Texture e strumenti della musica medievale e rinascimentale

Durante il Medioevo, la trama musicale era monofonica, il che significa che ha un'unica linea melodica. La musica vocale sacra, come i canti gregoriani, era impostata su testo latino e cantata senza accompagnamento. Era l'unico tipo di musica consentito nelle chiese, quindi i compositori mantennero le melodie pure e semplici. Successivamente, i cori della chiesa aggiunsero linee più melodiche ai canti gregoriani.

La trama della musica rinascimentale medievale

L'aggiunta di più linee melodiche ai canti gregoriani ha creato una struttura polifonica, il che significa che ha due o più linee melodiche.

Durante il Rinascimento, la chiesa aveva meno potere sull'attività musicale. Invece, i re, i principi e altri importanti membri delle corti avevano più influenza. La dimensione dei cori delle chiese è cresciuta e con essa sono state aggiunte più parti vocali: questo ha creato musica che suonava più ricca e piena. La polifonia fu ampiamente utilizzata durante questo periodo, ma presto anche la musica divenne omofonica.

I compositori hanno scritto brani che oscillavano tra trame polifoniche e omofoniche. Ciò ha reso le melodie più complesse ed elaborate. Molti fattori hanno contribuito al cambiamento della struttura musicale durante questi periodi. L'influenza della Chiesa, uno spostamento dell'attenzione musicale, il cambiamento nello status dei compositori, l'invenzione della stampa e la riforma religiosa sono stati alcuni dei fattori che hanno contribuito a questi cambiamenti.

Strumenti utilizzati nella musica medievale e rinascimentale

Durante il Medioevo, la maggior parte della musica era vocale e non accompagnata. La chiesa voleva mantenere la musica pura e solenne perché distraeva meno. In seguito, gli strumenti musicali come le campane e gli organi furono ammessi in chiesa, ma era usato principalmente per osservare i giorni importanti del calendario liturgico. Musicisti itineranti o menestrelli usavano strumenti musicali mentre si esibivano agli angoli delle strade o nei campi. Gli strumenti che hanno usato includono violini, arpe e liuti. Il liuto è uno strumento a corda a forma di pera con tastiera a tasti.

Durante il periodo rinascimentale, la maggior parte dell'attività musicale si spostò dalla chiesa alle corti. I compositori erano più aperti alla sperimentazione. Di conseguenza, più compositori hanno utilizzato strumenti musicali nelle loro composizioni. Gli strumenti che producevano suoni più morbidi e meno brillanti erano preferiti per gli eventi al chiuso. Per gli eventi all'aperto sono stati preferiti strumenti più forti e dal suono più brillante.

Gli strumenti musicali utilizzati durante questo periodo includono la cornetta, il clavicembalo e il flauto dolce. Uno strumento musicale chiamato shawm è stato utilizzato per la musica da ballo e gli eventi all'aperto. Lo shawm è il predecessore dell'oboe.

Fonte:

Kamien, Roger. Music An Appreciation, 6a edizione breve.