Cosa significa quando una donna viene chiamata puma?

Un "puma" è tipicamente definito come una donna anziana che è principalmente attratta da uomini più giovani, spesso coinvolgendo una relazione sessuale. Sebbene non ci siano età precise, la donna di solito ha 35 anni o più mentre l'uomo è più giovane di otto anni. Alcune persone considerano "cougar" un termine sessista e dispregiativo, ma il significato varia da offensivo a responsabilizzante a seconda della persona.

Considerazioni chiave: il termine gergale "Cougar"

  • I puma sono definiti come donne eterosessuali più anziane (in genere di età compresa tra 35 e 55 anni) che perseguono rapporti sessuali con uomini di otto o più anni più giovani. 
  • I matrimoni cougar sono relativamente rari: solo circa l'1.7% dei matrimoni statunitensi nel 2016 erano donne di 10 o più anni più grandi dei loro mariti. Le relazioni non permanenti sono molto più comuni per i puma: un sondaggio del 2002 ha rivelato che il 13% delle donne negli Stati Uniti di età compresa tra 35 e 44 anni ha avuto rapporti sessuali almeno una volta con un uomo di almeno cinque anni più giovane.
  • I puma possono presentare immagini sia positive che negative: sono donne indipendenti, sessualmente sicure, oppure sono donne che si sforzano di conformarsi alle norme sociali della giovinezza e della bellezza. 

La cultura popolare e la scena degli appuntamenti cougar 

Il termine "puma" è un esempio di come la cultura moderna definisce e prescrive ruoli per donne e uomini (eterosessuali) nella società; altri stereotipi simili includono Sugar Daddy e Sugar Mama. Ciò che hanno in comune, a parte la differenza di età, è uno squilibrio di potere e ricchezza, con la ricchezza e il potere detenuti principalmente dalla persona anziana. Altri termini correlati di "puma alfa", "puma beta" e "puma dolce" o "arrabbiato" sembrano essere categorie inventate da siti di incontri. 

Le relazioni cougar sono apparse nella cultura pop nel corso degli anni. Le coppie celebri composte da donne anziane e uomini più giovani includono Susan Sarandon e Tim Robbins, che avevano rispettivamente 42 e 30 anni quando hanno iniziato a frequentarsi nel 1988; Sheryl Crowe (41) e Lance Armstrong (32) nel 2003; Demi Moore (48) e Ashton Kutcher (27) nel 2005; Rachel Hunter (37) e Jarret Stoll (24) nel 2006; e Ivana Trump (59) e Rossano Rubicondi (36) nel 2008.

Storia del termine "puma"

Si dice che il primo uso documentato del termine "puma" per quanto riguarda una donna in cerca di una relazione del genere sia stato durante i discorsi negli spogliatoi di sport professionistici. Negli anni '1980, la squadra canadese di hockey sul ghiaccio dei Vancouver Canucks usava il termine per riferirsi alle donne single più anziane che partecipavano alle loro partite di hockey per inseguire i giocatori sessualmente. Il sito di incontri canadese cougardate.com è stato lanciato nel 1999 per aiutare a stabilire relazioni tra donne anziane e uomini più giovani, e nel 2001 il sito web è diventato il fulcro di una storia sul Toronto Sun. L'editorialista Valerie Gibson ha sfruttato le sue indagini su cougardate.com per scrivere un libro di auto-aiuto del 2002 intitolato "Cougar: A Guide for Older Women Dating Younger Men". 

Da quel momento, c'è stato un numero crescente di articoli di giornale e blog sull'argomento. Tali rapporti sono stati visti in programmi televisivi come "Sex and the City" (1998-2004), "Cougar Town" (2009-2015), "Lipstick Jungle" (2008-2009) e "Riverdale" (2017 - in corso ) e film come "Prime" (2005), "The Rebound" (2009), "Adore" (2013) e "The Boy Next Door" (2015). Anche le donne anziane seducenti sono presenti nella pornografia: i "puma" sono un sottogenere comune nei siti web di pornografia. Sono stati lanciati anche molti altri siti di incontri specifici per cougar, come dateacougar.com, cougarlife.com e datemrsrobinson.com, solo per citarne alcuni.

