Crackback: definizione e spiegazione

Il crackback è un blocco di un giocatore offensivo che di solito è posizionato lontano dal corpo principale della formazione e corre indietro verso la palla allo snap, bloccando un avversario verso la posizione originale della palla allo snap.

Il blocco sotto la vita o nella parte posteriore in questa situazione è illegale.

La differenza tra crackback e clipping

Alcune persone vengono confuse con i blocchi di crackback con il clipping.

Clipping è un blocco illegale in cui un giocatore colpisce un avversario da dietro, tipicamente all'altezza della vita o sotto.

La National Football League definisce il clipping come "l'atto di lanciare il corpo attraverso la parte posteriore della gamba di un ricevitore idoneo o caricare o cadere nella parte posteriore di un avversario sotto la vita dopo essersi avvicinato da dietro, a condizione che l'avversario non sia un corridore."

Anche il rotolamento sulle gambe di un avversario dopo un blocco è considerato un clipping.

Il ritaglio fu inizialmente vietato nel football universitario nel 1916 a causa della potenziale gravità degli infortuni, e altri campionati seguirono l'esempio negli anni successivi.  

Una punizione pericolosa

Il clipping è una delle sanzioni più pericolose e potenzialmente dannose nel calcio. Il clipping ha il potenziale per causare un'ampia varietà di lesioni al giocatore che viene tagliato. Alcuni di questi infortuni possono porre fine alla carriera e, in alcuni casi gravi, alterare la vita, poiché il giocatore che viene tagliato non è a conoscenza del colpo in arrivo e quindi non ha il tempo di prepararsi fisicamente per il colpo.

Steve Wisniewski è stato uno dei peggiori criminali di crackback nella NFL. Era anche esperto nel taglio e in altre tecniche di blocco illegali e brutali.

A distanza ravvicinata, era un vero e proprio trucchetto per gli occhi. Andava per le ginocchia e ti colpiva con colpi furtivi da dietro.

Un altro giocatore sporco che ha usato queste tecniche è stato Hines Ward. A Ward piaceva vendicarsi dei difensori che lo prendevano in giro.

C'è anche una regola che porta il suo nome, dopo che ha rotto la mascella di un linebacker principiante con un blocco vizioso e cieco.

Quella era la sua specialità, colpire i difensori quando erano concentrati altrove. Altri giocatori lo odiavano così tanto che gli hanno messo delle taglie.

Close Line Play

Sebbene in tutti gli altri casi sia illegale, il clipping è consentito in quello che viene definito "gioco in linea ravvicinata". La linea ravvicinata è l'area tra le posizioni tradizionalmente occupate dai contrasti offensivi.

Poi ci sono quegli eplay illegali che rientrano tra definizioni rigorose, che sono chiamate pene di rugosità non necessarie.

Definizione: Un gioco illegale in cui un giocatore, a giudizio degli arbitri, usa tattiche che sono al di sopra e al di là di quanto è necessario per bloccare o placcare un altro giocatore.

Esempi: La ruvidità non necessaria è un fallo personale e si traduce in una penalità di 15 yard contro la squadra in fallo.