Cosa significa la tonalità nell’arte?

Una tonalità è il colore effettivo di qualcosa, come rosso naftolo, verde linfa o blu oltremare, o qualsiasi nome che diamo a un pigmento o una combinazione di pigmenti. In sostanza, una tonalità è ciò a cui ci riferiamo più spesso come colore, sebbene la tonalità sia tecnicamente più corretta.

Eppure, la parola tonalità nel mondo dell'arte è molto più complicata di quella semplice definizione. È importante che i pittori comprendano tutti i suoi significati e usi in modo da sapere cosa stai acquistando per la pittura. Non importa se si tratta di un olio, acrilico, acquerello o qualsiasi altro tipo di pittura, questo vale per tutti loro. 

Famiglia di colori

La prima definizione di tonalità è che si riferisce a una famiglia di colori. Ad esempio, tutti quei tubi gialli di vernice nella tua scatola d'arte sono tonalità gialle e tutti i blu sono tonalità blu.

In questo senso, la parola tonalità si riferisce al colore, ma non distingue se è giallo cadmio, giallo ocra o giallo napoletano. Sono tutte tonalità gialle perché compaiono nella famiglia dei colori gialli sulla ruota dei colori.

Grado di vernice

La produzione di vernici è dove la parola tonalità diventa davvero confusa. Prima di tutto, devi ricordare che la vernice è realizzata combinando il pigmento con un legante. La quantità di pigmento in una vernice può variare da un produttore all'altro e all'interno di diversi gradi di qualità. La parola tonalità è spesso usata per distinguerli.

Ad esempio, potresti vedere la tonalità su un tubo di vernice per studenti o più economica. Il pigmento non è economico, quindi per ridurre i costi, i produttori di vernici useranno meno pigmenti nelle vernici che vogliono vendere per meno. Abbastanza spesso, compensano questo con riempitivi per ammassare la vernice senza alterare il colore e le tinture per abbinare il colore desiderato.

Le vernici risultanti tendono a non essere resistenti alla luce o hanno la durata di archiviazione delle vernici di livello professionale. In questo caso, la parola tonalità su un'etichetta di vernice non è la cosa più desiderabile e molti artisti chiamano queste "imitazioni a buon mercato". Questo è il motivo per cui il tuo istruttore d'arte potrebbe consigliarti di passare a vernici professionali non appena te lo puoi permettere.

"tonalità" in sostituzione dei colori storici

Ci sono, tuttavia, molti casi in cui la tonalità su un'etichetta di vernice non è affatto male. Quelle vernici di qualità inferiore hanno portato a molta confusione per gli artisti e molte idee sbagliate sul fatto che tutte le vernici a tinta dovrebbero essere evitate da artisti seri e professionisti. La realtà è che a volte la tonalità è assolutamente necessaria per poter godere dei nostri colori preferiti.

La pittura esiste da secoli e molti dei colori più comuni che usiamo oggi sono noti come "colori storici". Questi includono il blu di Prussia, il rosso di cadmio, il verde delle prostitute e la maggior parte delle vernici che consideriamo "standard". Il problema è che i pigmenti originali usati per creare questi colori non sono sempre disponibili.

Le ragioni per i problemi di disponibilità di alcuni pigmenti variano. Alcuni pigmenti, come il blu di Prussia e il verde della prostituta, sono noti come "fuggitivi", nel senso che non sono naturalmente resistenti alla luce. Altri, come il rosso cadmio e il blu cobalto, sono tossici. Tuttavia, altri pigmenti potrebbero essere troppo costosi da procurarsi, come l'oro di chinacridone e il blu di manganese. In alcuni casi, come il giallo indiano, il processo di approvvigionamento del pigmento è considerato non etico o inappropriato (era fatto dall'urina di toro). 

Tutto ciò significa che la vera fonte dei pigmenti originariamente utilizzati per creare pitture di questi colori storici è scomparsa per un motivo o per l'altro. Per mantenere gli artisti felici e continuare a offrire quei colori veri e provati, i produttori di vernici ora devono mescolare i pigmenti per replicare il colore originale. Queste vernici ricreate sono etichettate come una tonalità sul tubo. 

È molto probabile che un giorno anche altri pigmenti verranno sostituiti con tonalità. Per renderlo ancora più confuso, alcuni colori sono disponibili solo come tonalità. La tonalità Gamboge è un perfetto esempio di questo perché non si trova come pigmento naturale.

Acquista le vernici giuste

Finché acquisti vernici di livello professionale, la tonalità è una buona cosa. Senza quella parola, tutte queste vernici non esisterebbero. La buona notizia è che produttori rispettabili hanno adottato misure attente per riprodurre accuratamente i colori della vernice senza i problemi noti associati al pigmento. Ciò significa che otterrai vernici di alta qualità che sono sicure da usare, resistenti alla luce e prodotte in modo etico.

È una vittoria per gli artisti, davvero. Il problema è superare lo stigma di quelle tonalità di bassa qualità. Tuttavia, se acquisti in modo intelligente, non dovrebbe essere un problema. È solo un motivo in più per cui hai davvero bisogno di capire i pigmenti, i colori e come sono fatti i colori. Dopo tutto, le vernici sono lo strumento più importante per i pittori.