Quattro chiavi per colpire meglio un driver 460cc

La chiave per colpire la palla più lontano con il moderno driver da 460 cc e la moderna pallina da golf (che gira molto meno da una faccia piatta rispetto alle palline del passato) è l'angolo di lancio elevato combinato con una bassa velocità di rotazione. Il nostro obiettivo è ottenere una rotazione sufficiente per ottenere la portanza, riducendo al minimo (si spera eliminando) la resistenza.

Supponendo che tu abbia un driver con abbastanza loft, ecco quattro cose che puoi fare per aumentare l'angolo di lancio e diminuire la velocità di rotazione, aumentando così la tua distanza dal tee:

Tira la palla più in alto

Il vecchio adagio è sempre stato che la parte superiore del pilota dovrebbe essere circa a metà della palla quando è aperta. Tuttavia, con un driver da 460 cc (spesso chiamato ancora "driver sovradimensionato", anche se 460 cc è praticamente la dimensione standard di questi tempi), si consiglia di impostare la palla abbastanza in alto sul tee in modo che la parte superiore del driver non sia più più di un terzo della salita della palla. Ovviamente, questo significa che il tee standard da 2 1/8 pollici non sarà abbastanza lungo per adattarsi. Avrai bisogno di un tee di almeno tre pollici di lunghezza, ma probabilmente un po 'più lungo di questo.

Muovi la palla in avanti nella tua posizione

L'idea di giocare la palla allineata con il tallone sinistro (per un giocatore di golf destro) non è più valida. Vogliamo che quel grande pilota colpisca la palla in rialzo, aumentando così l'angolo di lancio e diminuendo la velocità di rotazione della palla. Per fare ciò, dobbiamo muovere la palla in avanti nella nostra posizione. (Ciò significa verso il tuo piede sinistro per un giocatore di golf destro.)

Per alcuni golfisti, sarà sufficiente far uscire la pallina dall'alluce, mentre per altri potrebbe essere necessario muovere la pallina completamente in alto in modo che sia posizionata fuori (davanti) al piede sinistro. Sperimenta con diverse posizioni della palla per trovare ciò che funziona meglio per te, ma, qualunque cosa tu faccia, sposta la palla in avanti nella tua posizione!

Preparati per colpire la palla al centro della faccia

La maggior parte dei golfisti mette il proprio autista a terra all'indirizzo. Ciò si traduce in un'alta percentuale di colpi del pilota che vengono colpiti sul lato del tallone della faccia del pilota, specialmente quando mettiamo la palla più in alto. Mettiti alla prova in questo modo: la prossima volta che ti trovi al campo pratica e ti prepari per colpire il tuo pilota, una volta nella posizione di indirizzo allunga le braccia e sposta la mazza fino all'altezza della palla. Hai notato dove la palla entrerà in contatto con il viso del tuo pilota? È sul lato del tallone, o forse il tubo, del tuo autista.

Questo è un problema molto comune per i golfisti ed è un aggiustamento scomodo. La soluzione è comunque molto semplice. Invece di posizionare il conducente dietro la palla in modo che il centro della faccia sia allineato con la palla, spostati indietro di un paio di pollici (verso la tua schiena) in modo che la punta del conducente sia allineata con la palla. Ora fai di nuovo il test. Allunga le braccia e solleva la mazza all'altezza della palla. La palla è allineata con il centro della faccia del conducente? Se è così, rimetti giù la mazza e fai fuoco! In caso contrario, continua a tornare indietro finché non lo è.

Non preoccuparti che una volta abbassato il driver non si allinei con la palla. La palla non è a terra: è a tre pollici dal suolo!

Colpisci la palla in ripresa

Il driver ora è un club di specialità, molto simile a un putter. Il nostro assetto, la posizione della palla: tutto è diverso da qualsiasi altra mazza nella borsa. Non dovresti colpire la palla sul fondo, o sull'apice, dello swing di golf come con un legno da fairway. La palla dovrebbe essere colpita oltre questo punto, in ripresa. Ciò porterà a un angolo di lancio più elevato e una velocità di rotazione inferiore, che è il modo in cui colpiremo la palla più lontano di quanto abbiamo mai fatto prima.