Cos’è l’accordo nella musica?

Per coloro che non sono musicisti o che non hanno familiarità con la teoria musicale, un accordo è semplicemente due o più note che vengono suonate insieme allo stesso tempo. Ad esempio, se qualcuno dovesse mettere una mano su un pianoforte e premere due tasti contemporaneamente, sarebbe un accordo.

Un accordo definito

Un accordo o un gruppo di note suonate simultaneamente può creare armonia, ovvero quando due o più note si completano a vicenda. Gli accordi aggiungono consistenza a una melodia e possono persino fornire ritmo a una canzone.

Gli accordi suonati più frequentemente sono le triadi, un raggruppamento di tre, così chiamato perché consistono di tre note distinte: la nota fondamentale e gli intervalli di una terza e una quinta sopra la nota fondamentale.

Diversi tipi di accordi

Esistono molti tipi di accordi. Alcuni suonano dissonanti, cioè non armoniosi. Alcuni sono accordi di due note, altri sono più di tre note e alcuni accordi possono essere "spezzati". Diamo un'occhiata a una varietà di diversi accordi musicali.

Accordi con due note

Gli "accordi" di due note sono indicati come intervalli. Nella teoria musicale, un intervallo è la differenza tra due altezze. Un intervallo è denominato in base al numero e alla qualità. Ad esempio, una "terza maggiore" è un nome di intervallo, in cui il termine "maggiore" descrive la qualità dell'intervallo e "terza" indica il suo numero.

Il numero di un intervallo è il numero di note che racchiude. Vengono contati sia i versi che gli spazi di un rigo musicale, comprese le posizioni di entrambe le note che formano l'intervallo. Ad esempio, l'intervallo dalla nota C a G è una quinta perché il numero di note da C a G è cinque (C, D, E, F, G), che occupano cinque posizioni consecutive del pentagramma, comprese le posizioni C e G.

Il nome di ogni intervallo è ulteriormente qualificato usando i termini perfetto, maggiore, minore, aumentato e diminuito.

Accordi dissonanti

Alcuni accordi hanno qualità diverse rispetto al loro suono, che potrebbe non suonare in perfetta armonia, e queste qualità sono note come accordi diminuiti e aumentati. Possono sembrare bizzarri o sbilanciati. Questi sono "dissonanti" e sebbene questi accordi di solito non siano piacevoli all'orecchio nel senso tradizionale, sono piuttosto accattivanti se collocati strategicamente nella musica.

Accordi con più di tre note

Gli accordi possono avere più di tre note, questi accordi sono noti come accordi tetradi o terziari. Questi possono includere accordi di settima, accordi di tono aggiunti, accordi estesi, accordi di tono alterati e cluster di toni.

Accordi spezzati

Le note in un accordo spezzato non vengono suonate simultaneamente, proprio come suona, è suddiviso in una sequenza di note. Un accordo rotto può anche ripetere alcune delle note dell'accordo.

Il termine musicale arpeggio significa suonare un accordo rotto in ordine crescente o crescente. Ogni arpeggio è un accordo rotto, ma non tutti gli accordi interrotti sono un arpeggio. 

Progressioni di accordi

Una serie ordinata di accordi è chiamata progressione di accordi o progressione armonica. Le progressioni di accordi sono il fondamento dell'armonia nella musica americana e nella tradizione classica.