L’inchiostro indiano è un ottimo mezzo da aggiungere alla tua arte

L'India Ink è un popolare inchiostro nero utilizzato per disegnare e scrivere. È divertente lavorare con esso e ci sono molte cose che un artista può farci. Tipicamente utilizzato per i disegni a penna e inchiostro, questo è un ottimo mezzo per artisti raffinati interessati al controllo e ai dettagli nelle loro opere d'arte.

Cos'è l'inchiostro di india?

L'inchiostro India (o indiano) è tradizionalmente un inchiostro nero carbone mescolato con gomma e resina che viene modellato in bastoncini. Si pensa che il nome "inchiostro di India" sia un termine improprio che ha avuto origine in Europa quando questo inchiostro - in realtà dalla Cina - è stato importato attraverso le Indie.

L'inchiostro nella sua forma solida ci è familiare come i bastoncini di inchiostro cinese usati per Sumi-e. La forma liquida è venduta come inchiostro indiano, anche se il suo nome francese è "Encre de Chine", che significa inchiostro cinese.

Utilizzo di inchiostro di china per la grafica

Utilizzate per scrivere e disegnare, le formulazioni di inchiostro di India di solito includono un solvente (glicole etilenico) e un legante (tradizionalmente gommalacca). Questo si asciuga resistente all'acqua e dà una linea permanente, a differenza della forma tradizionale idrosolubile.

Winsor e Newton commercializzano anche un "Liquid Indian Ink" che sembra non avere solventi o leganti aggiunti, producendo una linea non impermeabile. Ciò presenta alcuni vantaggi, inclusa la capacità di "lavare" una linea di inchiostro con acqua e diluire l'inchiostro. Anche la pulizia è molto più semplice.

L'inchiostro di china viene utilizzato principalmente con le penne a pennino, alcune delle quali sono progettate per il disegno mentre altre sono migliori per i lavori di calligrafia. Le penne a pennino sono disponibili in una varietà di stili e dimensioni e ognuna ha i propri usi.

È possibile utilizzare la china anche con i pennelli. Tuttavia, è necessario selezionare attentamente la giusta combinazione di inchiostro e pennello per evitare frustrazioni.

Un inchiostro idrosolubile è una scelta molto migliore per il lavoro con i pennelli poiché l'asciugatura ritardata impedisce di rovinare i pennelli e può essere facilmente diluito. Inoltre, molti artisti dell'inchiostro hanno scoperto che i pennelli per calligrafia cinese funzionano meglio con la maggior parte degli inchiostri indiani. Le fibre sintetiche tendono a trattenere l'inchiostro e possono essere rapidamente rovinate.

Scegliere l'inchiostro di china con cui lavorare

È molto importante prestare attenzione all'inchiostro di china che stai acquistando poiché variano. Dovresti anche ricordare se uno qualsiasi dei tuoi inchiostri è solubile in acqua o meno, poiché questo è cruciale per la tua capacità di lavorare con l'inchiostro e di pulire.

Come con qualsiasi mezzo nero, l'inchiostro di china può avere tonalità diverse. Un inchiostro può avere più tonalità di base marrone mentre un altro può avere un sottotono blu. La maggior parte dei produttori noterà se un inchiostro è caldo, neutro o freddo. Tuttavia, questa non è sempre la realtà e le descrizioni possono essere alquanto generiche.

Ad esempio, un tono caldo può significare qualsiasi cosa, dal marrone al rosso, mentre un tono freddo può essere verde o blu. Avrai bisogno di sperimentare con diversi inchiostri per trovare quelli che funzionano meglio per la tua arte. È una buona idea avere una varietà a portata di mano tra cui scegliere per progetti ed effetti specifici.

Inoltre, tieni presente che inchiostri diversi sanguineranno più o meno su carte diverse. Trovare la giusta combinazione per te è semplicemente questione di sperimentazione su ritagli di carta con inchiostri vari.

Alcune aziende producono anche inchiostri indiani colorati. Diffidare della resistenza alla luce di questi perché alcuni pigmenti (anche della stessa marca) possono essere più sensibili di altri e questo influenzerà l'archiviazione del tuo lavoro.

Lavare l'inchiostro di india

Indipendentemente dal tipo di inchiostro con cui lavori, è sempre importante pulirlo subito dopo averlo usato.

Gli inchiostri impermeabili possono seccarsi all'interno dei denti e dei serbatoi di un pennino. Questo crea zoccoli difficili da rimuovere. Gli inchiostri idrosolubili sono un po 'più indulgenti, ma dovrebbero anche essere puliti immediatamente con acqua.

Per gli inchiostri resistenti all'acqua, l'acqua potrebbe non essere sufficiente. Puoi rivolgerti all'ammoniaca domestica o al detergente per vetri per rimuovere l'inchiostro. Se l'inchiostro è persistente, immergi il pennino durante la notte e usa un vecchio spazzolino da denti per pulirlo.

Mentre lavori con l'inchiostro, dovresti anche pulire regolarmente l'inchiostro dalla penna. Gli inchiostri tradizionali si asciugano rapidamente e anche pochi minuti possono portare a linee disordinate. Utilizzare un fazzoletto o un panno morbido e acqua per pulirlo rapidamente.

Tieni presente che gli artisti che lavorano con l'inchiostro devono essere meticolosi nella pulizia come lo sono nel disegnare ogni linea. Ciò preserverà i tuoi strumenti e preverrà le frustrazioni.