La fiducia della famiglia di Michael Jackson

Quando Michael Jackson morì inaspettatamente il 25 giugno 2009, lasciò tre figli minori, Michael Joseph "Prince" Jackson, Jr., Paris Katherine Michael Jackson e Prince Michael "Blanket" Jackson II. Fortunatamente per loro, ha anche lasciato un piano immobiliare che includeva un testamento e un testamento e un fondo revocabile chiamato Michael Jackson Family Trust.

Michael Jackson Family Trust

Poiché il piano patrimoniale di Michael Jackson è un piano patrimoniale basato sulla fiducia, al contrario di un piano patrimoniale basato sulla volontà, il suo ultimo testamento e il suo ultimo testamento - indicato dagli avvocati di pianificazione patrimoniale come un testamento di versamento - è un documento relativamente breve composto da soli cinque pagine. Ciò significa che il Michael Jackson Family Trust è il vero documento governativo della proprietà di Michael Jackson.

Michael Jackson ha firmato il contratto di fiducia originale il 1 ° novembre 1995, ma il contratto di fiducia governativo che esisteva al momento della morte di Jackson nel giugno 2009 era una versione completamente modificata e riformulata firmata da lui il 2 marzo 2002.

Un avvocato di lunga data della famiglia Jackson, John Branca, il dirigente musicale John McClain e il contabile Barry Siegel sono stati nominati per servire come co-fiduciari del trust. Barry Siegel ha firmato una lettera il 26 agosto 2003, in cui si rifiutava di servire come co-trustee, lasciando Branca e McClain a servire come co-trustee. Entrambi servono ancora oggi in questa funzione e sono co-esecutori della tenuta di Michael Jackson.

In circostanze normali, l'accordo fiduciario dovrebbe rimanere un documento privato che solo i membri della famiglia e coloro nominati nel trust possono leggere, ma a causa della fama di Michael Jackson, una copia del Michael Jackson Family Trust è stata rilasciata al pubblico circa un anno dopo la morte del cantante.

Sintesi delle disposizioni del trust familiare

Ecco un riepilogo che elenca i contenuti dell'accordo di 21 pagine del Michael Jackson Family Trust:

  1. Il primo 20% del patrimonio di Michael Jackson deve essere lasciato a uno o più enti di beneficenza per bambini selezionati da un comitato composto dalla madre di Jackson, Katherine Jackson, e dai co-amministratori John Branca e John McClain. Il comitato può scegliere tra enti di beneficenza esistenti o istituire uno o più enti di beneficenza per soddisfare questo lascito.
  2. Il saldo dei beni del trust rimanenti dopo il pagamento di tasse di successione, spese mediche, spese funerarie, parcelle legali e altri costi sostenuti per saldare la proprietà di Jackson deve essere distribuito equamente al 50% tra i tre figli di Jackson: Prince, Paris e Blanket, e il 50% a Katherine Jackson.
  3. La quota del 50% di Katherine Jackson deve essere detenuta in un fondo fiduciario a vita a suo beneficio con John Branca e John McClain che fungono da co-fiduciari. I co-fiduciari hanno la completa discrezione su quando il reddito e il capitale possono essere distribuiti per provvedere alla "cura, sostegno, manutenzione, conforto e benessere" di Katherine Jackson. Alla morte di Katherine Jackson, l'equilibrio della sua fiducia sarà diviso equamente tra Prince, Paris e Blanket.
  4. Le azioni dei bambini saranno detenute in trust separati anche con John Branca e John McClain che fungeranno da co-fiduciari. Fino a quando ogni figlio raggiunge i 21 anni, le distribuzioni sono lasciate alla completa discrezione dei co-trustee. A 21 anni, ogni bambino riceverà tutto il reddito netto dalla propria fiducia e dal proprio principale se i co-fiduciari stabiliscono che il reddito netto non è sufficiente a fornire al bambino "cure, sostegno, mantenimento e istruzione ragionevoli". Ogni bambino riceverà un terzo del capitale fiduciario rimanente a titolo definitivo a 30 anni, un'altra metà a titolo definitivo a 35 e il saldo rimanente a titolo definitivo a 40. Inoltre, i co-trustee hanno la facoltà di accelerare le distribuzioni principali se un bambino ha bisogno di fondi per acquistare una casa, avviare una famiglia o avviare un'impresa. Questo lascerà Katherine Jackson, che è stata nominata tutrice dei bambini nell'agosto 2009, in balia dei co-amministratori quando si tratta di chiedere fondi per sostenere i bambini.
  5. Se Michael Jackson non fosse sopravvissuto a sua madre o ai suoi figli o ad altri discendenti, come nipoti o pronipoti, dopo che il 20% era stato ritagliato per enti di beneficenza per bambini, il saldo doveva essere diviso equamente tra tre dei cugini di Jackson: Levon Jackson , Elijah Jackson e Anthony Jackson e tre dei figli di suo fratello Tito: Taj Jackson, Taryll Jackson e TJ Jackson. Queste azioni dovevano essere detenute in trust separati nello stesso modo previsto per i figli di Jackson.
  6. Se Branca, McClain e Siegel non erano tutti disponibili a servire come fiduciari, allora NationsBank, ora nota come Bank of America, è stata nominata per servire come trustee successore. Poiché Branca e McClain erano disponibili a servire e di fatto servono, hanno il potere di nominare uno o più individui per servire come loro successori, eliminando così il diritto della Bank of America di servire come trustee successore.