La storia e lo sviluppo del pattinaggio in linea

Ci sono cimeli storici del pattinaggio sul ghiaccio che risalgono al 3000 a.C. Ma i pattini a rotelle in linea probabilmente hanno avuto origine molto più tardi in Scandinavia o nel Nord Europa, dove il pattinaggio sul ghiaccio era un modo semplice per percorrere brevi distanze. All'inizio del XVII secolo, questi primi olandesi si chiamavano skeelers e in inverno pattinavano sui canali ghiacciati. Alla fine hanno usato una forma primitiva di pattino a rotelle, realizzata attaccando bobine di legno a una piattaforma per consentire viaggi simili nei climi più caldi.

Il primo pattino in linea ufficialmente documentato apparve effettivamente a Londra nel 1760. La progressione dal trasporto a un sostituto del pattinaggio sul palco, al pattinaggio ricreativo, al pattinaggio fitness e infine agli sport competitivi in ​​linea è stata strettamente collegata allo sviluppo della tecnologia del pattino in linea .

Seguiamo gli sviluppi e i miglioramenti tecnologici che sono stati apportati ai pattini in linea originali che hanno portato all'attrezzatura comoda e talvolta altamente specializzata utilizzata dai pattinatori in linea oggi.

Il Museo Nazionale del pattinaggio a rotelle è stato la fonte di molti dei fatti storici in questo articolo.

1743

Il primo riferimento documentato al pattinaggio in linea o a rotelle è stato lasciato da un artista teatrale londinese. L'inventore di questi pattini, che probabilmente erano un design in linea, è sconosciuto e si perde nella storia.

1760

Il primo inventore noto di un pattino a rotelle in linea fu John Joseph Merlin. Merlino è nato il 17 settembre 1735 a Huys, in Belgio. È cresciuto fino a diventare un produttore di strumenti musicali e un affermato inventore meccanico. Una delle sue invenzioni era un paio di pattini con un'unica linea di piccole ruote metalliche. Indossava i pattini come trovata pubblicitaria per promuovere il suo museo e fin dall'inizio fermarsi è stato un problema. Si ritiene che una delle sue acrobazie da sala sia finita in un drammatico schianto contro un muro a specchio a causa di questo difetto. Per il secolo successivo, le ruote dei pattini a rotelle hanno seguito l'allineamento del design in linea.

1789

L'idea del pattino in linea arrivò in Francia nel 1789 con Lodewijik Maximilian Van Lede e il suo skate che chiamò patin a terre che dal francese si traduce in "pattini da terra" o "pattini da terra". I pattini di Van Lede consistevano in una piastra di ferro con ruote di legno attaccate. Era uno scultore all'Accademia di Bruges a Parigi ed era considerato molto eccentrico.

Nel 1819 il primo pattino in linea fu brevettato e gli inline rimasero fino al 1863 quando furono sviluppati i pattini a due assi. Questi pattini quad hanno permesso un maggiore controllo e la loro popolarità si è diffusa rapidamente in Nord America ed Europa. Il quad skate a quattro ruote ha rapidamente dominato l'industria della produzione di skate. Alcune aziende hanno continuato a progettare pattini utilizzando le ruote in una linea, ma non sono state prese sul serio.

1818

A Berlino, in Germania, i pattini a rotelle in linea sono stati utilizzati in un balletto per le mosse di pattinaggio sul ghiaccio quando era impossibile avere il ghiaccio su un palco. Il balletto intitolato Der Maler oder die Wintervergn Ugungen: “The Artist or Winter Pleasures”. Il pattinaggio sul ghiaccio era uno dei piaceri invernali simulati dai pattinatori a rotelle. Nessuno sa che tipo di pattini sono stati usati.

1819

Il Petitbled, il primo pattino a rotelle brevettato, era un inline. Questo brevetto fu rilasciato a Parigi, in Francia, nel 1819. L'invenzione di M. Petitbled prevedeva tre ruote in linea che erano di legno, metallo o avorio. Pensava che il suo pattino in linea avrebbe permesso a un pattinatore di simulare le mosse di pattinaggio sul ghiaccio, ma la costruzione delle ruote non lo permetteva e le ruote continuavano a slittare sulle superfici dure.

