La storia del “palco per spettacoli americani”

Dopo essere stato presentato in anteprima il 7 ottobre 1952 sulla stazione televisiva pubblica di Filadelfia WFIL-TV, "American Bandstand" (originariamente "Bandstand") divenne uno dei movimenti televisivi più influenti dagli anni '1950 agli anni '1980. Anche se sai già che l'American Bandstand della ABC era MTV prima di MTV (o anche YouTube prima di YouTube), la portata della sua influenza, se presa tutta in una volta, è ancora fenomenale. Con doo-wop, teen idols, rock psichedelico, disco e persino hip-hop, Dick Clark e il suo spettacolo erano lì per tutto questo. Ma ci sono voluti un po 'di fortuna e un po' di coraggio per farlo andare in onda in primo luogo.

Un inizio difficile

All'inizio di ottobre 1952, uno spettacolo di danza condotto da Bob Horn fu presentato per la prima volta sulla WFIL-TV di Filadelfia, prendendo il formato del popolare programma radiofonico in diretta "sala da ballo" e puntando una telecamera su di esso. Originariamente intitolato "Bandstand", il primo episodio del 7 ottobre mostrava un trapianto a New York e l'ex annunciatore Dick Clark che suonava dischi come il primo DJ video in assoluto.

Lo spettacolo è andato in onda settimanalmente, ricevendo una popolarità limitata a Philadelphia. Quattro anni dopo, il 9 luglio 1956, Horn fu arrestato per guida sotto l'influenza proprio mentre la sua stazione era nel mezzo di una denuncia in corso sulla guida in stato di ebbrezza. A Clark è stato immediatamente chiesto di assumere compiti di hosting a tempo pieno.

Nel corso dell'anno successivo, Clark ha presentato il programma alla società madre di WFIL-TV ABC come un modo semplice ed economico per attirare la fascia demografica giovanile, che ABC desiderava disperatamente prendere di mira. Li convinse a usare il suo spettacolo per riempire il loro ambito pomeriggio e nacque una sensazione nazionale.

Prima nazionale

Il 5 agosto 1957, la ABC mandò in onda la prima trasmissione nazionale di "American Bandstand", ancora filmata dal vivo a Filadelfia, dalle 3:30 alle 4:00 (EST). È diventato un successo immediato e due giorni dopo Paul Anka è diventato il primo artista a fare il suo debutto nazionale durante un'apparizione televisiva cantando la sua nuova canzone "Diana".

Entro il 7 ottobre 1957, la popolarità dello spettacolo era già così alta che la ABC decise di aggiungere un'altra mezz'ora e spostare "American Bandstand" in prima serata di lunedì. Clark ha cercato di insistere sul fatto che il suo pubblico principale - "casalinghe e adolescenti" - era occupato a fare altre cose a quell'ora della notte, ma i produttori lo ignoravano. Lo spettacolo è caduto clamorosamente e lo spettacolo è stato spostato di nuovo al suo primo orario diurno.

Per tutto il resto degli anni '1950, "American Bandstand" ha caratterizzato una serie di atti famosi tra cui il debutto di Paul Simon e Art Garfunkel (22 novembre 1957), Jerry Lee Lewis (18 marzo 1958) e Dion and the Belmonts (agosto 7, 1958). Notoriamente, Buddy Holly fece la sua ultima apparizione televisiva nel programma, imitando "It's So Easy" e "Heartbeat" il 7 agosto 1958, pochi mesi prima del tragico incidente aereo che pose fine alla sua vita. Nel febbraio 1958, il numero di spettatori giornalieri aveva già raggiunto 8,400,000, facendo di "American Bandstand" il programma televisivo più apprezzato della ABC. Entro la fine degli anni '1950, divenne lo spettacolo diurno più popolare su qualsiasi rete.

Manie di danza degli anni Sessanta

Anche alla fine degli anni Cinquanta, Clark e il suo spettacolo ispiravano adolescenti e casalinghe a ballare, ma fu solo il 6 agosto 1960 che lo spettacolo ottenne la sua prima "mania del ballo". Quando l'ospite programmato Hank Ballard e i Midnighters non si sono presentati per eseguire la loro canzone di successo R&B "The Twist", Clark ha convinto l'amico Chubby Checker ad andare in studio rapidamente e tagliare una versione soundalike in mezz'ora. Dimostrando la danza nello spettacolo, Checker è stato premiato con un successo immediato, scatenando una mania del ballo che sarebbe durata la parte migliore di due anni.

