Le migliori citazioni di carl sagan sulla religione

Astronomo, attivista e romanziere, Carl Sagan non ha esitato a condividere le sue opinioni sul mondo, in particolare dando diverse citazioni sul tema della religione. Il famoso scienziato è nato il 9 novembre 1934 in una famiglia di ebrei riformati. Secondo quanto riferito, suo padre, Samuel Sagan, non era molto religioso, ma sua madre, Rachel Gruber, praticava attivamente la sua fede.

Sebbene Sagan abbia attribuito a entrambi i suoi genitori di averlo trasformato in uno scienziato - si è innamorato dell'universo da bambino - ha ammesso di non sapere nulla di scienza. Da bambino iniziò a fare viaggi da solo in biblioteca per conoscere le stelle perché nessuno poteva spiegargli la loro funzione. Ha paragonato la lettura delle stelle a una "esperienza religiosa". Era una descrizione appropriata dato che Sagan rifiutava la religione tradizionale a favore della scienza. 

Sagan potrebbe essere stato ateo, ma questo non gli ha impedito di parlare ampiamente di religione. Le citazioni che seguono rivelano i suoi pensieri su Dio, la fede e altro ancora.

Sulla fede

Sagan ha suggerito che le persone credessero in Dio per riaccendere la meraviglia dell'infanzia e perché è bello credere che qualcuno stia cercando l'umanità. Non era tra quelle persone.

La fede chiaramente non è sufficiente per molte persone. Vogliono prove concrete, prove scientifiche. Desiderano ottenere il sigillo di approvazione scientifico, ma non sono disposti a sopportare i rigorosi standard di prova che conferiscono credibilità a quel sigillo. Non puoi convincere un credente di niente; poiché la loro convinzione non è basata su prove, si basa su un profondo bisogno di credere. [Dr. Arroway in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985] La mia fede è forte, non ho bisogno di prove, ma ogni volta che arriva un nuovo fatto conferma semplicemente la mia fede. [Palmer Joss in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985), pagina 172.] La vita non è che uno scorcio momentaneo della meraviglia di questo universo sbalorditivo, ed è triste vedere così tanti sognarlo nella fantasia spirituale. 

La rigidità della religione

La religione è rimasta rigida, anche di fronte a prove che hanno dimostrato che era sbagliata, credeva Sagan. Secondo lui:

Nella scienza accade spesso che gli scienziati dicano: "Sai che è davvero un buon argomento; la mia posizione è sbagliata, 'e poi cambiano idea e non sentirai mai più quella vecchia visione da parte loro. Lo fanno davvero. Non accade così spesso come dovrebbe, perché gli scienziati sono umani e il cambiamento a volte è doloroso. Ma succede tutti i giorni. Non riesco a ricordare l'ultima volta che è successo qualcosa del genere in politica o religione. [Carl Sagan, discorso programmatico del 1987 CSICOP] Le principali religioni sulla Terra si contraddicono a destra ea sinistra. Non potete essere tutti corretti. E se tutti voi aveste torto? È una possibilità, sai. Devi preoccuparti della verità, giusto? Ebbene, il modo per vagliare tutte le diverse contese è essere scettici. Non sono più scettico sulle tue credenze religiose di quanto lo sia su ogni nuova idea scientifica di cui sento parlare. Ma nel mio lavoro si chiamano ipotesi, non ispirazione e non rivelazione. [Dr. Arroway in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985), p. 162.]

Agli estremi è difficile distinguere la pseudoscienza dalla religione rigida e dottrinaria. [carl sagan, su dio

Sagan ha rifiutato l'idea di Dio e le percezioni di un tale essere nella società. Egli ha detto:

L'idea che Dio sia un maschio bianco di grandi dimensioni con una barba fluente che siede nel cielo e registra la caduta di ogni passero è ridicola. Ma se per Dio si intende l'insieme delle leggi fisiche che governano l'universo, allora chiaramente esiste un tale Dio. Questo Dio è emotivamente insoddisfacente ... non ha molto senso pregare la legge di gravità. In molte culture è consuetudine rispondere che Dio ha creato l'universo dal nulla. Ma questo è solo un tempismo. Se desideriamo coraggiosamente perseguire la domanda, dobbiamo ovviamente chiederci da dove viene Dio? E se decidiamo che questo non ha risposta, perché non salvare un passaggio e concludere che l'universo è sempre esistito? [Carl Sagan, Cosmos, p. 257] Tutto ciò che non capisce, signor Rankin, lo attribuisce a Dio. Dio per te è dove spazzerai via tutti i misteri del mondo, tutte le sfide alla nostra intelligenza. Spegni semplicemente la mente e dici che è stato Dio. [Dr. Arroway in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985), p. 166.]