1823

Robert John Tyers, un pattinatore sul ghiaccio di Londra, ha brevettato un pattino chiamato Rolito con cinque ruote in una singola fila sul fondo di uno scarpone. Le ruote centrali erano più grandi delle ruote su entrambe le estremità del telaio per consentire a un pattinatore di manovrare spostando il suo peso, ma il Rolito non poteva seguire un percorso curvo come i pattini in linea oggi.

1828

Un altro brevetto per pattini a rotelle fu rilasciato in Austria nel 1828 ad August Lohner, un orologiaio viennese. Fino ad allora, tutti i design erano stati per pattini in linea, ma questa versione era come un triciclo, con due ruote dietro e una davanti. Ha anche aggiunto un cricchetto per evitare che il pattino rotoli all'indietro.

In Francia, Jean Garcin ha ottenuto un brevetto per il "Cingar". Il nome è stato creato invertendo le sillabe del suo cognome. Il Cingar era un pattino in linea con tre ruote. Garcin ha aperto una pista di pattinaggio, ha insegnato pattinaggio e ha persino scritto un libro intitolato Le Vrai Patineur ("The True Skater"). Garcin ha dovuto chiudere la sua pista a causa del numero di infortuni sul pattinaggio ai clienti.

1840

Monsieur e Madame Dumas, ballerini professionisti, guidarono uno spettacolo di pattinaggio a rotelle al Teatro Port Saint Martin di Parigi nel 1840.

La taverna Corse Halle, vicino a Berlino, ospitava bariste che servivano gli avventori sui pattini a rotelle. Ciò era necessario a causa delle grandi dimensioni delle birrerie in Germania in questo momento.

1849

Il primo utilizzo di successo di uno skate con le ruote in una linea fu registrato nel 1849 da Louis Legrange, che li costruì per simulare il pattinaggio sul ghiaccio nell'Opera francese "Le Prophete". Questi pattini avevano grossi problemi perché i pattinatori che li usavano non potevano manovrare o fermarsi. 

1852

L'inglese J. Gidman ha presentato domanda di brevetto per i pattini a rotelle dotati di cuscinetti a sfera. Ha dovuto aspettare 30 anni per vederli in uso sui pattini.

1857

Piste pubbliche di pattinaggio a rotelle aperte nella Floral Hall e nello Strand di Londra.

1859

Il pattino Woodward è stato inventato a Londra nel 1859 con quattro ruote in gomma vulcanizzata su ciascun telaio per una migliore trazione rispetto alle ruote in ferro su un pavimento in legno. Come il Rolito, questi pattini avevano ruote centrali più grandi delle ruote finali per facilitare la sterzata, ma questo non risolveva problemi di manovra. Questo pattino è stato utilizzato da Jackson Haines, il fondatore del pattinaggio artistico moderno, per le mostre.

1860

Reuben Shaler, un inventore di Madison, nel Connecticut, ha sviluppato uno skate progettato per risolvere il problema della manovrabilità. Shaler ha brevettato un Parlour Skate, il primo brevetto per pattini a rotelle rilasciato dall'ufficio brevetti degli Stati Uniti. Questo pattino aveva quattro ruote attaccate da perni a un gancio che assomigliava ai telai in linea di oggi. Hanno offerto un anello di gomma o di pelle sulle ruote per consentire loro di aderire alla superficie di pattinaggio. Questi pattini in linea non hanno mai preso piede.

1863

James Plimpton ha iniziato la storia dei pattini a rotelle quad. Quando ha inventato i pattini quad, hanno fornito un controllo maggiore rispetto ai modelli in linea ed erano molto più facili da usare. Plimpton ha messo un paio di ruote davanti e un altro dietro. Mise le ruote sui perni, in modo che potessero girare indipendentemente dal telaio e inserì dei cuscini di gomma, in modo che i pattinatori potessero inclinarsi nella direzione delle loro curve.