Caratteristiche del puma 

Lo stereotipo popolare di un puma è una donna eterosessuale bianca o nera non sposata di età compresa tra 35 e 55 anni. Mantiene un aspetto fisico giovanile, sia con l'esercizio fisico, i cosmetici, la chirurgia estetica o una combinazione di questi. È relativamente ricca, o almeno finanziariamente indipendente, ed esprime la sua sessualità perseguendo pubblicamente uomini più giovani per relazioni occasionali o incontri sessuali. Lo fa, dice, perché vuole un partner che apprezzi e possa soddisfare una donna sessualmente assertiva e finanziariamente indipendente.

Questo stereotipo suggerisce anche che i puma sono comunemente alla ricerca di relazioni sessuali divertenti e temporanee. Allo stesso tempo, sono percepite come donne che si sforzano di corrispondere a concezioni rigorose ed antichissime della bellezza femminile, vale a dire mantenere un aspetto giovanile e magrezza fino alla mezza età.

Statistiche

La sociologa Milaine Alarie ha compilato statistiche per la sua tesi di dottorato del 2018 sul tema delle relazioni definite da donne anziane e uomini più giovani. Ha scoperto che nel complesso, e proprio come in passato, le donne in genere sposano uomini leggermente più grandi di loro. Nel 2016, il censimento degli Stati Uniti ha riferito che le donne erano più vecchie dei loro mariti di quattro anni o più solo nel 7.9% dei matrimoni e di 10 anni solo nell'1.7% dei matrimoni. Al contrario, gli uomini sono più vecchi delle loro mogli di quattro anni o più nel 31.8% dei matrimoni e di 10 anni nel 7.4% dei matrimoni. Le statistiche canadesi sono simili.

In termini di relazioni non permanenti, tuttavia, Alarie cita un'indagine nazionale sulla crescita familiare che ha rilevato che nel 2002 almeno il 13% delle donne negli Stati Uniti di età compresa tra 35 e 44 anni aveva avuto rapporti sessuali almeno una volta con un uomo di almeno cinque anni. più giovane e il 5% con un uomo più giovane di più di 10 anni. Un terzo delle donne ha dichiarato di aver avuto rapporti sessuali con un uomo che era più vecchio di loro di cinque anni e il 14% di almeno 10 anni in più.

Pertanto, sia nei matrimoni che nelle relazioni non permanenti, la tendenza è che gli uomini sono in genere più vecchi delle loro controparti femminili. Sebbene le donne a volte siano più giovani dei loro partner - entrando nel territorio del "puma" -, è più probabile che saranno coinvolte con un uomo più giovane in una relazione non permanente, piuttosto che in un matrimonio.

Norme sociali e puma

Alarie propone che le reazioni negative alle relazioni cougar siano così forti perché violano le norme sociali di vecchia data. Ad esempio, nella cultura occidentale si presume che gli uomini apprezzino la giovinezza e la bellezza in un partner, mentre le donne apprezzino la stabilità finanziaria. Si ritiene inoltre che gli uomini abbiano impulsi sessuali più forti delle donne e ci si aspetta che stabiliscano il primo contatto, mentre le donne sono incoraggiate ad aspettare passivamente che gli uomini le scelgano. Infine, c'è l'idea che le donne anziane dovrebbero essere asessuali. Il comportamento da puma capovolge tutte queste norme sulle loro teste.

Nello studio qualitativo di Alarie su 59 donne che avevano partecipato a relazioni cougar, i risultati hanno mostrato che le donne avevano esperienze diverse delle norme sociali a seconda della loro età. Ad esempio, le donne anziane avevano meno probabilità di essere influenzate dal discorso sociale sulle relazioni cougar, erano meno preoccupate delle donne più giovani per quanto tempo sarebbe durata la relazione ed erano meno preoccupate se avrebbero perso l'opportunità di avere figli o di perdere il loro partner mentre continuavano a invecchiare.

