Cos’è una fase con rake?

Nel mondo del teatro, il palcoscenico è solo uno dei tanti tipi di palcoscenico che incontrerai come attore o spettatore. Sebbene non siano comuni oggi, erano spesso usati in epoca elisabettiana e nei teatri del XIX secolo. Il gergo teatrale comune usato oggi proviene dall'era del palcoscenico rastrellato. Per attori e ballerini, esibirsi su un palco con rastrelliere presenta alcune sfide uniche.

Definizione

Un palco con rastrello è uno che è costruito su un angolo che si inclina verso l'alto e lontano dalla parte anteriore del palco, chiamato anche piazzale. Il grado del pendio, chiamato rastrello, variava ampiamente in tempi storici e poteva essere piuttosto ripido. Gli stadi con inclinazione moderna sono molto meno ripidi, di solito con un rake di 5 gradi o meno. Sono molto più comuni oggi in Europa, con le sue profonde tradizioni teatrali, che negli Stati Uniti. Una recente eccezione è stata il palcoscenico utilizzato per la versione di Broadway del musical Billy Elliot.

I teatri americani con palchi con rastrello permanente di solito venivano costruiti prima del 20 ° secolo, come la Philadelphia Academy of Music o lo storico Ford's Theatre di Washington DC.Se uno spettacolo viene messo in scena in un moderno teatro americano, è probabile che il palco con rastrello sia stato costruito appositamente per quella produzione. Questo video time-lapse di una produzione di "Cat on a Hot Tin Roof", per esempio, è un modo divertente per vedere come appare un palco con raid. 

Storia della fase rastrellata

In epoca shakespeariana, i teatri venivano costruiti con un'area aperta davanti al palco, dove gli spettatori più poveri, chiamati groundlings, stavano a guardare le esibizioni. Erano spesso turbolenti, maleducati e non pensavano a chiamare gli attori se non gli piaceva una particolare performance. I ricchi avventori erano seduti nelle gradinate per i palchi nella parte posteriore, lontano dalla marmaglia.

Rastrellare il palco ha permesso ai membri del cast di essere visti nell'azione immediata che si svolgeva più vicino al pubblico. Quando un attore doveva attraversare, stava letteralmente salendo o scendendo dal palco. Questa posizione angolata del palco ha suggerito l'uso dei termini upstage, center stage e downstage, che sono ancora in uso oggi.

I palcoscenici stessi non sono le uniche parti di un teatro che hanno utilizzato i rastrelli per migliorare la visuale e la visibilità complessiva per il pubblico. A partire dagli inizi del XX secolo, molti teatri sono stati costruiti anche con sezioni di posti a sedere per il pubblico. I posti a sedere risultanti offrono una visuale più uniforme da tutti i posti - inoltre, aiuta ad alleviare il temuto problema di essere un membro del pubblico basso seduto direttamente dietro a uno alto!

Esibirsi su un palco con rake

Per gli spettatori, un palco con rastrelliera può migliorare il senso di profondità e dimensionalità della messa in scena o della coreografia. Per gli attori e ballerini abituati a esibirsi su palchi piatti, tuttavia, un palco con rastrelliere può presentare alcune sfide. La cosa più comune è la sensazione di sentirsi fisicamente fuori equilibrio, che secondo alcuni attori può farli sentire infondati. I ballerini a volte si lamentano delle vertigini se si esibiscono su un palco con rastrelliere e il rischio di lesioni fisiche può aumentare, in particolare se la performance è fisicamente impegnativa. Tuttavia, queste sensazioni possono scomparire con il tempo man mano che un attore si abitua alla scena.

Anche il concetto di "upstaging" ha origine dal palco rastrellato. Su un palco con rake, "upstage" indica qualcuno che è, letteralmente, più in alto sul palco (quindi, più lontano dal pubblico), mentre "downstage" è una posizione più in basso sul rastrello e quindi più vicino al pubblico. Mettere in secondo piano qualcuno, nel gergo moderno, significa attirare deliberatamente l'attenzione, spesso a scapito di altri, e ha origine dai dettagli di un palcoscenico rastrellato: se un attore si sposta sul palco, il suo partner di scena che si trova più in basso dovrà probabilmente voltarsi le spalle al pubblico per rivolgersi a loro, influenzando negativamente la loro stessa performance.

Risorse e ulteriori letture

Anderson, Jack. "Raked Stages e Scoreless Dance". Il New York Times. 19 novembre 1987.

Cohen, Sara. "Il teatro di Ford allora contro adesso: perché il palcoscenico è inclinato?" Blog di teatro di Ford. Accesso 22 novembre 2017.

Fierberg, Ruthie. "Ballando fino alle ferite". Backstage.com. 29 dicembre 2009.