1866

I primi pattini Plimpton si fissavano alla scarpa, ma i design migliorati utilizzavano invece cinghie con fibbie. Plimpton ha installato una pista di pattinaggio nella sua attività di arredamento a New York, ha noleggiato i pattini ai clienti, ha fondato la New York's Roller Skating Association, ha introdotto test di abilità di pattinaggio, ha gestito piste di pattinaggio nel nord-est e ha viaggiato per dare lezioni. Quattro anni dopo, le medaglie dei test di competenza venivano assegnate in 20 paesi in cui venivano utilizzati i pattini Plimpton.

1867

Il pattino Cingar di Jean Garcin ebbe una breve rinascita all'Exposition Universelle del 1867 a Parigi. Ma alla fine tutti i pattini a rotelle in linea divennero obsoleti dopo che il pattino "quad" di Plimpton divenne popolare.

1876

William Bown ha brevettato un design per le ruote dei pattini a rotelle a Birmingham, in Inghilterra. Il progetto di Bown si è sforzato di mantenere separate le due superfici portanti di un asse, fisse e mobili.

È stato brevettato un design di fermapiede che ha aiutato i pattinatori a smettere di rotolare inclinando il pattino in punta. I fermapiedi sono ancora utilizzati oggi sui pattini in linea e sulla maggior parte dei pattini quad.

1877

Bown ha lavorato a stretto contatto con Joseph Henry Hughes, che ha brevettato gli elementi di un sistema di cuscinetti a sfere o rulli regolabili simile al sistema utilizzato nelle ruote da skate e skateboard odierne.

1884

Levant M. Richardson ha ottenuto un brevetto per utilizzare cuscinetti a sfera in acciaio nelle ruote da skate per ridurre l'attrito e consentire ai pattinatori di aumentare la velocità con il minimo sforzo. L'invenzione delle ruote con cuscinetti a sfera ha permesso ai pattini di rotolare con facilità e ha fatto pesare meno le scarpe da pattinaggio.

1892

Walter Nielson di New York ha ottenuto il brevetto per una "combinazione di pattini su ghiaccio e rotelle". I suoi pattini a 14 ruote avevano un'iscrizione brevettata che suggeriva che "un pad di gomma, pelle o materiale simile dovrebbe essere posizionato ... in modo che quando il pattinatore desidera fermarsi, è solo necessario premere il pad ... contro il pavimento o il terreno. " Questo suggerimento per fermare i tamponi era in anticipo sui tempi.

1884

Levant M. Richardson ottiene un brevetto per i cuscinetti a sfera in acciaio nelle ruote da skate. Questi cuscinetti riducono l'attrito, quindi i pattinatori possono andare più veloci con meno sforzo.

1898

Nel 1898, Levant Richardson fondò la Richardson Ball Bearing and Skate Company, che forniva i pattini alla maggior parte degli skater professionisti dell'epoca.

La fine dell'Ottocento ei primi anni del Novecento hanno segnato la comparsa di pattini-ciclo con strutture simili ai pattini moderni in linea. Sono stati inventati in risposta alla necessità di pattinare su tutti i tipi di superficie e sono stati il ​​primo passo nello sviluppo di pattini fuoristrada utilizzando ruote o pneumatici in gomma. Più tardi nel secolo emersero gli inline moderni.

1900

La Peck & Snyder Company brevetta un pattino in linea con due ruote nel 1900.

1902

Oltre 7,000 persone hanno assistito alla serata di apertura della pista di pattinaggio pubblica del Coliseum a Chicago.

1905

John Jay Young di New York City crea e brevetta un pattino in linea a lunghezza regolabile con morsetto.

1910

The Roller Hockey Skate Company progetta un pattino in linea a tre ruote con una scarpa in pelle e la ruota posteriore sollevata per consentire al pattinatore di ruotare sulla ruota centrale. Questo inline è stato realizzato per l'hockey su pista dalla Roller Hockey Skate Company di New York City nel 1910 con stivali della Brooks Athletic Shoe Company.

1930 secondi

The Best-Ever Built Skate Company produce un pattino in linea con tre ruote posizionate vicino al suolo.

I brevetti originali per i pattini in linea Jet per l'allenamento su ghiaccio cross furono depositati negli anni '1930. Una loro pubblicità fu pubblicata in un numero del 1948 di Popular Mechanics.