"Cougar" è un termine dispregiativo? 

Il significato del termine "puma" sembra variare con chi parla. Sul lato positivo, i puma sono associati all'uguaglianza di genere, una conseguenza della rivoluzione sessuale e alla disponibilità di contraccettivi affidabili, che hanno dato alle donne più libertà nella scelta del partner. Sono anche una riflessione esplicita sul fatto che la sessualità non è necessariamente collegata alla gravidanza. Inoltre, un aumento di status, istruzione e reddito significa che una donna può affermarsi come la parte più potente in una relazione (nel caso in cui entrambi i partner desiderino una dinamica di potere ineguale).

Tuttavia, c'è un considerevole sottotono negativo prevalente nei media, in particolare su siti Internet come askmen.com e Urban Dictionary, dove i puma sono spesso descritti come "disperatamente aggressivi" o "disperatamente aggrappati ai giovani". I sondaggi mostrano che le donne generalmente ritengono che tale comportamento sia in definitiva pericoloso per gli uomini, per loro stesse o per entrambi. I puma sono visti come predatori di uomini incauti o vittime dell'imperativo culturale di trovare valore nel loro aspetto fisico.

Vantaggi e svantaggi 

Ci sono molte ragioni per cui le donne potrebbero scegliere di entrare in relazioni che danno loro l'etichetta di "puma". Potrebbe essere meno probabile che alla fine debba sostenere il coniuge (fisicamente o emotivamente) negli ultimi anni quando la sua salute peggiora, ma preferirebbe essere curata da sola. Le donne vivono ancora più a lungo degli uomini, quindi potrebbe essere una scelta razionale selezionare un partner più giovane. Le donne dicono anche che gli uomini più giovani apprezzano la loro indipendenza finanziaria, il loro interesse per il sesso e la loro libertà dagli stereotipi. 

Ma gli svantaggi sono gravi: c'è uno stigma sociale e gli uomini sono spesso spinti dai loro amici e dalla famiglia a trovare qualcuno più giovane. In una relazione cougar, è probabile che le donne non vogliano (più) figli quando il loro partner lo fa, e mentre molti uomini dicono che il reddito più alto del loro partner è un vantaggio, alcune ricerche mostrano che può anche portare a conflitti.

fonti 

  • Alarie, Milaine. "Al di là dello stereotipo del 'Cougar': le esperienze delle donne con relazioni intime ipogame dell'età". McGill University, 2018. Stampa.
  • Alarie, Milaine e Jason T. Carmichael. "Il fenomeno 'Cougar': un esame dei fattori che influenzano le relazioni sessuali ipogame dell'età tra le donne di mezza età." Journal of Marriage and Family 77.5 (2015): 1250–65. Stampa.
  • Graf, Allyson S. e Julie Hicks Patrick. "L'influenza degli atteggiamenti sessuali sul benessere sessuale nella mezza età e nella tarda età: età, non sesso, come fattore determinante". International Journal of Aging and Human Development 79.1 (2014): 55-79. Stampa.
  • Lawton, Zoe e Paul Callister. "Rapporti tra donne anziane e uomini giovani: il fenomeno sociale dei" puma ". Una nota di ricerca. Victoria University of Wellington, 2010. Stampa.
  • Montemurro, Beth e Jenna Marie Siefken. "Cougars in cerca di preda? Nuove percezioni della sessualità delle donne anziane." Journal of Aging Studies 28 (2014): 35-43. Stampa.
  • Rowntree, Margaret R. "'Confortevole nella mia pelle': una nuova forma di libertà sessuale per i baby boomer che invecchiano". Journal of Aging Studies 31 (2014): 150-58. Stampa.
  • Shpancer, Noam. "L'enigma della Cougar: cosa possono insegnare le donne anziane ai giovani". Psicologia oggi. 4 ottobre 2012. Web. 
  • Weitz, Rose. "Cambiare le sceneggiature: la sessualità delle donne di mezza età nel cinema americano contemporaneo". Sessualità e cultura 14.1 (2010): 17–32. Stampa.