Molte affermazioni su dio sono fatte con sicurezza da teologi su basi che oggi almeno suonano pretestuose. thomas aquinas ha affermato di dimostrare che dio non può creare un altro dio, o suicidarsi, o fare un uomo senza anima, o anche fare un triangolo i cui angoli interni non sono uguali a 180 gradi. ma bolyai e lobachevsky furono in grado di compiere quest'ultima impresa (su una superficie curva) nel diciannovesimo secolo, e non erano nemmeno approssimativamente dèi. [carl sagan, scrittura

Sagan credeva che la Bibbia e altri testi antichi non rappresentassero bene Dio. Egli ha detto:

Quello che sto dicendo è che se Dio avesse voluto inviarci un messaggio e gli scritti antichi fossero l'unico modo in cui poteva pensare di farlo, avrebbe potuto fare un lavoro migliore. [Dr. Arroway in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985), p. 164.] Vedete, le persone religiose - la maggior parte di loro - pensano davvero che questo pianeta sia un esperimento. Questo è ciò a cui si riducono le loro convinzioni. Un dio o un altro aggiusta e fruga sempre, scherza con le mogli di commercianti, dà pastiglie sulle montagne, ti ordina di mutilare i tuoi figli, dice alla gente quali parole possono dire e quali parole non possono dire, facendo sentire le persone in colpa per il divertimento se stessi, e così. Perché gli dei non possono andarsene abbastanza bene da soli? Tutto questo intervento parla di incompetenza. Se Dio non voleva che la moglie di Lot guardasse indietro, perché non l'ha resa obbediente, così lei avrebbe fatto quello che le aveva detto suo marito? O se lui non avesse reso Lot così s ... forse lei lo avrebbe ascoltato di più. Se Dio è onnipotente e onnisciente, perché non ha iniziato l'universo in primo luogo in modo che sarebbe uscito come voleva? Perché ripara e si lamenta costantemente? No, c'è una cosa che la Bibbia chiarisce: il Dio biblico è un produttore sciatto. Non è bravo nel design; non è bravo nell'esecuzione. Sarebbe fuori mercato se ci fosse concorrenza. [Sol Hadden in Carl Sagan's Contact (New York: Pocket Books, 1985), p. 285.]

vita dell'aldilà

Sebbene l'idea di una vita ultraterrena piacesse a Sagan, alla fine rifiutò la possibilità di averne uno. Egli ha detto:

Mi piacerebbe credere che quando morirò vivrò di nuovo, che alcuni pensieri, sentimenti, ricordi di parte di me continueranno. ma per quanto io voglia crederlo, e nonostante le antiche tradizioni culturali mondiali che affermano un'aldilà, non so nulla che suggerisca che sia più che un pio desiderio. il mondo è così squisito con così tanto amore e profondità morale, che non c'è motivo di ingannare noi stessi con belle storie per le quali ci sono poche prove valide. molto meglio mi sembra, nella nostra vulnerabilità, guardare la morte negli occhi ed essere grato ogni giorno per la breve ma magnifica opportunità che la vita offre. [carl sagan, 1996 - "nella valle dell'ombra", rivista di parata. se venissero annunciate delle buone prove per la vita dopo la morte, sarei ansioso di esaminarle; ma dovrebbero essere dati scientifici reali, non semplici aneddoti. come con la faccia su Marte e i rapimenti alieni, meglio la dura verità, dico, che la confortante fantasia. [carl sagan, ragione e religione

Sagan ha parlato a lungo della ragione e della religione. Credeva nel primo ma non nel secondo. Ecco cosa aveva da dire:

Uno di primo piano In una democrazia, le opinioni che turbano tutti a volte sono esattamente ciò di cui abbiamo bisogno. Dovremmo insegnare ai nostri figli il metodo scientifico e la Carta dei diritti. [Carl Sagan e Ann Druyan]

Pensa a quante religioni tentano di convalidarsi con la profezia. Pensa a quante persone si affidano a queste profezie, per quanto vaghe, per quanto non realizzate, per sostenere o sostenere le loro convinzioni. Eppure è mai esistita una religione con l'accuratezza profetica e l'affidabilità della scienza? [Carl Sagan, (Quando gli viene chiesto semplicemente se accettano l'evoluzione, il 45% degli americani risponde di sì. La cifra è del 70% in Cina.) Quando il film Jurassic Park è stato mostrato in Israele, è stato condannato da alcuni rabbini ortodossi perché ha accettato l'evoluzione e perché insegnava che i dinosauri vivevano cento milioni di anni fa - quando, come è chiaramente affermato in ogni cerimonia di matrimonio ebraico, l'Univers