1938

Christian Siffert, di Deerfield, Illinois, brevetta un design per un pattino in linea poco costoso, che potrebbe non solo essere utilizzato sui marciapiedi, ma anche convertirsi in ruote a spigoli vivi, sul ghiaccio. Il Jet Skate, afferma l'annuncio, è "l'unico pattino con i freni per fermarsi velocemente". Questa affermazione era probabilmente falsa poiché a quel tempo erano stati inventati e brevettati diversi freni per i pattini a rotelle. Il freno Jet Skate assomigliava molto ai freni del tallone di oggi ed è stato progettato per essere utilizzato allo stesso modo. I freni sono sempre stati un problema di progettazione per i produttori di skate.

1941

I pattini in linea moderni iniziano ad apparire nei Paesi Bassi.

1953

Il primo brevetto statunitense per i pattini in linea moderni, creato per comportarsi come corridori su ghiaccio con ruote ammortizzate e ammortizzate individualmente, è stato concesso con il numero di brevetto US 2644692 nel luglio 1953 a Ernest Kahlert di Santa Ana, CA. Sono apparsi nel numero di aprile 1950 di "Popular Mechanics" e nel numero di aprile 1954 di "Popular Science".

Un pattino in linea con 2 ruote rotonde in gomma artificiale e nessun freno è stato sviluppato dalla Rocker Skate Company di Burbank, in California. È stato pubblicizzato in "Popular Science" nel numero di novembre 1953 e in "Popular Mechanics" nel numero di febbraio 1954. Gli annunci li descrivevano come "silenziosi, veloci e buoni per le fermate e le svolte".

1960

La Chicago Skate Company cerca di commercializzare un pattino in linea simile all'attrezzatura odierna, ma era traballante, scomodo e i freni non erano affidabili.

Un pattino in linea USSR è stato realizzato nel 1960 con 4 ruote e un fermapiede. Sembrava avere una costruzione solida ed è simile ad alcuni degli attuali pattini in linea con fermapiedi anteriori a forma di ruota.

1962

Un pattino in linea dall'aspetto pesante chiamato "Euba-Swingo" è stato prodotto dalla società Euba in Germania. Questo pattino era disponibile montato in modo permanente su uno scarpone o come pattino clamp-on. I pattini Euba-Swingo erano rocker, avevano un fermapiede anteriore e venivano usati per l'allenamento di pattinaggio artistico sulla terraferma.

I pattini in linea sono apparsi anche nel film russo Королева бензоколонки (1962) a circa 9 minuti e 23 secondi dall'inizio del film. 

1964

Una pubblicità su una rivista mostra BiSkates, un altro pattino in linea inteso come alternativa all'allenamento sul ghiaccio.

1966

La Chicago Roller Skate Company produce il suo pattino in linea con uno scarpone. Il pattino in linea che ha influenzato Scott Olson è stato uno skate della Chicago Roller Skate Company del 1966. Questi pattini presentavano quattro ruote in linea con la ruota anteriore e quella posteriore che si estendevano oltre lo scarpone come una lama di pattino da ghiaccio, e hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo del pattinaggio in linea.
In Germania, Friedrich Mayer ha ottenuto un brevetto per il suo pattino in linea. Nessuno era interessato all'epoca, a causa della popolarità dei pattini a rotelle quad, dotati di due ruote per asse, una scarpa di tela e un tappo nella parte anteriore.
In Inghilterra, si sviluppò il Tri-Skate, uno skate con tre ruote, scarpe di cuoio alte e un tappo davanti e, secondo articoli olandesi su questo argomento, fino a 100,000 paia di pattini in linea (non necessariamente tutti i Tri-Skate) erano venduto in Olanda e paesi limitrofi. Questo è accaduto prima dello sviluppo di RollerBlade e dovrebbe essere considerato un grande successo. I dettagli delle origini del Tri-Skate sono incerti. Il design è americano o olandese, i telai sono stati realizzati in Inghilterra da Yaxon (un produttore di giocattoli) e gli stivali sono stati realizzati in Italia. Ciò significa che i pattini sono stati venduti anche in quei paesi.

