Nacchere: uno strumento a percussione folcloristico spagnolo

Le nacchere sono un membro di un'antichissima famiglia di strumenti musicali che è stata trovata in ogni continente civilizzato, con alcuni esempi risalenti a 10,000 anni fa. Lo stile "moderno" delle nacchere ebbe probabilmente origine dai Fenici, che lo tramandarono agli iberici, che le chiamarono "crusmata". I loro discendenti hanno evoluto lo strumento e l'hanno tenuto in uso ininterrottamente negli ultimi 2500 anni circa.

Etimologia

La parola spagnola per nacchere è castanuelas, derivato da castana, che significa "castagna" o "nocciolo": le castagnette erano tradizionalmente intagliate da questi legni. La parola andalusa per nacchere è "palillos".

Allora cosa sono esattamente le nacchere?

La nacchera moderna comprende un paio di clackers di legno appiattiti a forma di conchiglia che sono tenuti insieme da un unico anello di corda o pelle sottile. La pelle viene raddoppiata e il pollice viene inserito attraverso di essa, quindi la coppia di nacchere pende liberamente dal pollice e viene manipolata dalle dita e dai palmi. I giocatori di nacchere esperti possono fare una varietà di rumori con le nacchere, da un "clic" piatto a un rotolo caldo. Le nacchere vengono sempre giocate in coppia e ogni coppia è accordata in modo diverso. La coppia più acuta (nota come "hembra" o "femmina") è tradizionalmente tenuta nella mano destra e la coppia più acuta (nota come "macho" o "maschio") è tradizionalmente tenuta nella mano sinistra.

Nacchere in danze folcloristiche

Sebbene molte persone associno le nacchere al flamenco, non sono un elemento tradizionale della musica o della danza flamenca; piuttosto, le nacchere sono parte integrante delle danze folcloristiche spagnole, principalmente sevillanas e la danza dell'Escuela Bolera.

La argentina e il moderno stile nacchere

Antonia Mercé y Luque (1890-1936), conosciuta come La Argentina, era una ballerina classica che decise di lasciare il balletto ed esplorare invece la danza tradizionale spagnola. Essenzialmente reinventando l'intero genere, ha portato la danza folcloristica spagnola sul palco e l'ha fatta rinascere come arte. Era, a detta di tutti, una sorprendente suonatrice di nacchere e il suo stile di gioco divenne quello definitivo. È inutile dire che ogni suonatore di nacchere moderno basa il proprio stile (per quanto siano rimosse molte generazioni) su quello di La Argentina.

Nacchere nella musica composta

Vari compositori barocchi e classici hanno usato le nacchere nelle loro partiture, sebbene nelle orchestre moderne, le nacchere montate su un bastone siano generalmente utilizzate per eseguire questi pezzi. Jean-Baptiste Lully li ha usati in molti pezzi di danza barocca, di solito per evocare un'atmosfera spagnola o araba, e sono stati usati in modo simile in molte altre opere composte: Carmen di Georges Bizet, Salome di Strauss, Rhapsodie Espagnole di Ravel, Espana di Chabrier e Massenet Le Cid.