La fuga barocca: storia e caratteristiche

La fuga è un tipo di composizione polifonica o tecnica compositiva basata su un tema principale (soggetto) e linee melodiche (contrappunto) che imitano il tema principale. Si ritiene che la fuga si sia sviluppata dal canone apparso durante il XIII secolo. Il canone è un tipo di composizione in cui le parti o le voci hanno la stessa melodia, ognuna inizia in un momento diverso. La fuga trae le sue radici anche dalle canzoni d'insieme del XVI secolo e dai ricercari del XVI e XVII secolo.

La fuga ha diversi elementi diversi

  • esposizione - La prima sezione della fuga in cui viene affermato il soggetto.
  • Oggetto - Il tema principale o l'idea principale; la prima affermazione del soggetto è di solito da una sola voce.
  • Risposta - La seconda affermazione del soggetto trasposta in chiave dominante; può essere una risposta reale o una risposta tonale. La risposta è solitamente accompagnata da contrappunto con una voce diversa.
  • controsoggetto - Contrappunto che accompagna costantemente il soggetto.
  • Episodio - Sezione o passaggi di transizione tra la riaffermazione del soggetto. L'episodio può contenere materiale simile o diverso dal soggetto o contro soggetto.
  • Punto di pedale - Un tono che viene mantenuto mentre le altre voci producono armonie diverse.

I compositori utilizzano tecniche diverse per variare l'argomento

  • Stretto - Quando il soggetto e la risposta si sovrappongono o quando il soggetto viene imitato prima che sia completato.
  • aumentare - Allungare il valore ritmico di un soggetto.
  • diminuire - Accorciare il valore ritmico di un soggetto.
  • Inversione - Inversione degli intervalli del soggetto.

A volte una fuga può essere confusa come un round, tuttavia, questi due sono molto diversi. In una fuga, una voce presenta il soggetto principale e poi può procedere a materiale diverso, mentre in un round c'è un'esatta imitazione del soggetto. Inoltre, la melodia di una fuga è in scale diverse, mentre in un round la melodia è nelle stesse altezze.

Le fughe sono introdotte da preludi. "The Well-Tempered Clavier" di Johann Sebastian Bach è il miglior esempio di fuga. "The Well-Tempered Clavier" è diviso in due parti; ogni parte è composta da 24 preludi e fughe in tutte le tonalità maggiori e minori. Altri compositori che hanno composto fughe includono:

  • Wolfgang Amadeus Mozart - "Fuga in do minore per due pianoforti", K 426
  • Ludwig van Beethoven - "Grosse Fuge in si bemolle maggiore per quartetto d'archi", Opus 133
  • Cesar Franck - "Preludio, Corale e Fuga per pianoforte"
  • Johannes Brahms - "Variazioni e fuga su un tema di GF Handel"
  • Dmitry Shostakovich - "24 preludi e fughe per pianoforte"

Ulteriori informazioni sulla fuga sono discusse nei seguenti siti Web:

  • Basato sugli studi della Fondazione Hugo Norden sulla fuga
  • Anatomia di una fuga