Il movimento gutter punk o crust punk

I Gutter Punks, chiamati anche Crusties o Crust Punks, sono membri di una sottocultura punk che è spesso legata a squat, elemosina e senzatetto volontario.

Potresti vederli nelle principali aree metropolitane degli Stati Uniti, in particolare quelle con un'ampia base turistica e un clima mite, ad esempio New Orleans e Austin, in Texas. Generalmente hanno i dreadlock o i mohawk e una pletora di piercing e occasionali tatuaggi facciali. I loro vestiti sono sporchi e viaggiano in gruppo con tutte le loro cose. Molto spesso, ci saranno uno o due bastardini, che indossano una bandana e spesso si comportano meglio della marmaglia a cui appartiene. Con cartelli di cartone fatti frettolosamente, si misero a mendicare per la birra e il cibo.

Questi sono i teppisti.

La scelta del crust punk

Spesso senzatetto per scelta, tendono a viaggiare per il paese, saltando i treni merci di città in città, viaggiando verso sud per l'inverno e verso nord per l'estate. È uno stile di vita e una rete creati in movimento, con gruppi che si accumulano in nuovi squat mentre arrivano nelle nuove città. Si creano nuove amicizie che possono durare un giorno o una vita.

Chiamato anche crusties e associato al suono crust punk, il movimento è cresciuto in numero dagli anni '90. Mentre l'idea di uno squat punk è iniziata molto prima nel Regno Unito e in tutti gli Stati Uniti, l'idea del movimento punk transitorio è molto più recente. Si basa sulla vita degli hobos del passato, sebbene gli hobos raramente avessero paure o mohawk, né avessero un movimento musicale che li circondava.

La musica e la vita

Oltre alla musica tipicamente conosciuta come "crust punk", un altro tipo di scena musicale si è affezionata al movimento gutter punk. Di natura molto più popolare, condivide i suoi suoni con le radici, Americana e Gypsy Punk, in gran parte dovuto al fatto che gran parte di esso è un movimento musicale transitorio eseguito per le strade dagli stessi punk grotteschi, su strumenti acustici che viaggiano con loro come bene.

Oltre al mendicare, la maggior parte dei punk grotteschi si mantiene attraverso le immersioni nei cassonetti. Un movimento, noto anche come freeganismo, molti punk e squatter affermati e transitori mantengono questo stile di vita, non solo come mezzo per il cibo a buon mercato ma come una dichiarazione contro il consumo cospicuo della cultura del consumo, sostenendo che stanno (spesso giustamente) facendo la loro parte per ridurre il consumo sprecare e ridurre al minimo il numero di risorse che utilizzano.

La cultura

Di tutti gli aspetti della cultura punk grossolana, il freeganismo è il più organizzato, con gruppi che discutono strategie, comunità e cooperazione attraverso risorse come Freegan.info, la destinazione online. In sostanza, il freeganismo ha più sostenitori che mantengono anche una certa residenza permanente, che include l'accesso a Internet e il contatto postale. Ciò consente loro di aiutare a mantenere un più ampio senso di comunità.

Uno dei più famosi autoproclamati punk gutter è l'ex frontman dei Crimpshrine, Jeff Ott. Nel suo libro, My World: Ramblings of an Aging Gutter Punk, ha compilato estratti dalla sua zine omonima, costituiti dalle sue osservazioni e racconta la sua vita da punk senzatetto, oltre a occuparsi della tossicodipendenza e della sua successiva guarigione .

Alcuni teppisti mantengono lo stile di vita per un periodo di tempo limitato, prima di decidere di stabilirsi e integrarsi di nuovo nella vita tradizionale. Alcuni lo fanno per tutta la vita, cosa che può finire prematuramente a causa di pericoli intrinseci allo stile di vita. Un incendio del 2010 in uno squat di New Orleans ha causato la morte di otto persone di età compresa tra 17 e 29 anni, ha riferito NOLA.com. Ma come movimento, i gutter punk sono un pezzo solido, anche se disorganizzato per definizione, del puzzle della sottocultura punk.