Cos’è un punto di fuga nell’arte?

Un punto di fuga, o punto di convergenza, è un elemento chiave in molte opere d'arte. In un disegno prospettico lineare, il punto di fuga è il punto sulla linea dell'orizzonte in cui diminuiscono le linee parallele che si allontanano. È ciò che ci permette di creare disegni, dipinti e fotografie che hanno un aspetto tridimensionale.

Il modo più semplice per illustrarlo nella vita reale è stare nel mezzo di una strada diritta. Quando lo fai, noterai come i lati della strada e le linee dipinte su di essa si incontrano in un punto dell'orizzonte. La linea centrale andrà dritta e le linee sul lato si inclineranno fino a quando non si intersecano tutte. Quel punto di intersezione è il punto di fuga.

Utilizzando un punto di fuga nell'arte

Dai un'occhiata agli oggetti nella stanza intorno a te. Gli oggetti che sono più lontani da te sembrano più piccoli e più vicini rispetto agli oggetti che si trovano nelle vicinanze. Man mano che gli oggetti si allontanano sempre più, diventano molto piccoli e alla fine convergono in un unico punto. 

Questa è una sorta di illusione ottica che tentiamo di emulare quando disegniamo un'immagine. Senza di esso, tutto sembrerebbe piatto e la scena non avrebbe profondità. Inoltre, lo spettatore non sarebbe in grado di mettere in relazione la scala e la distanza degli oggetti. 

Il modo più semplice per vederlo è in un disegno prospettico a un punto. In esso, tutte le linee orizzontali e verticali del piano primario corrono diritte con la carta. Le linee che si allontanano da noi, i lati delle scatole, la strada su cui ci troviamo, o le linee ferroviarie davanti a noi, convergono verso il centro dell'immagine. Queste sono chiamate linee ortogonali, un termine derivato dalla matematica.

Il punto centrale è il punto di fuga. Quando disegni, lo userai come bersaglio per tutti i tuoi ortogonali, e questo è ciò che dà la prospettiva del disegno.

Più di un punto di fuga

Nella prospettiva a due punti, il nostro soggetto è angolato in modo che ciascuno dei due lati, sinistro e destro, abbia il proprio punto di fuga. Nella vita reale, l'angolo tra questi si combina con il nostro punto di vista basso per far apparire i punti di fuga molto distanti.

Se stai disegnando dal vero e provi a costruire i tuoi punti di fuga, scoprirai che spesso sono fuori dalla carta. Possono anche essere fino a un metro intero sul muro o sul tavolo. Quando si lavora da una fotografia, tale distanza può cambiare a seconda dell'obiettivo utilizzato dal fotografo.

Come gestire più punti di fuga

In una prospettiva a tre punti, ciascuno dei punti di fuga può essere ancora più estremo. Questo porta a un problema su dove posizionare i punti di fuga come riferimento.

Gli artisti hanno alcuni trucchi per aiutarli a risolvere questo problema. Molti di coloro che hanno una grande esperienza immaginano semplicemente dove sono i loro punti di fuga. Questo, tuttavia, arriva con anni di pratica e una grande comprensione della prospettiva corretta.

La maggior parte delle persone troverà utile posizionare punti di fuga sui bordi del foglio. Questo deve essere fatto su un piano che è uguale a dove sarebbe normalmente il punto di fuga. Ancora una volta, ci vuole un po 'di visualizzazione per trovare questo punto.

Quando sei nuovo di zecca nella costruzione della prospettiva, sarà molto utile usare un foglio di carta in più. Mettilo sul tavolo accanto alla carta da disegno e, se necessario, fissa entrambi i pezzi con del nastro adesivo per assicurarti che non si muovano. Usa la carta di ricambio per contrassegnare il tuo punto di fuga e usala come riferimento per tutte le tue linee ortogonali.

Man mano che acquisisci esperienza con questo, analizza i tuoi disegni per trovare la posizione dei punti di fuga sulla carta da disegno. Presto potrai rinunciare del tutto al secondo foglio.