Cos’è un gioco di potere nell’hockey su ghiaccio?

Il gioco di potere nell'hockey sul ghiaccio può essere fonte di confusione per gli spettatori nuovi allo sport. In poche parole, il gioco di potere si verifica quando uno o due giocatori di una squadra vengono mandati in panca puniti, cioè sono obbligati a lasciare il ghiaccio per un certo periodo di tempo, dando così all'altra squadra un vantaggio di uno o due uomini . 

La situazione di power play esiste per due minuti o cinque minuti. La penalità di due minuti è il risultato di un'infrazione minore, mentre la penalità di cinque minuti viene inflitta per quelle infrazioni ritenute maggiori secondo le regole. 

"play" vs. "power play"

Lo stesso nome "gioco di potere" causa una certa confusione ai nuovi arrivati. Considera che una "giocata" di hockey ha lo stesso significato generale che ha nella maggior parte degli sport: le mosse che una squadra fa per avanzare di posizione e, quando possibile, segnare sull'altra squadra. Ma nell'hockey su ghiaccio, il "gioco di potere" è un concetto leggermente diverso. È la situazione stessa - quando una squadra ha un vantaggio di uno o due uomini - che si chiama "power play", non le mosse che la squadra con il vantaggio del giocatore fa durante il periodo in cui esiste quel vantaggio.

Cosa finisce?

Per una penalità minore, o di due minuti, il power play termina allo scadere del tempo di penalità, quando la squadra con il vantaggio segna, o quando la partita stessa finisce. Se due giocatori sono in panca puniti, un gol della squadra avversaria libera solo il primo giocatore penalizzato. Se la penalità è maggiore o penalità di cinque minuti, il power play termina solo allo scadere dei cinque minuti o alla fine del gioco. Un gol non pone fine a una penalità maggiore. 

Se la squadra in inferiorità numerica segna un gol, la penalità non finisce, sia che si tratti di una penalità maggiore o minore.

Molte tattiche, stessi scopi

Molti libri, articoli, blog e sessioni di strategia degli allenatori sono stati dedicati alle complessità delle tattiche di gioco di potere, ognuno con il proprio nome colorato (e per i nuovi arrivati, imperscrutabile): l'Umbrella, 1-2-2, 11-3- 3, la diffusione e così via. I dettagli di queste tattiche sono complessi, ma i loro scopi sono gli stessi:

  • Portare il disco in posizione di punteggio
  • Creazione di dinamiche di posizionamento dei giocatori che scelgono strategie di difesa 
  • Impostazione di mosse tattiche che giocano sulla mancanza della difesa di uno o più giocatori
  • Creare opportunità di tiro di qualità o quante più opportunità di tiro possibili (gli strateghi differiscono su quale di questi approcci sia il migliore).
  • Creazione di opportunità di punteggio di follow-up dopo i tiri persi 

Durante il power play, alla squadra con la mano corta è permesso di ghiacciare il disco, cioè tirarlo attraverso la linea centrale e la linea di meta della squadra avversaria senza che venga toccato. Quando le squadre sono al massimo delle forze, la liberazione vietata è un'infrazione.