1972

Nel 1972, Mountain Dew tentò di vendere "Skeeler" di Mettoy in Canada. Questo pattino in linea a tre ruote è stato sviluppato per giocatori di hockey e pattinatori di velocità russi. Gli Skeelers, un altro nome per pattinaggio o skater, erano le prime versioni dei pattini in linea odierni e venivano prodotti in taglie per adulti e bambini. Le celebrità che li hanno provati come acrobazie pubblicitarie includevano il ballerino Lionel Blair e il corridore Derek Ibbotson, che aveva stabilito un record mondiale per il miglio nel 1957.

1978

Gli Speedys, un prodotto della SKF, erano un pattino in linea con scarponi morbidi, telaio e quattro ruote. Sfortunatamente, il mercato della fine degli anni '70 non era pronto per gli sport in linea e la produzione fu interrotta.

1979

Scott e Brennan Olson, fratelli e giocatori di hockey di Minneapolis, Minnesota, trovano un paio di pattini a rotelle in linea di Chicago e iniziano a ridisegnarli utilizzando materiali moderni. Aggiungono ruote in poliuretano, fissano i telai agli scarponi da hockey su ghiaccio e aggiungono un freno in gomma al nuovo design. Le modifiche erano destinate all'allenamento di hockey su ghiaccio quando il ghiaccio non è disponibile. Dopo oltre 200 anni di tentativi ed errori, il pattinaggio in linea è pronto per emergere.

1980

Scott e Brennan Olson fondarono Ole's Innovative Sports che divenne Rollerblade, Inc. dopo aver venduto pattini in linea senza alcun freno ai giocatori di hockey che erano i primi ad adottarli. I fratelli Olson hanno introdotto un nuovo fenomeno di pattinaggio che non è mai stato eguagliato nella storia degli sport su rotelle. Il termine corretto da usare per descrivere questo pattinaggio è pattinaggio a rotelle in linea o pattinaggio in linea, ma Rollerblade ha avuto un tale impatto che il nome è diventato sinonimo di questo sport nonostante il fatto che Rollerblade sia un produttore di pattini in linea.

Lo stile moderno dei pattini di velocità in linea è stato sviluppato come sostituto del pattino da ghiaccio e utilizzato da un atleta russo che si allena sulla terraferma per i suoi eventi olimpici di pattinaggio di velocità su pista lunga. Una foto del pattinatore americano Eric Heiden che usa i pattini di Olson per allenarsi per le Olimpiadi del 1980 su una strada nel Wisconsin è stata pubblicata sulla rivista Life.

I fratelli Olson hanno adottato e adattato il design in linea di Chicago nel corso degli anni e hanno causato un'attrazione pubblica per il pattinaggio a rotelle che è stato difficile da eguagliare nella storia di questo sport. Il nome Rollerblade è diventato pattinaggio in linea per la maggior parte delle persone, mettendo in ombra molti altri produttori di pattini in linea e tralasciando gran parte della storia precedente del pattinaggio a rotelle e in linea.

1982

Nel 1982, Scott Olson ha aggiunto il puntale al suo pattino in linea ma ha scoperto che non funzionava bene.

1984

Nel 1984, Scott Olson aggiunge un freno al tallone per aiutare i principianti a superare la paura di non essere in grado di fermarsi.

L'uomo d'affari di Minneapolis Bob Naegele, Jr. ha acquistato la società di Olson e alla fine è diventata Rollerblade, Inc. Questa non è stata la prima azienda a produrre pattini in linea, ma Rollerblade ha ampliato il pattinaggio in linea per includere più di semplici giocatori di hockey offrendo pattini comodi con pattini affidabili e facili -per utilizzare i freni. Questo ha introdotto milioni di sport di pattinaggio in linea.

1986

Rollerblade, Inc., inizia a commercializzare i pattini come attrezzature per il fitness e il tempo libero.

1989

Rollerblade, Inc. ha prodotto i modelli Macro e Aeroblades, i primi pattini fissati con tre fibbie invece di lunghi lacci che necessitavano di infilatura.

1990

Rollerblade, Inc. è passata a una resina termoplastica rinforzata con vetro (poliammide durethan) per i suoi pattini, sostituendo i composti di poliuretano che erano stati precedentemente utilizzati. Ciò ha ridotto il peso medio dei pattini di quasi il cinquanta percento.

