Cos’è una crisi di mezza età e cosa la causa?

Qualcuno una volta mi ha detto: "Se non fosse così cliché, penserei di avere una crisi di mezza età". Niente è cliché o banale su una crisi di mezza età. Se parli con uomini e donne di mezza età che hanno subito il divorzio, scoprirai che molti di loro ti diranno che il loro coniuge è cambiato dall'oggi al domani ed è diventato qualcuno che ha scartato tutto ciò che una volta era importante per lui per una nuova vita che riguardava tutto lui voleva.

Una crisi di mezza età si verifica tra i 40 ei 60 anni. È stata identificata per la prima volta dallo psicologo Carl Jung ed è una parte normale del processo di maturazione. La maggior parte delle persone sperimenterà una qualche forma di transizione emotiva durante quel periodo della vita. Una transizione che potrebbe indurli a fare un bilancio di dove si trovano nella vita e ad apportare alcune modifiche necessarie al modo in cui vivono la loro vita. La maggior parte sembra superare il processo senza intoppi senza apportare grandi cambiamenti alla vita.

Per alcuni, una crisi di mezza età è più complicata. Può essere un momento emotivamente scomodo che può portare alla depressione e al bisogno di psicoterapia.

Coloro che entrano in una crisi di mezza età potrebbero subire

  • Infelicità per la vita e lo stile di vita che può avergli fornito felicità per molti anni.
  • Noia con persone e cose che potrebbero essere state di loro interesse prima.
  • Sentire il bisogno di avventura e cambiamento.
  • Mettendo in discussione le scelte che hanno fatto nella loro vita e la validità delle decisioni prese anni prima.
  • Confusione su chi sono e dove stanno andando.
  • Rabbia nei confronti del coniuge e colpa per essersi sentiti legati.
  • Incapace di prendere decisioni su dove vogliono andare con la loro vita.
  • Dubito che abbiano mai amato il loro coniuge e risentimento per il matrimonio.
  • Un desiderio di una relazione nuova e appassionata, intima.

La maggior parte delle persone che hanno difficoltà durante la mezza età e vanno in crisi lo fanno a causa di fattori esterni. Potrebbero sperimentare uno stress nella loro vita che rende la transizione più difficile o potrebbero avere problemi dell'infanzia che non sono mai stati affrontati e che vengono a galla durante questo periodo.

3 fattori esterni che possono causare una crisi

1. Debito

È più facile accumulare debiti grazie alla disponibilità di carte di credito e prestiti. Siamo bombardati da società di carte di credito ed è facile ritrovarsi con grossi saldi dovuti. Viviamo in una società in cui è un luogo comune vivere al di sopra dei nostri mezzi. Ritrovarsi di mezza età, indebitati e affrontare la pensione può aggiungere stress a un momento già stressante della vita. Una reazione normale sarebbe quella di chiedere aiuto a una società di gestione del debito o di consolidare i prestiti. Una persona che sta trovando difficoltà emotivamente durante la mezza età potrebbe trovare più facile allontanarsi dalla propria famiglia per liberarsi di ciò che ritiene essere la causa di tutto il debito.

2. Perdita significativa

La morte di un genitore o di un familiare può causare dolore, che è abbastanza difficile da accettare, senza dover affrontare anche i sentimenti di una transizione di mezza età. Metti la perdita di una persona cara con i sentimenti che accompagnano la mezza età e l'intero processo diventa sconcertante e travolgente.

3. Personalità evitante

Se una persona ha la tendenza a evitare il conflitto nelle sue relazioni personali, soffre di sentimenti di inadeguatezza, è emotivamente distante e ha una bassa autostima, troverà più difficile navigare nella transizione di mezza età. Questo tipo di personalità ha una profonda paura di provare vergogna e rifiuto. Tali sentimenti impediranno loro di cercare aiuto se le loro emozioni diventassero travolgenti. Più che probabile, scapperanno dai loro problemi invece di cercare di trovare soluzioni a loro. È questo tipo di personalità che normalmente finisce in tribunale per il divorzio durante la mezza età.

Che ci siano fattori esterni che rendono il processo più difficile o meno, c'è un processo interno che viene attraversato. Se una persona non ha la comprensione del processo, potrebbe trovarsi a prendere decisioni irrazionali di cui in seguito potrebbe pentirsi, come lasciare un lavoro, divorziare dal coniuge e gettare via la sicurezza che ha costruito durante la prima parte della sua vita.