L’effetto di “cervello destro cervello sinistro” sull’arte

Molte persone hanno sentito parlare della teoria dell'emisfero destro e dell'emisfero sinistro, ed è da tempo una credenza popolare che gli artisti dominino il cervello destro. Secondo la teoria, il cervello destro è visivo e ci aiuta con i processi creativi.

Questo è un ottimo modo per spiegare perché alcune persone sono più creative di altre. La teoria ha anche fatto miracoli per insegnare le arti a un pubblico più ampio e sviluppare nuove tecniche per farlo. Ma qual è la verità sui due lati del cervello? Uno influisce davvero sulla nostra produzione creativa mentre l'altro ci aiuta a pensare in modo logico?

È un concetto interessante a cui pensare e che ha dominato le discussioni sull'arte per decenni. Nuove prove che smascherano la teoria non potranno che aggiungersi a questa discussione. Che sia vero o no, il concetto di cervello destro ha sicuramente fatto miracoli per il mondo dell'arte.

Qual è la teoria dell'emisfero destro del cervello sinistro?

Il concetto di cervello destro e cervello sinistro si è sviluppato dalla ricerca alla fine degli anni '1960 di uno psicobiologo americano Roger W. Sperry. Ha scoperto che il cervello umano ha due modi di pensare molto diversi.

  • Il cervello destro è visivo ed elabora le informazioni in modo intuitivo e simultaneo. Guarda prima l'intera immagine e poi i dettagli.
  • Il cervello sinistro è verbale ed elabora le informazioni in modo analitico e sequenziale. Guarda prima i pezzi e poi li mette insieme per ottenere il tutto.

Sperry ha ricevuto un premio Nobel nel 1981 per le sue ricerche. Per quanto divertente sia pensare alla teoria dell'emisfero destro del cervello sinistro, da allora è stata etichettata come uno dei grandi miti del cervello. In realtà, entrambi gli emisferi del nostro cervello lavorano insieme per una varietà di compiti, incluso il pensiero creativo e logico.

In che modo la teoria del cervello destro e sinistro del cervello è rilevante per gli artisti

Utilizzando la teoria di Sperry, si è ipotizzato che le persone con un cervello destro dominante siano più creative. Questo ha senso secondo il concetto di cervello destro e sinistro.

  • Quando inizi un dipinto, devi essere in grado di visualizzare il dipinto finale nella tua mente (il cervello destro che lavora dal tutto).
  • Quindi sviluppi il dipinto, scegli gli elementi, abbina e mescola i colori, posiziona le ombre e le luci, ecc. (Il cervello destro lavora su varie cose contemporaneamente).
  • Allo stesso tempo, devi essere in grado di guardare in modo critico a ciò che hai fatto e stai facendo (il cervello sinistro è analitico).

Sulla base di questa teoria, se sai che il tuo pensiero è dominato dal cervello destro o sinistro, puoi quindi decidere deliberatamente di usare il modo di pensare del cervello destro nella tua pittura o disegno. È sicuramente meglio che lavorare con il pilota automatico. Provando una strategia diversa probabilmente sarai sorpreso dai diversi risultati che puoi produrre.

Tuttavia, se la teoria è un mito, puoi davvero addestrare il tuo cervello a lavorare in modo diverso? Proprio come puoi imparare a dipingere, è possibile cambiare certe abitudini del cervello, e non importa quale sia la scienza dietro questo. Succede e puoi controllarlo. Lascia che gli scienziati si preoccupino degli aspetti tecnici; ci sono quadri da creare!

Puoi imparare a usare un modo di pensare dell'emisfero destro semplicemente cambiando i comportamenti e mettendo in pratica le idee e rimanendo consapevole del tuo processo di pensiero. Lo facciamo per tutta la vita (ad esempio, smettere di fumare, mangiare meglio, alzarsi dal letto per dipingere, ecc.), Quindi è davvero importante che non sia proprio il nostro cervello destro a prendere il sopravvento sul nostro pensiero? Assolutamente no.

Il fatto che gli scienziati abbiano scoperto che non esiste una dominanza del cervello destro non influisce sul modo in cui funziona effettivamente il cervello. Possiamo continuare a crescere, imparare e creare nello stesso modo in cui facevamo prima di conoscere la verità.

Il "disegno sul lato destro del cervello" di Betty Edwards

Un perfetto esempio di artisti che si allenano per cambiare il loro modo di pensare e quindi il loro approccio all'arte è il libro di Betty Edwards, Drawing on the Right Side of the Brain. La prima edizione è stata pubblicata nel 1980 e dall'uscita della quarta edizione nel 2012, il libro è diventato un classico nel mondo dell'arte.

Edwards ha applicato i concetti di cervello destro e sinistro per imparare a disegnare, ed è rilevante oggi come lo era quando lo ha scritto (e la teoria è stata accettata come un fatto). 

Ha proposto tecniche in base alle quali è possibile accedere consapevolmente al lato destro del cervello durante il disegno. Questo può aiutarti a disegnare o dipingere ciò che vedi piuttosto che ciò che sai. Un approccio come quello di Edwards funziona davvero e ha aiutato molte persone che in precedenza credevano di non essere in grado di disegnare.

Gli artisti dovrebbero davvero essere grati che Sperry abbia sviluppato la sua teoria. Per questo motivo, persone creative come Edwards hanno sviluppato esercizi che promuovono la crescita del pensiero creativo e nuovi modi per insegnare le tecniche artistiche.

Ha reso l'arte accessibile a un gruppo completamente nuovo di persone che stanno esplorando i loro lati creativi anche se non diventano artisti praticanti. Ha anche insegnato agli artisti ad essere più consapevoli del loro processo di pensiero e del loro approccio al loro lavoro. Nel complesso, il cervello destro è stato ottimo per l'arte.