Sinossi del balletto “schiaccianoci” di chaikovsky

Lo "Schiaccianoci" di Čajkovskij, la storia del viaggio di una giovane ragazza in una terra magica alla vigilia di Natale, non è forse solo l'opera più famosa del compositore, ma anche uno dei balletti più famosi di tutti i tempi. "Lo Schiaccianoci" viene spesso eseguito durante il periodo natalizio a causa del suo contenuto, e molte famiglie fanno una tradizione annuale per assistere a uno spettacolo. Se non hai mai visto questo balletto o hai bisogno di un aggiornamento sulla storia, ti abbiamo fornito una sinossi di seguito.

Atto I

Vigilia di Natale a casa dello Stahlbaum

Gli Stahlbaum si stanno preparando per la loro festa annuale della vigilia di Natale. La casa è decorata con ornamenti, ghirlande, calze, vischio e, al centro di tutto, un maestoso albero di Natale. I bambini Stahlbaum, Fritz e Clara, aspettano con ansia l'arrivo della loro famiglia e dei loro amici.

Quando gli ospiti iniziano ad apparire, la festa si fa sentire, con molte danze e risate celebrative. Presto arriva un misterioso ospite. Vestito con abiti scuri, spaventa Fritz, ma non Clara, che sa di essere il Padrino Drosselmeyer, il fabbricante di giocattoli. Il suo arrivo a sorpresa è accolto calorosamente e tutti i bambini ballano e continuano a ridere.

Il dono dello schiaccianoci

La celebrazione viene nuovamente interrotta quando Drosselmeyer rivela ai bambini di aver portato loro dei regali. Le ragazze ricevono bellissime bambole di porcellana ei ragazzi ricevono le trombe. A Fritz viene regalato un bellissimo tamburo, ma a Clara viene fatto il regalo più bello di tutti, uno schiaccianoci. Fritz diventa geloso, strappa lo schiaccianoci a Clara e gioca a sballottare con gli altri ragazzi.

Non passa molto tempo prima che lo schiaccianoci si rompa. Clara è sconvolta, ma Drosselmeyer lo aggiusta con un fazzoletto. Il nipote di Drosselmeyer presenta a Clara un piccolo letto di fortuna che mette sotto l'albero di Natale per il suo giocattolo ferito.

La festa si fa tardi ei bambini hanno sonno. Tutti ringraziano generosamente gli Stahlbaum prima di partire. Mentre la famiglia di Clara si ritira a letto, controlla un'ultima volta il suo schiaccianoci e finisce per addormentarsi sotto l'albero di Natale con lui tra le braccia.

Attacco del re dei topi

Allo scoccare della mezzanotte, Clara si sveglia con una scena spaventosa. La casa, l'albero e i giocattoli sembrano ingrandirsi. Si sta rimpicciolendo? Dal nulla, grossi topi vestiti con uniformi dell'esercito, guidati dal loro re topo, iniziano a girare per la stanza mentre i giocattoli e l'albero di Natale prendono vita. Anche lo schiaccianoci di Clara ha preso vita. Raggruppa i giocattoli soldato in formazione di battaglia e combatte l'esercito di topi.

Il re dei topi intrappola lo schiaccianoci nell'angolo, ma lo schiaccianoci non può vincere la forza del re dei topi. Clara fa una mossa disperata per salvare il suo Schiaccianoci dalla sconfitta e lancia la sua pantofola al Re dei topi, colpendolo direttamente sulla testa. Lo Schiaccianoci è in grado di superare lo stordito Re Topo e rivendica la vittoria. L'esercito dei topi porta rapidamente via il loro re.

Clara cade su quello che era stato il letto dello schiaccianoci giocattolo, sopraffatta dal momento. Mentre gli angeli e la musica deliziosa aleggiano sulle loro teste, il letto si trasforma in una slitta magica, che fluttua sempre più in alto. Lo Schiaccianoci si trasforma in un principe umano (che sembra sorprendentemente simile al nipote di Drosselmeyer). Sale a bordo della slitta di Clara e li guida attraverso una foresta innevata, dove i fiocchi di neve si trasformano in fanciulle danzanti.

Atto II

Una terra magica

Dopo il loro viaggio attraverso la foresta innevata, Clara e il suo principe arrivano a destinazione nella Terra dei Dolci. Clara non riesce a credere ai suoi occhi: ci sono montagne di savoiardi ricoperte di panna montata più bianca della neve, fiori dolcemente glassati e glassa di burro ovunque lei guardi. Al loro arrivo, il duo viene accolto dalla Fata Sugar Plum. Mentre rievocano gli eventi della notte, la Fata Sugar Plum esprime ammirazione per il coraggio di Clara e l'eroismo dello Schiaccianoci. In loro onore, la Fata Sugar Plum li porta all'interno del Castello di Candy e organizza un sontuoso festival. Sono trattati come dei re e presentati con ogni dolce immaginabile.

Delizie danzanti

Poco dopo inizia la danza. Hot coco balla al ritmo vivace delle trombe e dei castañet del fandango spagnolo. Le donne del caffè danzano velate e muovono i loro corpi come si alza il vapore su una canzone araba mentre il tè al mandarino balla al ritmo di un esotico coro di flauto asiatico. Le bambole russe seguono il tè al mandarino, saltando e ballando al ritmo di una danza rinvigorente nota come Trepak.

Per la gioia di Clara, c'è ancora molto da vedere. Una gigantesca casa di marzapane, conosciuta come Mother Ginger, danza sulla corte della Fata Zucchero Plum. Apre la gonna e otto piccoli bambini di pan di zenzero escono ballando girandole intorno. Dopo che il ballo è finito, i bambini rientrano rapidamente nella grande casa di marzapane e Madre Ginger lascia la stanza. Subito dopo l'uscita di Mother Ginger, i fiori danzanti entrano al ritmo dell'arpa. Clara pensa che sia forse il valzer più bello che abbia mai sentito, e lei e il Principe Schiaccianoci lo guardano con stupore. I fiori danzano in bellissimi schemi ipnotizzanti mentre una singola goccia di rugiada galleggia sopra di loro.

Danza della fata delle prugne zuccherine

Il silenzio segue rapidamente la fine della loro danza. Clara non sa cosa aspettarsi dopo. Un bel cavaliere entra in scena e accompagna la Fata Sugar Plum al centro della stanza. Ballano al ritmo della canzone più riconoscibile dell'intera opera. La coppia accattivante balla più leggera dell'aria. Questa bellissima danza completa la serata più perfetta di Clara.

Sogno o realtà?

Il festival si conclude quando tutti si riuniscono in campo e salutano Clara e il Principe Schiaccianoci. Dice allo Schiaccianoci che desidera che l'avventura non finisca mai e lui le dice che non lo farà per coloro che hanno un occhio per vederla. Clara si sveglia la mattina dopo sotto l'albero di Natale con il suo schiaccianoci giocattolo ancora tra le braccia. Era tutto solo un sogno? O è stata la magia del Natale, ha preso vita?