Qual è la definizione di abbigliamento vintage?

Il termine "vintage" viene utilizzato per descrivere capi di abbigliamento di età compresa tra i 20 ei 100 anni che sono anche chiaramente rappresentativi dell'epoca in cui sono stati prodotti. Si potrebbe dire che per essere chiamato vintage il pezzo dovrebbe riflettere fortemente gli stili e le tendenze associate a quell'epoca.

L'abbigliamento vintage può essere haute couture o marchi di moda tradizionali di qualità; può essere usato, nuovo (da magazzino morto), prodotto o fatto a mano.

È importante capire che la definizione di vintage è fluida, quindi ogni decennio produce nuovi articoli che rientrano in questa categoria. È anche importante capire che tutto il vintage alla fine diventerà antico: l'abbigliamento vecchio di 100 anni o più è classificato come antico.

Lo stile classico, al contrario del vintage, significa che un pezzo rimane elegante nel tempo; in altre parole, non riflette l'epoca in cui è stato realizzato, ma piuttosto trascende tutte le epoche, con piccoli aggiustamenti di stile. Esempi di stili classici sono il tubino nero, trench, camicie bianche abbottonate, décolleté (stile, non altezza o tipo di tacco) e blazer. Quindi un tubino nero degli anni '1980, ad esempio, sarebbe classico, non vintage, mentre un blazer con spalline significative di quell'epoca sarebbe vintage.

Esempi di vintage per epoca

  • Anni '1920: abiti flapper, perline lunghe, Mary Jane con tacco e scarpe con cinturino a T.
  • Anni '1930: giacche bolero, maniche a sbuffo e svolazzanti, fedora, oxford, slingback e scarpe spuntate.
  • Anni '1940: gonne dritte in tweed e lana a quadri, borse e scarpe in rettile, scarpe con zeppa, spille.
  • Anni '1950: gonne e sottovesti a ruota, abiti a camicia, finiture in pelliccia, completi di maglioni gemelli, fili di perle, occhiali da sole Wayfarer.
  • Anni '1960: Primi anni - Qualsiasi cosa in stile Jackie Kennedy - eleganti completi da giacca e cappelli portapillole; tardi: jeans a zampa di elefante, top fluenti, stile hippie / bohémien.
  • Anni '1970: plateau, borsa Birkin, jeans a zampa d'elefante, boho-chic, stivali (soprattutto alti fino alla coscia), tacchi larghi, cachi.
  • Anni '1980: magliette da golf Izod, catene d'oro, blazer e maglioni con robuste spalline, tacchi a spillo.
  • Anni '1990: camicie di flanella larghe, leggings, grandi maglioni, girocolli.

Come acquistare vintage

Se vuoi indossare vintage, cerca nei negozi che hanno vintage nel nome o nella descrizione. Potresti trovare pezzi vintage nei negozi di seconda mano, ma quello che troverai principalmente sono solo vestiti vecchi. Nei negozi vintage, troverai una collezione curata di pezzi e un proprietario esperto per aiutarti.

Se ti piacciono i pezzi di diverse epoche, fallo. Ma concentrati sugli accessori che puoi abbinare ai tuoi vestiti contemporanei per un tocco vintage piuttosto che mescolare diversi stili passati.

Una parola sulla taglia: le taglie dei vestiti delle donne sono cambiate in modo significativo nel tempo. Una regola pratica è che un capo di abbigliamento degli anni '1950 o '60 è contrassegnato da 4 a 6 taglie più grandi rispetto alle taglie moderne. Quindi, ad esempio, un vestito di quell'epoca che è una taglia 12 sarebbe approssimativamente una taglia 6 oggi. Quindi non spaventarti per le dimensioni sull'etichetta. Man mano che ti avvicini al tempo attuale, ad esempio, un capo di abbigliamento realizzato alla fine degli anni '80 o '90, puoi aspettarti che le taglie saranno più in linea con ciò che indossi ora. Prova sempre un pezzo per assicurarti che si adatti prima di acquistarlo.