Profilo, canzoni e storia della guerra delle band

I membri di War erano (e sono) i re della comunità latina di Los Angeles, in particolare per gli appassionati di auto "lowrider" che stavano facendo esplodere il loro groove funk afro-cubano molto prima che la canzone "Low Rider" restituisse l'amore. Prima di tutto, i War erano una jam band panculturale assolutamente unica, nonostante la loro straordinaria capacità di entrare nelle radio pop

Le canzoni più famose della guerra

  • "Low Rider"
  • "Perché non possiamo essere amici?"
  • "Spill the Wine" con Eric Burdon
  • "Cisco Kid"
  • "Slippin 'Into Darkness"
  • "Musica tutto il giorno"
  • "Estate"
  • "Il mondo è un ghetto"
  • "Io e il fratellino"
  • "Galassia"

Dove potresti averli sentiti

La loro mezza dozzina di successi più grandi piace al pubblico che non solo resistono alla prova del tempo, ma attraggono un pubblico molto diverso, quindi potresti imbatterti in "Why Can't We Be Friends" durante la famigerata matricola in Dazed and Confuso, "Spill the Wine" mentre Dirk Diggler entra alla festa in piscina in Boogie Nights, o "Low Rider" ogni volta che George Lopez fa, beh, qualsiasi cosa  

  • Formata in 1969 (Long Beach, CA)
  • Stili anni '70 R&B, funk, latino, soul, pop-soul

I membri della formazione di guerra classica

  • Howard E. Scott (nato il 15 marzo 1946, San Pedro, CA): chitarra, voce
  • Harold Brown (nato il 17 marzo 1946, Long Beach, CA): batteria, voce, percussioni
  • Lee Oskar (nato il 24 marzo 1948, Copenaghen, Danimarca): armonica, voce
  • BB Dickerson (B. Morris Dickerson, 3 agosto 1949, Torrance, CA): basso, voce
  • Lonnie Jordan (nato il 21 novembre 1948, San Diego, CA): tastiere, voce
  • Charles Miller (nato il 2 giugno 1939, Olathe, KS; morto il 13 giugno 1980, Hollywood, CA): sassofono, flauto, clarinetto, voce
  • "Papà" Dee Allen (nato a Thomas Sylvester Allen, 18 luglio 1931, Wilmington, DE; morto il 30 agosto 1988, Long Beach, CA): percussioni, voce

Rivendica la fama

  • Il loro successo del 1975 "Lowrider" è diventato una sorta di inno per la comunità di auto custom latinoamericane
  • Una delle migliori band funk dell'epoca
  • Funk unito alla musica latina per creare un potente ibrido culturale
  • Una voce di primo piano della protesta musicale nei primi anni Settanta
  • Il suonatore di armonica Lee Oskar è considerato uno dei grandi innovatori dello strumento

La storia della guerra

La guerra iniziò con la creazione dei membri fondatori Harold Brown e Harold E. Scott di una cover / jam band R&B del liceo chiamata, ironicamente, i Creators. Nel 1968, con la maggior parte dei membri originali in Vietnam, i Creators diventarono Nightshift e ottennero un lavoro come sostegno ai LA Rams per affrontare Deacon Jones in un club locale.

È stato qui che hanno incontrato il produttore discografico veterano Jerry Goldstein, che li ha ribattezzati War (per motivi di shock) e ha ottenuto un concerto con l'ex cantante degli Animals Eric Burdon nel suo prossimo progetto solista. Con lui, Burdon aveva portato l'armonicista danese Lee Oskar, che in seguito sarebbe diventato parte integrante del suono del settetto.

Il successo della band

Il risultato fu "Spill The Wine" degli anni '1970, un grande successo che mise in luce il ritmo afro-cubano del gruppo. Dopo un altro album di Burdon che fallì a causa della scarsa distribuzione, i War si riorganizzarono come un atto autonomo, e il loro secondo album (pubblicato nel 1972) produsse due successi, "All Day Music" e la straziante storia di follia "Slippin 'Into Darkness".

