È legale che i fratelli adottivi si sposino?

Sebbene i fratelli adottivi che desiderano sposarsi sia una situazione estremamente rara e insolita, è una possibilità. Ma è legale? La risposta breve è "no". Sembra che negli Stati Uniti e nella maggior parte del mondo, le parti che sono discendenti diretti o fratelli, inclusi i rapporti adottati (per legge), non siano autorizzati a sposarsi. In alcuni rari casi, tuttavia, potrebbero esserci delle eccezioni.

Nella maggior parte dei paesi, si crede comunemente che quando due individui condividono gli stessi genitori, indipendentemente dal fatto che uno sia stato adottato, siano fratelli di pieno diritto. Uno stato che lascia questo problema un po 'aperto è il Colorado. La formulazione dello statuto del Colorado riguardante le relazioni proibitive non include la parola "adottato", quindi i fratelli adottati che vogliono sposarsi dovrebbero seguire un impiegato di contea in quello stato.

La definizione di incesto

Sposare un fratello è considerato incesto .Dictionary.com definisce l'incesto come "rapporti sessuali tra persone strettamente imparentate". Non ci sono specifiche sulla parentela di sangue nella definizione, lasciando la questione dei fratelli adottati senza risposta. Alcuni paesi considerano i fratelli adottati come fratelli di pieno diritto e considerano incestuoso qualsiasi tipo di relazione tra loro.

L'articolo Laws Regarding Incest in the United States afferma che le leggi variano ampiamente tra le giurisdizioni per quanto riguarda sia la definizione del reato che le sanzioni per la violazione delle leggi. Pertanto è necessario ricercare le regole e i regolamenti del particolare stato e quali stati vietano il matrimonio tra fratelli adottivi e di sangue.

La prospettiva religiosa

Le diverse religioni hanno prospettive diverse su un fratello adottivo e un fratello di sangue che si sposano. La Chiesa, secondo il diritto canonico, considera un figlio adottivo come un figlio della linea di sangue della famiglia. Il canone 1094 afferma che coloro che sono imparentati, anche per adozione, non possono ottenere un contratto di matrimonio legale. Questo divieto esiste per sostenere qualsiasi legge civile e stabilità psicologica. Poiché si tratta di una legge ecclesiastica, viene assegnata dal vescovo locale dei fratelli che potrebbe fare un'eccezione se, ad esempio, il bambino adottato fosse portato in famiglia dopo che il fratello era uscito di casa.

Nel giudaismo, tuttavia, non c'è quella specifica restrizione. Sebbene sia scoraggiato, poiché il bambino adottato non fa parte del sangue ereditario della famiglia, lui o lei può sposare un fratello della loro famiglia adottiva. Potrebbe non essere considerato incesto, ma è considerato sconveniente.

Secondo la legge islamica, l'adozione è vietata e quindi l'Islam non ha leggi in materia.

Il motivo del divieto

La ragione presunta per queste leggi che proibiscono il matrimonio tra fratelli adottivi è impedire la creazione di un percepito "caos familiare". È probabile che i tuoi genitori si opporrebbero a gran voce a tale unione. È un'idea molto migliore non entrare mai in una relazione romantica di alcun tipo con un fratello adottivo, anche se questa persona è entrata nella tua vita più tardi durante l'infanzia. 

La conclusione è che nessun fratello, di sangue o di adozione, può sposarsi legalmente, né dovrebbe farlo.