Suggerimenti per i nonni adottivi: parità di trattamento ed evitare favoritismi

La chiave per essere un buon nonno adottivo è trattare i nipoti allo stesso modo, siano essi biologici o non biologici. A volte, però, non è così facile. 

Biologico e non biologico

La parità di trattamento suona alla grande in teoria. Il favoritismo è, dopotutto, una specie di parolaccia. I genitori di famiglie miste di solito si aspettano che i nonni trattino tutti i bambini allo stesso modo. I nonni se lo aspettano da soli. Nonostante il consenso su questo standard, non è facile ottenere risultati. 

Una difficoltà è che i nonni potrebbero non provare lo stesso per tutti i loro nipoti. Questo è vero anche per i nipoti biologici, ma può anche esserci una reale differenza nell'attaccamento emotivo tra nipoti biologici e nipoti adottivi.

Lyn Purpura, una consapevole coach vivente, dice che non ha lo stesso attaccamento per tutti i suoi nipoti:

"I miei nipoti biologici non hanno necessariamente un posto uguale nel mio cuore; li amo tutti teneramente e non potrei mai scegliere se forzati, ma il loro posto nel mio cuore è diverso, così come sono diversi. Per quanto riguarda i nipoti, per quanto cerco di non mostrare che c'è una differenza, devo essere onesto e dire che è diverso ".

Alcuni dicono che l'obiettivo dovrebbe essere un trattamento equo, non la parità di trattamento. Ma comunque sia formulato, è un obiettivo che può essere sfuggente.

Altri fattori sul lavoro

Essere meno coinvolti con i nipoti adottivi che con i nipoti biologici può essere dovuto a fattori esterni. Ad esempio, se un nipote acquisito è sotto la custodia dell'altro coniuge e non trascorre molto tempo con la parte della famiglia dei nonni, potrebbero non esserci abbastanza opportunità per legare. Entrano in gioco i rapporti con i genitori dei nipoti. Inoltre, la distanza geografica può essere difficile da superare. Tuttavia, questi sono fattori che a volte influenzano anche i nostri rapporti con i nipoti biologici. Jody Price, un'educatrice, afferma che lei e suo marito si rifiutano di distinguere tra nipoti biologici e non biologici "a meno che i loro interessi e la loro personalità siano diversi". Continua a predire: "Sono sicura che saremo più vicini ad alcuni che ad altri, ma questo avrà più a che fare con la vicinanza e la personalità (oltre che con l'influenza dei genitori) che con qualsiasi altra cosa".

Alcuni dicono che la sensazione diversa nei confronti dei nipoti biologici e dei nipoti può essere spiegata da quello che a volte viene chiamato altruismo parente o selezione parentale. Questo termine significa semplicemente che come creature biologiche siamo disposti a favorire coloro che condividono i nostri geni, in modo che i nostri geni siano perpetuati in futuro. Questa spiegazione sembra logica, mentre altri preferiscono credere che gli esseri umani dovrebbero essere in grado di superare qualsiasi pregiudizio biologico esistente.

In ogni caso, gli esseri umani potrebbero non avere il controllo totale dei loro cuori, ma possono sforzarsi di controllare il loro comportamento. E fare regali è una pratica che può essere problematica.

Mantenere i regali uguali 

Nelle occasioni in cui si fanno regali, raramente ci sono scuse per un trattamento ineguale, perché un regalo mancante o un regalo chiaramente inferiore è una forma palese di discriminazione. Ma, ancora una volta, i nonni spesso fanno doni più generosi ad alcuni nipoti che ad altri, anche quando tutti i figli sono biologici. I regali per i bambini più grandi tendono ad essere più costosi di quelli per i bambini più piccoli, solo per citare un fattore. Inoltre, se una serie di nipoti è più bisognosa di un'altra, i nonni possono dare di più a coloro che ne hanno più bisogno. 

Anche gli atteggiamenti dei genitori entrano nelle pratiche di donazione. Sebbene Marilyn Barnicke Belleghem dica di non interpretare i preferiti, ammette che le sue spese in dollari non sono le stesse per nipote. 

"Abbiamo acquistato alcune delle biciclette dei nostri nipoti, mentre altri genitori volevano comprarle da soli", dice. "Alcuni genitori controllano di più di altri e alcuni hanno maggiori risorse finanziarie di altri".

Allora come fa un nonno a garantire che un nipotino non si senta offeso? Un modo è pensare con quale nipote biologico il nipote acquisito è più propenso a confrontare i regali e assicurarsi che abbiano doni uguali. Una studentessa di prima elementare probabilmente non saprà o non si preoccuperà se spendi di più per un nipote in età universitaria, ma se sua cugina della stessa età riceve più o migliori regali, verrà notato.