Durante quei primi anni degli anni Sessanta, una serie di artisti famosi fecero il loro debutto nel programma. Solo nel 1960 Ike e Tina Turner, Gary "US" Bonds e Smokey Robinson and the Miracles si esibirono per la prima volta in televisione. Nel 1961, Gladys Knight and the Pips fecero il loro debutto nel programma, portando con loro un movimento di doo-wop negli Stati Uniti. Lo spettacolo continuò ad essere un successo, occasionalmente presentando in anteprima un nuovo genere o leggende che sarebbero diventate presto leggende come Aretha Franklin (agosto 1962) e Stevie Wonder di 12 anni (luglio 1963).

Il 7 settembre 1963, "American Bandstand" cessò il suo programma quotidiano e divenne uno spettacolo settimanale del sabato. Nel febbraio dell'anno successivo, Clark trasferì lo spettacolo da Philadelphia agli ABC Studios di Los Angeles. Nel corso dei sette anni successivi, lo spettacolo mantenne la sua popolarità, debuttando con molti artisti nazionali e internazionali come Sonny e Cher nel giugno 1965 e Neil Diamond nel giugno 1966, che in seguito avrebbero raggiunto ulteriore fama. Ha anche portato movimenti negli Stati Uniti come il gruppo vocale pop-soul The 5th Dimension nel giugno 1966 e le leggende britanniche The Doors nel luglio 1967. Due mesi dopo, "American Bandstand" trasmesso a colori per la prima volta, inaugurando una nuova era della televisione che sarebbe continuata negli anni Settanta.

Gli anni Settanta e Ottanta

Nel corso dei decenni successivi, "American Bandstand" ha continuato a usare il suo successo per spingere i nuovi arrivati ​​e le vecchie graffette verso un grande successo commerciale. Il 21 febbraio 1970, i Jackson 5 hanno eseguito "I Want You Back", hanno debuttato "ABC" nello show e Micheal Jackson è stato intervistato in TV per la prima volta. Un anno dopo, Michael Jackson si esibì da solo per la prima volta, cantando "Rockin 'Robin" su "Bandstand". In occasione del loro "20 ° anniversario" nel 1973, lo spettacolo andò in onda uno speciale con Little Richard, Paul Revere and the Raiders, Three Dog Night, Johnny Mathis, Annette Funicello e Cheech and Chong, mescolando i vecchi successi che hanno contribuito a creare con nuovi atti che dovevano ancora vedere la fama.

Lo speciale per il 25 ° anniversario di American Bandstand andò in onda il 4 febbraio 1977, con Chuck Berry, Seals and Crofts, Gregg Allman, Junior Walker, Johnny Rivers, The Pointer Sisters, Charlie Daniels, Doc Severinsen, Les McCann, Donald Byrd, Chuck Mangione, la maggior parte dei Booker T. e gli MG e la sua prima jam rock "all-star" ormai famosa dove tutte le star della musica della serata si sono riunite per suonare in "Roll Over Beethoven" di Berry.

Con la fine degli anni '1970 arrivò la fine della discoteca, con uno speciale spettacolo da discoteca co-condotto da Donna Summer per celebrare l'uscita del suo nuovo film "Grazie a Dio è venerdì". Nel 1979, Clark sviluppò una serie di mosse per il pubblico che si esibiva in occasione della premiere dei Village People del loro successo "YMCA", dando vita a un'altra mania della danza (che persiste fastidiosamente nelle scuole elementari degli Stati Uniti anche oggi).

Prince (1980), The Talking Heads (1979), Public Image Ltd. (1980), Janet Jackson (1982) e Wham! (1983) hanno fatto tutti il ​​loro debutto su "American Bandstand", ma l'intervista più famosa è stata quando Madonna ha fatto il suo debutto in televisione il 14 gennaio 1984, dove è stata notoriamente citata per aver detto a Clark che la sua ambizione è "governare il mondo".

Eredità e impatto

American Bandstand presentava un campionamento di quasi tutti i generi della cultura pop americana, portando l'attenzione nazionale all'integrazione razziale, alle follie della danza e alle nuove sensazioni di successo. Lo studio originale American Bandstand situato a 4548 Market Street a Philadelphia, PA è stato iscritto nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici degli Stati Uniti nel 1986 e nel 1982 Dick Clark ha donato il podio originale allo Smithsonian Institute, dove risiede ancora.

Lo spettacolo è giunto a una tragica fine poco dopo che Clark ha rifiutato la richiesta della ABC di ritagliare lo spettacolo dal suo formato di un'ora, costringendolo a spostare il programma su USA Network, consegnando le redini al nuovo arrivato David Hirsch. L'ultima trasmissione andò in onda solo sei mesi dopo, il 7 ottobre 1989, terminando una corsa di 32 anni.