La kfc serve polli mutanti?

Una voce virale circola dal 1999 avvertendo i lettori di pensarci due volte prima di acquistare un pasto nei ristoranti KFC per non ritrovarsi a consumare un prodotto sorprendentemente diverso da quello che sono stati indotti ad aspettarsi. Il cibo può assomigliare al pollo fritto e al sapore di pollo fritto - ed è fritto - ma non è vero pollo, afferma la voce. Invece, i pasti sono fatti da "organismi geneticamente manipolati" così lontani da animali reali che a KFC è legalmente vietato chiamarlo pollo. La voce è palesemente falsa, ma continua a leggere per scoprire come è iniziata, cosa sostengono le persone e i fatti della questione.

Email di esempio

La seguente e-mail, apparsa alla fine del 1999, è abbastanza rappresentativa della voce virale:

Oggetto: Boicottaggio KFC KFC fa parte delle nostre tradizioni americane da molti anni. Molte persone, giorno dopo giorno, mangiano religiosamente al KFC. Sanno davvero cosa stanno mangiando? Prima di tutto, qualcuno si è chiesto perché la società abbia originariamente cambiato nome? Nel 1991, Kentucky Fried Chicken è diventato KFC. Qualcuno sa perché? Abbiamo pensato che la vera ragione fosse a causa del problema del cibo "FRITTO". Non è. Il motivo per cui lo chiamano KFC è perché non possono più usare la parola pollo. Perché? KFC non utilizza polli reali. In realtà usano organismi geneticamente manipolati. Questi cosiddetti "polli" sono tenuti in vita da tubi inseriti nei loro corpi per pompare sangue e sostanze nutritive in tutta la loro struttura. Non hanno becco, né piume né piedi. La loro struttura ossea viene drasticamente ridotta per ottenere più carne da loro. Questo è ottimo per KFC perché non devono pagare così tanto per i loro costi di produzione. Non c'è più spiumatura delle piume o rimozione del becco e dei piedi. Si prega di inoltrare questo messaggio a quante più persone possibile. Insieme possiamo fare in modo che KFC inizi a usare di nuovo il pollo reale.

Kfc risponde: assurdo

Il ristorante ha sentito le voci e ha risposto nel 2016 in un post sul suo sito web intitolato "La vera storia del cambio di nome KFC":

I miti moderni sono strani. Uno di loro dice che abbiamo cambiato il nostro nome in KFC perché non potevamo più usare la parola "pollo". Assurdo. Pollo, pollo, pollo. Vedere? Siamo ancora chiamati Kentucky Fried Chicken; abbiamo iniziato a usare KFC perché c'erano meno sillabe. Nel 1991, Kentucky Fried Chicken ha deciso di cambiare nome in KFC. Perché, dopo 39 anni di successi, una catena di ristoranti di fama mondiale dovrebbe cambiare nome? Forse perché KFC è solo più facile da dire con la bocca piena. O forse KFC si adatta meglio ai segni. In realtà, volevamo far sapere ai nostri clienti che avevamo di più per loro da gustare oltre al pollo fritto, e molti ci chiamavano già KFC, come era molto più facile da dire. La verità è che non abbiamo fatto un ottimo lavoro nello spiegare il cambio di nome di KFC, che ha lasciato la porta aperta alle persone per essere creative con il motivo. E ragazzo lo hanno fatto! Poco dopo il cambio di nome, una catena di posta elettronica - era il 1991, ricordiamolo - iniziò a diffondere la voce secondo cui Kentucky Fried Chicken usava polli geneticamente modificati e fu costretto a rimuovere la parola "pollo" dal suo nome.

Il mito del "pollo mutante" è stato sfatato

Il blog Swallowing the Camel è pienamente d'accordo con KFC e ha smentito succintamente la leggenda metropolitana con alcuni punti convincenti:

  • KFC non alleva nemmeno i propri polli; la catena acquista da numerosi fornitori che vendono pollo a molti altri ristoranti, supermercati e catene di fast food.
  • Nessuno ha costretto il Kentucky Fried Chicken a cambiare nome. La saggezza comune è che il cambio di nome fosse parte di uno sforzo di rebranding dei primi anni '90 progettato per minimizzare la parola "fritto" (e forse la parola "Kentucky").
  • La parola "pollo" appare ancora nel menu KFC, quindi ovviamente la catena usa ancora il pollo.
  • Nessuno ha ancora capito come produrre pollame senza zampe / senza becco.

Tuttavia, le voci si rifiutano di morire, da qui il post KFC del 2016 sul suo sito web. I consumatori devono solo conoscere i fatti, affermano i funzionari della KFC. "Dopo tutto, compriamo i nostri polli dalle stesse fonti che fanno i consumatori ordinari", ha osservato il portavoce dell'azienda Michael Tierney quando le voci hanno iniziato a circolare. "Ne compriamo solo molti di più."