Il prossimo album del gruppo, The World Is A Ghetto, ha consolidato la loro reputazione di musicisti funk sociopolitici con il sapore dei loro bassifondi nativi di Los Angeles. La discoteca, tuttavia, apparve presto per aprire la strada a una forma più snella di musica dance, che gradualmente distrusse la popolarità della band.

Anni dopo

 La band continuò a fare carriera nel mercato dell'R & B, nonostante la perdita di Papa Dee Allen a causa di un aneurisma cerebrale sul palco e l'omicidio di Charles Miller nel 1980. Il loro successo in declino portò diversi membri ad abbandonare il campeggio a metà degli anni '80.

Con la crescita della loro leggenda, la band si è riunita per l'album di successo del 1994 Peace Sign. Oggi, il manager Goldstein mantiene i diritti sul nome del gruppo, con il solo tastierista Jordan rimasto; i restanti quattro membri formarono la Lowrider Band. Entrambi i gruppi continuano a fare tournée e occasionalmente registrano oggi.

Maggiori informazioni sulla guerra

  • Alla guerra fu offerto un posto come gruppo di backup di Otis Redding a metà degli anni '60, ma rifiutò perché il loro tastierista era ancora minorenne
  • "Spill The Wine" è nato in parte perché un membro della band aveva versato del vino su una console di registrazione, costringendolo a spostarsi in un'altra stanza dello studio
  • Secondo quanto riferito, Bob Marley ha basato la sua canzone "Get Up, Stand Up" su "Slippin 'Into Darkness"
  • Papa Dee Allen è crollato sul palco mentre suonava "Gypsy Man"; da allora il gruppo si è rifiutato di suonare la canzone dal vivo
  • Il suonatore di arpa Lee Oskar canta la strofa "Potrei non parlare bene" in "Perché non possiamo essere amici" perché era danese e stava ancora imparando l'inglese

Hit canzoni e album di guerra

# 1 colpi

  •  "Low Rider" (1975)

Top 10 hit:

  • Pop "Spill the Wine" con Eric Burdon (1970), "The World Is a Ghetto" (1973), "The Cisco Kid" (1973), "Gypsy Man" (1973), "Low Rider" (1975), "Why Non possiamo essere amici? " (1975), "Summer" (1976)
  • R&B: "Il mondo è un ghetto" (1973), "The Cisco Kid" (1973), "Gypsy Man" (1973), "Low Rider" (1975), "Why Can't We Be Friends?" (1975), "Summer" (1976), "LA Sunshine" (1977), "Galaxy" (1978)

# 1 album

  • Pop: Il mondo è un ghetto (1973)
  • R & B The World Is a Ghetto (1973), Deliver the Word (1973), War Live! (1974), Perché non possiamo essere amici? (1975)

I 10 migliori album

  • Pop Deliver the Word (1973), Perché non possiamo essere amici? (1975), Greatest Hits (1976)
  • R & B All Day Music (1972), Platinum Jazz (1977), Galaxy (1978)
  • jazz Platinum Jazz (1977)

Copertine notevoli

I rocker kitsch Smash Mouth hanno seguito il loro primo grande successo "Walking on the Sun" con una cover in stile ska "Why Can't We Be Friends?" quello fu un successo minore; i Beastie Boys replicarono (non campionarono) il riff di armonica da "Low Rider" per il brano "Slow Ride" di Licensed to Ill; il successo del 1990 dei Poor Righteous Teachers "Rock Dis Funky Joint" campionò pesantemente "Slippin "Into Darkness": i Los Lonely Boys sono noti per aver fatto una cover di "The Cisco Kid" in concerto.

Film e tv

War ha segnato non uno ma due film "neri" negli anni '70: The River Niger del 1976, un dramma su un aspirante poeta del ghetto, e Youngblood del 1978, un dramma di gang più convenzionale. Si possono trovare anche nel video del concerto di beneficenza "Farm Aid" del 1986 e nei titoli di coda della commedia classica di Cheech & Chong Up in Smoke (ringraziandoli per il primo utilizzo di "Low Rider" fuori dalla radio).