Dettagli del funerale di Elvis Presley

Sebbene circolino ancora voci sul fatto che Elvis Presley potrebbe non essere morto (lo è), la massiccia convergenza di fan su Graceland a Memphis, TN, sulla scia della sua morte il 16 agosto 1977, è - se non altro - un testamento all'eredità che Elvis ha lasciato. Il presidente Jimmy Carter, dopo aver appreso della prematura scomparsa del re del rock and roll, ha rilasciato una dichiarazione lodando Elvis in quanto aveva "cambiato in modo permanente il volto della cultura popolare americana".

Un corteo funebre degno del 're'

Migliaia di fan si sono riuniti a Memphis nei giorni successivi alla morte di Elvis Presley, così tanti che il presidente Carter ha ordinato a 300 soldati della Guardia Nazionale nell'area di mantenere l'ordine. Tutti gli edifici della città di Memphis abbassarono immediatamente le loro bandiere a metà bastone. Elvis fu imbalsamato al Memphis Funeral Home e tornò a Graceland il 17 agosto 1977, dove fu organizzata nell'atrio una visione pubblica della bara, ordinata dal padre di Elvis, Vernon. Sono stati ammessi oltre 30,000 fan.

Il funerale di Elvis Presley, tenutosi il 18, è stato un affare modesto, sebbene frequentato da star come la sua co-protagonista in "Viva Las Vegas" Ann-Margret, James Brown e l'attore George Hamilton. Tenutosi nel soggiorno di Graceland, è durato dalle 2:00 alle 4:00, il pastore della Wooddale Church of Christ CW Bradley ha tenuto il sermone, che comprendeva anche una testimonianza del comico Jackie Kahane, che spesso ha aperto gli spettacoli di Elvis. Altri veterani del tour di Elvis - JD Sumner e gli Stamp, gli Statesmen e Kathy Westmoreland - hanno eseguito alcuni degli inni preferiti di Elvis, tra cui "Heavenly Father".

Sepoltura e successiva sepoltura

Più tardi quel giorno, il corpo di Elvis fu sepolto accanto a sua madre Gladys Love nel cimitero di Forest Hill. Si stima che circa 80,000 persone vennero ad assistere al corteo funebre, costeggiando la strada e portando cartelli fatti a mano che esprimevano il loro dolore per la perdita del Re. L'ultimo disco di Elvis, "Way Down", è stato in cima alle classifiche musicali degli Stati Uniti e del Regno Unito nelle settimane successive.

Alla fine di agosto dello stesso anno, un ladro ha tentato di rubare il corpo di Elvis. Di conseguenza, sia Elvis che i resti di sua madre furono trasferiti al Meditation Garden a Graceland il 2 ottobre 1977.

Avvistamenti postumi

Forse a causa di questo, molte persone hanno affermato di aver visto Elvis Presley nel corso degli anni dalla sua morte. Molti teorici della cospirazione ritengono che possa aver simulato la propria morte come trovata pubblicitaria o forse anche un modo per sfuggire alla sua mega-celebrità per ritirarsi in una vita tranquilla lontano dalla folla di fan. Nonostante queste voci, la tenuta di Elvis Presley continua fermamente ad affermare che Elvis è morto di infarto nella sua casa di Graceland nell'agosto del 1977.