Cosa significa “dormie” in una partita di golf?

"Dormie" è un termine match play nel golf che si applica quando uno dei giocatori o delle squadre nella partita raggiunge un vantaggio che è uguale al numero di buche rimanenti. Ad esempio, 2 su con due buche da giocare, 3 su con tre buche da giocare, 4 su con quattro buche da giocare - sono tutti esempi di una partita che è dormie.

La parola una volta era anche ortografata "dormy", ma oggi quell'ortografia è rara.

I giocatori di golf hanno vari modi di applicare il termine in diverse espressioni. Quando un giocatore di golf ottiene un vantaggio dormie, la partita "diventa dormie" o è "andata dormie"; quel giocatore di golf ha "raggiunto dormie" o "preso la partita dormie".

Se giochi a golf e se giochi a golf match-play, probabilmente usi già questi termini. Ma per i golfisti occasionali e gli appassionati di golf, il modo più comune per incontrare "dormie" è nelle trasmissioni televisive di grandi tornei match-play, come la Ryder Cup, la Presidents Cup e la Solheim Cup.

Origine della parola "dormie" 

Ci sono alcune teorie insolite sulle origini golfistiche della parola "dormie" (ad esempio, una riguardava topi e un'altra coinvolge Mary Queen of Scots!). Ma la storia di origine più comunemente accettata è che la parola derivi da una parola francese, dormir, che significa dormire. In altre parole, puoi pensare al giocatore di golf che è diventato dormiente mentre mette a letto la partita.

Dormie si applica quando le partite vanno a buchi extra?

La già citata Ryder Cup, Solheim Cup e Presidents Cup sono eventi match-play in cui le partite possono essere "dimezzate" - una partita può e spesso finisce in parità.

È chiaro da esempi più antichi dell'uso di "dormie" che il significato originale della parola includeva l'implicazione che al giocatore di golf con il piombo dormie fosse garantito almeno un dimezzamento (quel giocatore poteva, nel peggiore dei casi, essere pareggiato solo da un avversario in rally) .

Ad esempio, The Historical Dictionary of Golfing Terms cita un articolo di giornale del 1851 che riportava una partita: "Tom ha diviso le tre buche successive, il che ha reso Dunnie dormie ... in una posizione che non poteva perdere la partita."

Ma ci sono molte impostazioni di match-play che non includono le metà. Se una partita di questo tipo finisce la 18a buca "tutto quadrato" (pari), i giocatori continuano a buche extra fino a quando uno di loro ottiene una vittoria. Ad esempio, le partite dello US Amateur Championship e del British Amateur Championships, sia maschili che femminili, richiedono vincitori. Così fa il WGC Match Play Championship.

Quindi sorge la domanda: se dormie ha storicamente implicato che il giocatore di golf in testa non può perdere, è corretto usare il termine nei tornei match play in cui vengono usate buche extra e le metà no? Perché in quelle situazioni, un giocatore che è, per esempio, 2-up con due buche da giocare può finire per perdere la partita.

I puristi diranno di no: Dormie non dovrebbe essere usato a meno che non siano in uso le metà perché il significato tradizionale di dormie implica che il giocatore di golf leader non può perdere la partita.

Ma quella battaglia è stata persa molto tempo fa. Ogni volta che un giocatore prende un vantaggio su un altro giocatore che è uguale al numero di buche rimanenti programmate, questo è dormie, almeno nel modo in cui le moderne emittenti di golf e i fan usano il termine.