Musica pop Bubblegum: canzoni, artisti e storia

Conosciuto anche come: Bubblegum Pop, Bubblegum Rock, Sunshine Pop

Il sottogenere della musica pop originariamente noto come musica pop "bubblegum" è uno dei pochissimi dominati da un team di produzione specifico: in questo caso, Super K Productions, il team di Jerry Kasenetz e Jeffrey Katz, che ha ottenuto la maggioranza dei i più grandi successi di bubblegum alla fine degli anni '60. La mania è stata avviata, tuttavia, dal cantautore, sessionman e produttore Paul Leka, che ha supervisionato il primo grande successo del genere nel 1968 con "Green Tambourine" per l'etichetta Buddah. Buddah si era dilettato nel pop piacevole con atti come The Lovin 'Spoonful e Tommy James and the Shondells, ma "Tambourine" è stato creato appositamente per i Pipers, e sebbene a loro non piacesse la sua psichedelia per bambini fabbricata, è andato dritto a # 1. L'era del bubblegum era iniziata.

Presto, Buddah, Leka e Super K - insieme all'altro autore di gomma da masticare, il magnate dei Monkees Don - si resero conto di non avere a che fare con l'integrità artistica di una band e ricorsero invece a un assemblaggio di professionisti dello studio. Il metodo di utilizzare gruppi anonimi e intercambiabili di musicisti di sessione è stato la chiave del successo finale del bubblegum. Altri esempi includono "Na Na Hey Hey Kiss Him Goodbye" di Steam (scritto anche da Leka) e "Sugar Sugar" degli Archies, ideato da Kirshner (dopo che Mike Nesmith dei Monkees avrebbe rifiutato la canzone minacciando di prendere a pugni il produttore la faccia). Era il primo tween pop della storia: orecchiabile, facile da cantare, carico di riferimenti che i bambini avrebbero amato e presentato con un'innocenza che il resto del rock aveva a lungo rifiutato.

Mentre il termine può ed è stato applicato a qualsiasi teen pop fabbricato, il suono effettivo della gomma da masticare della fine degli anni '60 e dei primi anni '70 è specifico: melodie cantilenanti con voci acute (spesso armonizzate), assoli d'organo economici, accordi semplici e un testo infantile gancio, come i giochi del cortile della scuola ("Simon Says" e "1910-1-2 Red Light" della Fruitgum Company del 3) o le metafore del cibo spazzatura ("Chewy Chewy" e "Yummy Yummy Yummy" dell'Ohio Express). La produzione è sempre molto vivace, con un minimo di soul nella voce e un po 'di chitarra garage-rock leggera. I gruppi sono solitamente senza volto e intercambiabili, con nomi post-psichedelici, e alcuni, come i Banana Splits e Josie and the Pussycats, sono attaccati a cartoni animati o spettacoli per bambini dal vivo. Viene spesso confuso con il "pop solare", che è uno stile contemporaneo più adulto influenzato dalle melodie dello spettacolo e dalla British Invasion.

Diversi gruppi "veri" entrarono nel territorio dei bubblegum a volte, e il suono avrebbe continuato a influenzare direttamente il glam, specialmente i primi singoli Sweet, e tutte le future band ragazzo / ragazza (a cominciare dai Bay City Rollers e la loro hit "Saturday Night"). Attraverso il glam, è entrato nel regno dell'hair metal degli anni '80 e una volta che ha preso una svolta R&B più dura (grazie soprattutto a New Edition e New Kids on the Block), ha iniziato a svilupparsi nello stile della boy band che conosciamo oggi. Inoltre, l'ascesa del twee pop nel 21 ° secolo ha anche mostrato la prova della continua influenza della gomma da masticare.

Esempi

  • "Yummy Yummy Yummy", Ohio Express - Potrebbe essere il successo definitivo delle gomme da masticare, ma era semplicemente un demo che in qualche modo è arrivato a un 45 giri prima che il cantante Joey Levine sapesse cosa stava succedendo; in seguito ha avuto una carriera di successo scrivendo jingle commerciali.
  • "Sugar Sugar", The Archies - Un enorme successo da parte di una band che non esisteva, questo successo numero 1 al culmine del bubblegum, forse perché il cantante Ron Dante era già nella Top 10 come cantante di "Tracy" dei Cuff Links.
  • "Indian Giver", The 1910 Fruitgum Company - I The Company erano una band "vera", nonostante questo successo fosse scritto dal sicario degli Shondells Ritchie Cordell e dal cantante di "Montego Bay" Bobby Bloom. Questo potrebbe essere il motivo per cui sia Joan Jett che i Ramones hanno ritenuto opportuno coprirlo.
  • "Penso che siamo soli adesso", Tommy James e gli Shondells - Gli Shondell erano i padrini della gomma da masticare, nonostante "Hanky ​​Panky", e la loro serie di successi di fine anni '60 iniziò seriamente con questa inno al "gioco del dottore".
  • "Stordito", Tommy Roe - Tommy aveva già fatto carriera con successi simili al suono - "Sheila" era uno strappo di Buddy Holy, "Everybody" ricordava Freddy Cannon, e "Sweet Pea" aveva un accenno di Wayne Fontana - ma questo è il successo per cui è ricordato. Erano britannici, ma i veterani dello studio dietro questo successo hanno continuato a creare molti altri dischi di gomma da masticare e novità, tra cui i Pipkins "Gimme Dat Ding" e almeno un altro successo in questa lista ...
  • "Bella domenica", Daniel Boone - Boone è stato un autore di spicco in quella che è passata per la scena britannica delle gomme da masticare, ma questa canzone solista è stata l'unica ad avere successo in America e ha stabilito record in Giappone che devono ancora essere battuti.
  • "Tracy", i gemelli - Questo è stato l'altro grande successo di Ron Dante e il suo ultimo come cantante, anche se ha fatto bene a se stesso quando Bubblegum ha finito per produrre un cantante emergente di nome Barry Manilow.