Intervista con l’attore scott speedman su ‘underworld’

Scott Speedman ha esordito nel cinema con il cortometraggio Can I Get a Witness, proiettato al Toronto International Film Festival del 1996. Nato a Londra ma cresciuto a Toronto, Speedman ha attirato l'attenzione del pubblico americano con il ruolo di Ben nella serie TV Felicity, al fianco di Keri Russell.

Il regista di Underworld Len Wiseman aveva visto Speedman in Felicity, ma quello che lo ha venduto su Scott è stato il suo atteggiamento nei confronti del progetto. "Scott prende tutto sul serio in questo film e vuole che sia il più reale possibile", ha commentato Wiseman.

Braccato da un clan di lupi mannari

Nei panni del giovane medico Michael Corvin in Underworld del 2003, Speedman è braccato da un clan di lupi mannari. Questa caccia attira l'attenzione della vampira Selene (Kate Beckinsale) che viene in aiuto del dottor Corvin mentre cerca di scoprire cosa c'è di Corvin che lo rende un bersaglio dei lupi mannari.

Mentre la sua ricerca medica si svolgeva per conto suo in un ospedale di Budapest, i realizzatori hanno sottoposto Speedman a corsi di formazione per prepararlo alle sequenze d'azione.

“Combatto come una ragazza, quindi ho dovuto farlo. È stato divertente. Ero davvero entusiasta di fare quelle cose, più l'allenamento del filo che le persone che colpiscono. È stato davvero divertente essere tirato su in aria e fingere di sapere cosa stai facendo ", ha scherzato Speedman, aggiungendo:" Non ero così male. Ho delle cicatrici sulla schiena per essere stato trascinato. Una volta c'era un chiodo per terra e mi stavano tirando sui fili. Gli stuntmen sono così macho che sono andato a mostrarglielo e loro hanno detto, "Sì, qualunque cosa." Non ottieni alcuna simpatia. "

Il personaggio vampiro di Kate Beckinsale, Selene

Il personaggio di Beckinsale è esperto con le armi, quindi l'attrice ha subito un addestramento speciale con le pistole. Il personaggio di Scott non ha bisogno di avere quell'abilità, quindi la sua personale mancanza di conoscenza delle armi ha funzionato a suo favore. Lei spiegò,

“Posso portare una pistola una volta nel film e non sapevo cosa stavo facendo, ed era appropriato. Sono la "ragazza". Ogni volta che ho questo sguardo scioccato sul mio viso e lei mi getta a terra. Sto urlando di terrore. Quando lo stavo guardando ho pensato, "Wow, che strano." Mi sta bene. Sono contento di non aver dovuto sapere cosa stavo facendo con le pistole. È stato facile per me. "

La sfida di un set cinematografico

Forse la cosa più difficile da fare per Speedman è stata sedersi per cinque ore di trucco da lupo mannaro. Ha detto che era una sfida e che il set era preoccupato perché ha una personalità iper. Quando i truccatori sono al lavoro, tendono a parlare con gli attori mentre li modellano ed eseguono la loro abilità artistica. Speedman spiega: "Se ti muovi, diventano un po 'nervosi. Sono rimasto piuttosto affascinato [dal] guardarli]."

Speedman si è divertito così tanto sul set che è tornato per il sequel del 2006, Underworld: Evolution. Ha detto che i tipi di recitazione più difficili erano le sue parti preferite, dal trucco alle sequenze di grandi combattimenti. Questi tipi di scene erano divertenti ma stimolanti per lui. Ha spiegato: "Non ho mai fatto niente del genere e non pensavo che l'avrei fatto a meno che non fosse buono. Mi ci è voluto molto tempo per riposarmi e superarlo". Speedman ha anche detto che il lavoro può essere estenuante e può diventare ossessivo, ma lo motiva comunque a lavorare sodo per fare bene il lavoro.