Il ruolo dell'età

La ricerca mostra che i nipoti più giovani sono nel momento in cui viene stabilita la relazione, maggiori possibilità hanno di costruire un rapporto forte con i loro nonni adottivi.

Tricia Torrey, che è diventata un nonno adottivo attraverso il matrimonio, ha scoperto che questo è vero:

"Credo che la 'cosa prima del legame' sia assolutamente vera. I miei tre nipoti più giovani non ricorderanno mai la vita prima di G-ma perché il più grande aveva solo 3 anni quando ho sposato suo nonno."

I nonni possono avere difficoltà a stabilire un forte legame con i nipoti che erano più grandi quando è iniziata la relazione. In effetti, la relazione potrebbe non apparire mai come una tipica relazione dei nonni, qualunque sia il suo aspetto. Ma i nonni possono costruire una relazione che funzioni per loro. Ad esempio, le relazioni non devono includere molto affetto fisico. Possono essere di natura più contenuta e possono essere basati su interessi che hai in comune o interessi che coltivi per coltivare la relazione.

A volte il problema non è il nonno che resta indietro, ma il nipote che lo fa. I bambini che hanno rapporti d'amore con altri nonni possono sentirsi sleali se concedono ai loro passi lo status di nonni. Potrebbe essere meglio per tutte le parti pensare a questa relazione in un modo leggermente diverso. E questa differenza può riflettersi in ciò che i nipoti scelgono di chiamare i loro nonni adottivi. 

Nomi dei nonni adottivi

Alcune famiglie chiamano nonni adottivi con nomi regolari di nonni, magari scegliendone uno diverso da quelli usati da altri nonni della famiglia.

Alcune famiglie vanno nella direzione opposta ordinando ai nipoti adottivi di usare i nomi per i nonni acquisiti. Ciò può sembrare imbarazzante, tuttavia, soprattutto quando i bambini sono piccoli.

Un altro approccio comune è combinare le due opzioni in modo che i nonni adottivi siano chiamati qualcosa come Nonno Jerry o Nana Jo.

Ad alcune famiglie piace inventare nomi originali per i nonni acquisiti. Può aiutare il processo di legame se i bambini sono invitati a partecipare a questo processo se sono abbastanza grandi. Suggerisco di dare loro un libro dei nomi dei nonni e di lasciarli andare a farlo! Il nonno adottivo dovrebbe mantenere i diritti di veto, ovviamente.

Essere ugualmente attenti a tutti

Quando si tratta di trascorrere del tempo con i nipoti, è improbabile che i nonni trattino tutti i nipoti allo stesso modo. Ci sono dozzine di fattori che influenzano il modo in cui i nonni trascorrono il tempo con i nipoti. Un nonno non può essere biasimato, ad esempio, per aver lasciato un nipotino bambino fuori da un viaggio in campeggio programmato per i nipoti più grandi. Ma invitare un nipote biologico e lasciare fuori un nipotino più o meno della stessa età è generalmente una ricetta per il risentimento.

I nonni più saggi sanno che, sebbene ai nipoti piaccia il tempo cugino, apprezzano anche il tempo a tu per tu con i nonni. Potrebbe valere la pena pianificare delle uscite con i nipoti adottivi adattati ai loro interessi speciali. Non devono essere coinvolti molti soldi. Un sondaggio condotto su bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni ha mostrato che le semplici attività infantili sono più apprezzate delle gite elaborate. Dar da mangiare alle anatre, far volare un aquilone, raccogliere bacche, fare un picnic e piantare un giardino erano tra le attività semplici che facevano la lista e che sono facilmente realizzabili dalla maggior parte dei nonni. Belleghem dice che i suoi buoni rapporti sia con i nipoti che con i nipoti sono il risultato del tempo trascorso con loro, "dalla raccolta delle mele all'aiuto con i puzzle e i compiti, ascoltando le loro storie e essendo autentico con loro". Aggiunge: "Troppo spesso i nonni ignorano i bambini o parlano con loro piuttosto che con loro".

Essere un passo

Alcune persone si oppongono a uno qualsiasi dei termini "passo", e in effetti genitori acquisiti e nonni acquisiti hanno tradizionalmente ricevuto una cattiva reputazione, a volte meritatamente. Nel mondo moderno, tuttavia, quasi tutti hanno visto numerosi esempi di "passi" eccellenti, tanto che molte persone non pensano mai al termine in senso peggiorativo. Quindi ecco una definizione su cui riflettere: un nonno adottivo è qualcuno che si fa avanti quando necessario, fa un passo indietro quando causa conflitto e interviene per dare a un bambino un'altra persona da amare.