Nel 1990, gli sviluppatori di pattini in linea si sono di nuovo impegnati a trovare design e materiali che permettessero ai pattinatori di simulare una maggior parte delle manovre di pattinaggio artistico e di danza su ghiaccio e quad. I pattinatori hanno scoperto i vantaggi competitivi dei pattini in linea, in particolare una maggiore velocità. I progettisti di skate hanno anche iniziato a esplorare le dimensioni delle ruote e l'allineamento del telaio. Tuttavia, la maggior parte dello sviluppo durante questo decennio era destinato all'hockey su ghiaccio e all'allenamento incrociato di velocità sul ghiaccio per i pattinatori

1993

Rollerblade, Inc. ha sviluppato la tecnologia ABT o Active Brake. Un palo in fibra di vetro era attaccato ad un'estremità alla parte superiore dello stivale e all'altra estremità a un freno in gomma e incernierato al telaio sulla ruota posteriore. Il pattinatore ha dovuto raddrizzare una gamba per fermarsi, spingendo il palo nel freno, che poi ha toccato il suolo. I pattinatori avevano già inclinato il piede all'indietro per entrare in contatto con il terreno, prima dell'ABT, quindi questo nuovo design dei freni ha migliorato la sicurezza.

Pat McHale assicura i brevetti statunitensi ed europei per un pattino in linea multiuso nel 1993. Questo design di skate presenta ruote in linea sfalsate che creano un bordo interno-esterno con stabilità laterale per il controllo dei bordi simili alle lame da ghiaccio.

Nel 1993, altri due inventori, Bert Lovitt e Warren Winslow, lavorano insieme per inventare un pattino fuoristrada che utilizza 2 ruote angolate.

1995

L'azienda italiana Risport ha introdotto il telaio "Galaxie" a 3 ruote e un pattino a 3 ruote in linea economico di livello base interamente in plastica: "Kiria" in bianco e "Aries" in nero. Un altro modello con struttura in metallo e stivale in plastica si chiamava “Vega”. Tutti questi pattini in linea sono stati progettati con fermapiedi. Risport ha anche scoperto che un telaio piatto a 3 ruote può comportarsi come un telaio oscillante semplicemente utilizzando una ruota molto più dura al centro, dividendo così in modo non uniforme il peso del pattinatore tra di loro.

L'azienda di articoli sportivi K2, Inc. presenta un design di scarponi morbidi che nella maggior parte degli aspetti dello sport (eccetto il pattinaggio aggressivo) è diventato il design più comune. Questa azienda promuove anche fortemente il design di scarponi morbidi per il fitness. Nel 2000, la maggior parte dei produttori di skate ha seguito l'esempio, anche se lo scarpone rigido è ancora preferito dagli skater aggressivi.

Diederik Hol vede un annuncio in una bacheca secondo cui il produttore olandese offre una formazione di ricerca di sei mesi sulla progettazione di un pattino applauso. Ha visto l'opportunità di sviluppare qualcosa con il potenziale di stabilire nuovi record mondiali e ha utilizzato il progetto come trampolino di lancio per la sua carriera nell'ingegneria del design. Si è laureato avendo lavorato sullo skate Rotrax, un telaio a più cerniere che garantisce una spinta più potente e quindi una maggiore velocità.

John Petell, presidente di Harmony Sports Inc., contatta Nick Perna, un allenatore classificato come master PSA, per testare un prodotto retrofit che hanno chiamato PIC. Il dispositivo PIC® collegato ai pattini in linea convenzionali per consentire ai pattinatori di figura di eseguire mosse di pattinaggio artistico che richiedono una punta che non sarebbe altrimenti possibile sui pattini in linea convenzionali.

Un inventore francese di nome Jean-Yves Blondeau ottiene un brevetto per la sua tuta Rollerman a 31 ruote (nota anche come Wheel Suit o Buggy Rollin) nel 1995. Questa tuta è progettata con ruote molto simili alle ruote da skate in linea posizionate con cura sulla maggior parte delle principali articolazioni del corpo, sul busto e anche sulla schiena.

1997

I pattini in linea e gli accessori per il pattinaggio diventano un'industria internazionale da miliardi di dollari, con quasi 26 milioni di americani partecipanti.

