Sinossi del balletto “Il lago dei cigni” di Tchaikovsky

Il più amato e affascinante dei balletti classici, "Il lago dei cigni" è stato il primo di Tchaikovsky. Fu composto nel 1875 e oltre 100 anni dopo rimane uno dei preferiti dalle compagnie di balletto che lo eseguono regolarmente in tutto il mondo.

"Il lago dei cigni" debuttò nel 1877 al Teatro Bolshoi di Mosca, ma all'epoca non fu ben accolto. Nel 1895, Marius Petipa e Lev Ivanov rielaborarono la coreografia per la loro performance a San Pietroburgo e questa è rimasta la versione più popolare. "Il lago dei cigni" ha fatto il suo debutto americano con una performance del 1940 del San Francisco Ballet.

La storia del "lago dei cigni"

"Il lago dei cigni" è una storia d'amore senza tempo che mescola magia, tragedia e romanticismo in quattro atti. Presenta il principe Sigfrido e un'adorabile principessa dei cigni di nome Odette. Sotto l'incantesimo di uno stregone, Odette trascorre le sue giornate come un cigno che nuota in un lago di lacrime e le sue notti nella sua bellissima forma umana.

La coppia si innamora rapidamente. Come nella maggior parte delle fiabe, le cose non sono così facili e lo stregone ha più trucchi da giocare. Questo porta Odile, sua figlia, nella foto. Confusione, perdono e un lieto fine con Siegfried e Odette insieme completano per sempre il balletto.

Leggere la sinossi dei quattro atti ti riempirà il resto della storia. Tuttavia, è interessante notare che in molte esibizioni una sola prima ballerina interpreta sia Odette che Odile. È un ruolo a cui aspirano le ballerine sin dalla tenera età.

Atto I

Il principe Siegfried arriva alla sua festa del 21 ° compleanno nei cortili del palazzo. Qui trova tutte le famiglie reali e gli abitanti della città che ballano e festeggiano, mentre le ragazze cercano con ansia la sua attenzione.

Durante la squisita celebrazione, sua madre gli regala una balestra. Lo informa che, poiché ora è maggiorenne, il suo matrimonio sarà organizzato rapidamente. Colpito dall'improvvisa realizzazione delle sue responsabilità future, prende la sua balestra e corre nei boschi con i suoi compagni di caccia.

Atto 2

Davanti al gruppo, il principe Siegfried si ritrova solo in un luogo tranquillo vicino a un lago incantato dove i cigni fluttuano dolcemente sulla sua superficie. Mentre Siegfried osserva, vede il cigno più bello con una corona in testa.

I suoi amici lo raggiungono presto, ma ordina loro di andarsene in modo che possa stare da solo. Al calare del tramonto, il cigno con la corona si trasforma nella più bella giovane donna che abbia mai visto. Il suo nome è Odette, la regina dei cigni.

Odette informa il giovane principe di un malvagio stregone, Von Rothbart, che sembra essere travestito da mentore del principe Siegfried. È stato Rothbart a trasformare lei e le altre ragazze in cigni. Il lago è stato formato dalle lacrime del pianto dei genitori. Gli dice che l'unico modo in cui l'incantesimo può essere spezzato è se un uomo, puro di cuore, le giura il suo amore.

Il principe, sul punto di confessare il suo amore per lei, viene subito interrotto dal malvagio stregone. Prende Odette dall'abbraccio del principe Sigfrido e ordina a tutte le fanciulle cigno di ballare sul lago e sulla sua riva in modo che il principe non possa inseguirle. Il principe Siegfried è rimasto tutto solo sulla riva del Lago dei cigni.

Atto 3

Il giorno successivo alla celebrazione formale nella Sala Reale, il principe Siegfried viene presentato con molte potenziali principesse. Sebbene le signore siano degne della sua attenzione, non riesce a smettere di pensare a Odette.

Sua madre gli ordina di scegliere una sposa, ma lui non può. Per il momento, soddisfa la richiesta di sua madre ballando con loro.

Mentre il principe balla, le trombe annunciano l'arrivo di Von Rothbart. Porta sua figlia, Odile, su cui ha lanciato un incantesimo per apparire come Odette. Il principe è affascinato dalla sua bellezza e balla con l'impostore.

All'insaputa del principe Sigfrido, la vera Odette lo sta guardando da una finestra. Il principe presto confessa il suo amore a Odile e le propone di sposarlo, pensando che sia Odette.

Inorridita, Odette fugge nella notte. Il principe Sigfrido vede la vera Odette correre dalla finestra e si rende conto del suo errore. Alla sua scoperta, Von Rothbart rivela al principe il vero aspetto di sua figlia Odile. Il principe Siegfried lascia rapidamente il gruppo e insegue Odette.

Atto 4

Odette è fuggita al lago e si è unita al resto delle ragazze con tristezza. Il principe Sigfrido li trova riuniti sulla riva che si consolano a vicenda. Spiega a Odette l'inganno di Von Rothbart e lei gli concede il suo perdono.

Non ci vuole molto perché Von Rothbart e Odile appaiano nelle loro forme malvagie, non umane e in qualche modo simili a uccelli. Von Rothbart dice al principe che deve mantenere la sua parola e sposare sua figlia. Segue rapidamente una lotta.

Il principe Siegfried dice a Von Rothbart che preferirebbe morire con Odette piuttosto che sposare Odile. Quindi prende la mano di Odette e insieme saltano nel lago.

L'incantesimo è rotto e gli altri cigni tornano a essere umani. Conducono rapidamente Von Rothbart e Odile nell'acqua dove anche loro annegano. Le ragazze guardano gli spiriti del principe Sigfrido e di Odette ascendere nei cieli sopra il lago dei cigni.

Temi del lago dei cigni

È comune nella danza teatrale per ogni compagnia adattare un pezzo al proprio stile e enfatizzare varie interpretazioni. Tuttavia, un balletto classico come "Il lago dei cigni" contiene una serie di temi che sono universali per quasi tutte le produzioni.

In primo luogo, notiamo un senso di bellezza con movimenti fluidi e dinamici della prima ballerina che interpreta Odette. È elegante e graziosa, ma anche un po 'a disagio nella sua forma umana. Come un cigno, è pronta, anche se spesso si sente isolata di notte. La bellezza non è uguale alla fiducia, a volte la diminuisce gravemente.

Anche il principe Siegfried ha un ruolo nel suo mondo lontano dal lago. Legato dalla responsabilità, il suo status reale lo lega a un futuro che è stato deciso. La sua riluttanza porta alla ribellione mentre segue il suo cuore per amore, che è il tema centrale che prevale in tutto il balletto.

La lotta tra il bene e il male si trova anche qui. Dopo tutto, quale bella storia d'amore non ha un piccolo conflitto? La giustapposizione di una ballerina che interpreta due ruoli opposti non fa che migliorare questo concetto. L'inganno di Von Rothbart e Odile alimenta la battaglia e, sebbene finisca con la morte di tutti e quattro i personaggi, il bene alla fine prevale.