per caso due anni fa da un insegnante australiano in visita sul sito dell'ex base militare statunitense di Khe Sanh, è stata pubblicata online nella speranza che altri potessero fornire informazioni che portassero al luogo in cui si trovava. della Marina, identificato solo come Martinson, LP, numero di servizio 1984025, religione luterana.

L'indagine diligente da parte di un marine in servizio attivo di nome Joshua Laudermilk e altri ha portato alla scoperta che il proprietario originale del tag, l'ex plotone sergente USMC. Lanny Paul Martinson, era vivo e vegeto a Sugar Land, in Texas, ed era elettrizzato all'idea di recuperare la sua etichetta perduta.

Come Lanny Martinson ha perso le sue piastrine

Il 4 giugno 1968, Marine Sgt. Lanny Martinson calpestò una mina a Khe Sanh. A quel tempo, seguiva una tattica comune dei marine di indossare una piastrina per cani nei lacci degli stivali e un'altra intorno al collo. La mina terrestre nemica gli ha amputato la gamba destra. Non ha visto nessuna delle sue piastrine dopo l'infortunio, poiché è stato operato ed è tornato negli Stati Uniti. Il suo sogno di una carriera nei Marines finì quel giorno. Ha affrontato il disturbo da stress post-traumatico. È stato toccato dagli sforzi per ricongiungerlo con la sua piastrina.

Storia delle medagliette nell'esercito

Le piastrine sono il nome informale delle etichette di identificazione militare, il soprannome che deriva almeno dalle truppe dell'esercito prussiano nel 1870 quando erano chiamate Hundemarken e assomigliavano alle etichette emesse per i cani. Sono diventati parte dell'equipaggiamento ufficiale per gli eserciti americani e britannici durante la prima guerra mondiale.

Nel 1916, l'esercito degli Stati Uniti iniziò a rilasciare due etichette a ciascun soldato per aiutare a tenere registri per le sepolture, una per rimanere con il corpo se il soldato veniva ucciso in azione e l'altra per andare dalla persona responsabile della sepoltura. Hanno aggiunto numeri di serie alle targhette del cane nel 1918. Poiché le targhette includono nome, numero di identificazione, religione e spesso il gruppo sanguigno e avvisi medici, hanno consentito una migliore identificazione, cure mediche e onorificenze di sepoltura per i soldati caduti.

L'uso di piastrine è stato probabilmente un fattore nella riduzione del numero di "soldati sconosciuti", che erano fino al 54 per cento dei morti nella guerra civile americana. A quel tempo, i soldati si accontentavano di foglietti di carta, stampini sullo zaino o graffi un nome sulla fibbia della cintura per l'identificazione.

Un problema era che le piastrine facevano rumore se indossate insieme. I soldati hanno ideato silenziatori come il nastro adesivo attorno ai bordi fino a quando i silenziatori non sono stati prodotti per scivolare attorno ai bordi per questo scopo. Anche posizionarne uno sullo stivale mentre si indossa l'altro intorno al collo ha eliminato il rumore.

Fonti e ulteriori letture

• Long Way Home for Marine's Dog Tag (San Diego Union-Tribune)
• Tag militare perso 40 anni fa al ritorno in Vietnam (KTRK-TV News)