Lovitt & Winslow depositano la loro prima domanda di brevetto per la loro invenzione di pattini fuoristrada con 2 ruote angolate.

1998

La collaborazione tra Nick Perna e John Petell ha portato allo sviluppo di un telaio da pattinaggio artistico in linea rocker. Il brevetto finale per il pattino PIC è stato pubblicato il 14 aprile 1998. Un totale di 23 rivendicazioni sono state concesse dall'esaminatore del brevetto, ma l'elemento chiave per il PIC e altri pattini simili è l'angolo di punta che rispecchia da vicino l'angolo di punta sul ghiaccio pattini. I plettri in metallo frastagliati sui pattini da ghiaccio sono usati per picchiare i salti e assistere il gioco di gambe, e questo pattino in linea ha le stesse capacità tramite il PIC brevettato. 

Il pattino Rollerblade Coyote è stato introdotto nel 1997 come il primo vero pattino fuoristrada del settore. Gli pneumatici riempiti d'aria sono stati progettati per assorbire gli urti, trazione e versatilità sul terreno.

1999

Lovitt & Winslow incorporano la nuova società LandRoller per produrre e commercializzare i loro nuovi pattini con ruote angolate.

Sportsline International offre a Diederik Hol la possibilità di progettare un'intera nuova linea di prodotti di pattini. Dopo meno di un anno di pensieri e concetti di disegno dedicati, ha progettato quella che ora è conosciuta come Mogema Dual Box.

2000

Il pattinaggio di figura in linea si sviluppa come uno strumento di allenamento fuori dal ghiaccio per i pattinatori sul ghiaccio ed emerge come un evento competitivo negli sport a rotelle. Alcuni produttori, come Triax / Snyder, rispondono fornendo le opzioni di equipaggiamento necessarie per il pattinaggio artistico.

2002

Nel novembre del 2002, dopo i primi campionati mondiali di pattinaggio di figura in linea in Germania, l'allenatore di Chien-Hao Wang visita Arthur Lee per discutere i danni ai pattini in linea di Wang e richiedere lo sviluppo di un telaio di pattinaggio di figura in linea migliore.

Tre anni dopo aver realizzato il suo primo schizzo, Diederik Hol convince il Rollerblade World Team e altri a utilizzare Mogemas ai Campionati mondiali in linea in Francia. 45 pattinatori hanno vinto le medaglie d'oro, d'argento e di bronzo su Mogemas.

2003

Il prototipo di Snow White Inline di Arthur Lee è completo.

2004

Snow White sponsorizza due pattinatori taiwanesi, Chia-Hsiang Yang e Chia-Ling Hsin, per i Campionati mondiali in linea 2004 a Fresno, CA. Kadu, allenatore di Gustavo Casado Melo e Adrian Baturin, e la signora Yasaman Hejazi, allenatore della Iran Inline Figure Skating Federation, sono tra i primi allenatori a utilizzare i telai Biancaneve.

2005

La tecnologia Angled Wheel di LandRoller si allontana dai tradizionali design in linea con due grandi ruote angolate fuori linea montate lateralmente che scorrono a cavallo della linea centrale dello stivale e mantengono un baricentro basso.

2006

La tecnologia Wheel Anti-Reversing è stata sviluppata da Bruce Honaker per aiutare i nuovi pattinatori in linea consentendo loro di mantenere entrambi i pattini a terra e paralleli l'uno all'altro. Questo crea comfort e stabilità man mano che si guadagna lo slancio. Viene eliminata anche la paura di rotolare all'indietro sui pendii. Il dispositivo può essere rimosso dopo che le abilità di pattinaggio si sono sviluppate.

2013

Brian Green e la Cardiff Skate Company offrono un pattino regolabile con una configurazione a tre ruote unica e un sistema di frenata che è promosso come più stabile e più conveniente di qualsiasi altro pattino sul mercato.

Flex Brake, il sistema di frenata leggero di Ben Wilson progettato per adattarsi alla maggior parte dei pattini da velocità in linea o da fitness, il sistema DXS Inline Skating Disk Brake di Alex Bellehumeur ei freni attivati ​​al polpaccio Gravity Master di Craig Ellis ravvivano l'interesse per la tecnologia di arresto dei pattini in linea.