Qual è l’origine della parola “mulligan” nel golf?

In che modo la parola "mulligan" ha acquisito il suo significato di golf, e quando e dove ha avuto origine? La verità è che nessuno è abbastanza sicuro. Le origini di "mulligan" come termine golfistico sono, come dice il Dizionario storico dei termini del golf, "oscure".

Esistono molteplici teorie, la più plausibile delle quali coinvolge giocatori di golf di nome Mulligan. Quello che possiamo dire con certezza è che l'uso del golf di Mulligan, rispetto a molte parole del golf, è abbastanza nuovo. Il termine era in uso sui campi da golf almeno negli anni '1940.

Un mulligan nel golf è una rivincita, un tiro che il giocatore di golf ripete. I mulligan non sono mai ammessi in base alle regole, ma informalmente molti giocatori di golf lo consentono (almeno sul primo tee).

Diamo un'occhiata ad alcune di quelle storie sull'origine di "mulligan". Tieni presente che è possibile che nessuno di loro sia vero!

Teoria: "mulligan" prende il nome da un giocatore di golf

Mulligan probabilmente ebbe origine quando il do-over del golf fu battezzato mulligan dal nome di un giocatore di golf che continuava a ripetere i colpi. Questa è la spiegazione più probabile, e secondo Occam's Razor la spiegazione più semplice è più probabile che sia quella vera. Ma ci sono molte storie su diversi giocatori di golf che sono i Mr. Mulligan in questa teoria. In alcuni casi, ci sono anche storie di origine diverse raccontate sullo stesso signor Mulligan.

Il Museo USGA menziona un tizio di nome David Mulligan che frequentò il St. Lambert Country Club a Montreal, Quebec, Canada negli anni '1920. Mulligan si lasciò strappare il tee un giorno, non era contento dei risultati, ripeté e colpì di nuovo. Secondo la storia, lo definì un "colpo di correzione", ma i suoi compagni di golf pensarono che fosse necessario un nome migliore e lo ribattezzarono "mulligan".

Forse perché il signor Mulligan era un importante uomo d'affari locale, il termine, secondo la storia, prese piede tra i suoi coetanei e poi si diffuse da lì. Ha portato il termine negli Stati Uniti quando si è trasferito a New York e si è unito a Winged Foot. Ma è solo se credi a questa versione, che, ahimè, non ha prove concrete a sostegno. (Il sito Web dell'USGA in realtà fornisce altre due versioni alternative della storia di David Mulligan: le origini di "mulligan" sono così misteriose che la stessa storia finisce con tre versioni diverse.)

Un'altra storia citata dall'USGA è quella di un John "Buddy" Mulligan, noto per aver rigiocato colpi scadenti all'Essex Fells Country Clubs nel New Jersey negli anni '1930. Come nel caso di David Mulligan in Canada, i compagni di golf di Buddy Mulligan hanno chiamato il colpo di scena dopo di lui.

Teoria: l'insulto etnico

Un'altra teoria interessante è riferita dal sito Web, StraightDope.com. "Mulligan" è un nome irlandese comune e gli Stati Uniti nordorientali erano fortemente irlandesi nella prima parte del 20 ° secolo. StraightDope.com ha indicato quei tempi nel condividere questa teoria:

"Un'altra teoria sull'origine si collega al periodo in cui gli irlandesi-americani si univano a country club stravaganti e venivano derisi come giocatori di golf incompetenti. Ciò renderebbe il termine fondamentalmente un insulto etnico che ha preso piede, come" estate indiana "o" festa olandese ". "

Teoria: liquori e saloon

Il Dizionario delle origini di parole e frasi offre un'altra spiegazione. Postula che la parola derivi da saloon che, in passato, avrebbero messo una bottiglia di alcol in omaggio sul bancone per i clienti. Quella bottiglia gratuita era chiamata, secondo il libro, un Mulligan. Il termine è stato adattato al campo da golf per denotare un "omaggio" (un colpo di replay gratuito) che doveva essere utilizzato dai giocatori di golf.

Sulla stessa linea, c'è una seconda storia raccontata sul termine che ha origine nei bar. Un "mulligan", secondo questa teoria, era una miscela di spezie tenuta a portata di mano in una taverna che i clienti potevano aggiungere alle loro birre per un calcio in più, ancora una volta, un omaggio da bar.