Maná: il primo popolare gruppo rock latino del messico

Forse una delle band latine di maggior successo e riconoscibili ad avventurarsi nel genere "rock en Espanol" era un gruppo fuori dal Messico chiamato Maná, composto da Fher Olvera come cantante, Juan Diego Calleros al basso, Sergio Vallin alla chitarra solista e Alex Gonzalez alla batteria.

Negli anni '1980, mentre il mondo ascoltava e si esibiva rock, le band latine si stavano ancora avvicinando provvisoriamente al genere; sebbene ci fossero numerosi amanti del rock in tutto il mondo di lingua latina, le band latine stavano ancora cercando la loro strada attraverso la musica mentre eseguivano principalmente cover di famosi successi in lingua inglese.

La musica che divenne nota come 'rock en Espanol' stava incubando quando i rocker latini iniziarono a comporre canzoni originali eseguite in spagnolo con testi che raccontavano la loro esperienza, e Maná divenne la prima band a diventare grande nel genere.

Primi giorni: dal sombrero verde al mana

È difficile pensare a qualcosa che vada insieme così come il rock e gli adolescenti. Guadalajara, in Messico, non era diversa dal resto del mondo in questa ipotesi poiché tre di questi giovani, ispirati dal movimento rock underground di Guadalajara, si sono riuniti per formare una band. Gli amici musicalmente affini erano il cantante Ferdinand "Fher" Olvera ei fratelli Juan Diego Calleros (basso) e Ulises Calleros (chitarra), che si chiamavano "Sombrero Verde" o "Green Hat" in inglese.

Il Sombrero Verde è stato più fortunato di molte band simili; firmarono un contratto discografico e pubblicarono 2 album: "Sombrero Verde" nel 1981 e "A Ritmo de Rock" nel 1983, ma la loro fortuna sembrò svanire poiché nessuno dei due album riscosse davvero molto entusiasmo e le vendite dei dischi non erano niente di cui scrivere a casa .

Nel 1985, Olvera e la compagnia si sono riorganizzati con l'aggiunta di un batterista, Alex Gonzales, e un nuovo nome, Maná, che prende il nome dal termine polinesiano per "energia positiva". Quattro anni dopo, firmarono con la Warner Music e pubblicarono "Falta Amor" nel 1989. L'album fu lento a prendere piede ma, con l'aiuto del brano "Rayando El Sol", l'album iniziò a guadagnare popolarità con il pubblico.

Trovare popolarità negli anni '1990

Nel 1992, il membro originale della band Ulises Calleros lasciò la formazione e alla fine divenne il manager della band. Per il loro prossimo album, "Donde Jugaran Los Ninos?" ("Where Will the Children Play"), Maná ha aggiunto il tastierista Ivan Gonzalez e il chitarrista Cesar Lopez. L'album è stato la svolta di Mana con oltre un milione di vendite e 97 settimane nelle classifiche latine di Billboard.

Gonzalez e Lopez non rimasero a lungo con la band e Maná si mise in viaggio come trio composto dai musicisti originali. Nel 1995 la band torna ad esibirsi come quartetto con l'aggiunta di Sergio Vallin alla chitarra. Vallin è stato selezionato per il ruolo dopo una vasta ricerca di talenti che si è conclusa con la scoperta di Vallin ad Aguascalientes, in Messico.

Il nuovo quartetto ha pubblicato "Cuando Los Angeles Lloran" ("When the Angels Cry") nel 1996 e gli è valsa la prima nomination ai Grammy Awards. L'album ha anche generato i singoli di successo "Dejame Entrar", "No Ha Parado de Llover" e "Hundido En Un Rincon".

La fondazione selva negra

Con la loro popolarità e il loro successo crescenti, Maná ha affrontato un tema a loro caro: l'ambiente. Hanno costituito nel 1995 la Fondazione Selva Negra, finanziando e sostenendo importanti progetti volti alla salvaguardia dell'ambiente.

Rimanendo in tema, la band ha poi pubblicato "Suenos Liquidos" ("Liquid Dreams") nel 1998. Con il mare intorno a Puerto Vallarta come ispirazione, "Suenos Liquidos" ha mescolato rock con vari ritmi latini, dalla bossa nova al flamenco.

Con esso, Maná ha raggiunto un nuovo livello di popolarità; l'album ha ricevuto un'uscita simultanea in tutto il mondo in 36 paesi e ha assegnato alla band la prima vittoria dei Grammy Awards. Conteneva anche i singoli di successo "El Muelle de San Blas", "Hechicera" e "Clavade en un Bar", che hanno eseguito in uno spettacolo speciale "MTV Unplugged" nel 1999.

Nell'ultimo decennio, la popolarità di Mana ha continuato a crescere. Con l'uscita di "Amar Es Combatir" nel 2006 e "Ardo El Cielo" nel 2008 - che hanno raggiunto quasi immediatamente il primo posto nelle classifiche latine di Billboard - la band che ha iniziato modestamente a Guadalajara oltre 1 decenni fa è ora facilmente una dei gruppi pop-rock più popolari nel mondo di lingua spagnola.