Come insegnare il nuoto ai bambini in età prescolare

Dopo la prima settimana di insegnamento di nuoto a nuotatori in età prescolare, il dottor John Mullen ha fatto visita a un amico che aveva bambini in età prescolare. Li guardò giocare e rimase stupito di come i bambini fossero così diversi in termini di modo in cui giocavano, come interagivano e altre cose che avrebbero fatto. Da quel giorno in poi, Mullen ha sperimentato un nuovo approccio all'insegnamento delle lezioni di nuoto in età prescolare.

Prime esperienze di insegnamento

La prima esperienza di insegnamento di Mullen includeva bambini che non iniziavano lezioni di nuoto fino a quando non avevano cinque o sei anni. Dal 1982 al 1993, tutte le lezioni di nuoto che insegnava erano a bambini dai cinque anni in su.

Dopo essersi trasferito in una nuova area del paese nel 1993, Mullen ha riscontrato un'enorme richiesta di insegnamento ai bambini più piccoli, quindi ha iniziato a insegnare ai bambini di tre e quattro anni. Non sapeva da dove cominciare, a parte insegnare ai bambini di tre e quattro anni come aveva sempre insegnato ai bambini più grandi. Non gli ci volle molto per rendersi conto che, se voleva avere successo, doveva trovare un approccio migliore per insegnare lezioni di nuoto prescolari.

Di seguito sono riportati i punti chiave per insegnare lezioni di nuoto a nuotatori in età prescolare.

Rendi l'apprendimento come un gioco; lascia che i bambini giochino per imparare 

Usa attività che insegnano abilità invece che esercizi. Coinvolgi i giovani studenti inducendoli a usare la loro immaginazione. Inoltre, sii eccitabile e animato facendo ridere i tuoi studenti mentre si divertono ad imparare.

Mullen non dimenticherà mai nell'estate del 1994 quando insegnava a Benjamin Fogler. Il padre di Fogler, Eddie Fogler, era il capo allenatore di pallacanestro maschile presso l'Università della Carolina del Sud. L'allenatore Fogler osservò attentamente Mullen mentre insegnava a Ben a calciare usando un'attività chiamata Salviamo gli animali. Mullen aveva Ben e gli altri due studenti che indossavano cappelli rossi di plastica da pompiere, fingendo di salvare pesci galleggianti, anatre e rane. Gli studenti hanno emesso suoni di sirena mentre si esercitavano a calciare e calciare un galleggiante, salvarlo e riportarlo in salvo sul bordo della piscina.

Mentre ogni studente calciava fuori e tornava per salvare più creature acquatiche, Mullen si spostava di bambino in bambino, manipolando le loro gambe, lodandoli e rendendo divertente l'apprendimento. Mullen non dimenticherà mai quello che ha detto l'allenatore Fogler alla fine della lezione: "Grande classe, allenatore. Hai ideato questo? Lo farei come copyright se fossi in te".

Usa spunti e parole d'ordine

Il primo modo in cui un bambino in età prescolare imparerà davvero a nuotare è con la faccia nell'acqua. Quando un bambino in età prescolare nuota in superficie, con la faccia nell'acqua, ci sono tre cose che sono importanti:

  1. Il bambino deve essere in grado di trattenere il respiro.
  2. Il bambino deve essere in grado di fare un ricambio d'aria in modo da poter respirare e continuare a nuotare.
  3. Il bambino deve essere in grado di spingersi attraverso l'acqua usando il suo calcio, poiché le braccia sono quasi irrilevanti finché non è pronto per fare il freestyle a meno che non stia facendo una pagaia per cani. Se sta facendo una pagaiata con il cane, le mani devono muoversi rapidamente, davanti al suo viso, per aiutare a tenerlo fuori dall'acqua in modo che possa respirare. L'abilità di remare dovrebbe essere insegnata solo quando il bambino riesce a trattenere il respiro in posizione orizzontale per XNUMX-XNUMX secondi. Quindi, è imperativo progredire a nuotare in superficie con il viso nell'acqua, usando un respiro pop-up o ribaltamento.

Tenendo a mente questi tre punti, progetta spunti e parole d'ordine per insegnare l'idea generale di quelle abilità:

  • Trattenere il respiro: "Faccia a palloncino" o semplicemente "trattieni il respiro" sono frasi da usare.
  • Ricambio d'aria: "Prendi la tua aria in bocca, soffia la bocca e il naso" è un buon spunto da usare. In alternativa, dì: "Prendi la tua aria, spegnila".
  • Calciando: "Calci veloci" o "calci piccoli e veloci" sono parole d'ordine facili da utilizzare.
  • Nuoto e ricambio d'aria: La frase combinata "Respira e nuota" funzionerà qui.

La linea di fondo è che quando si insegna ai bambini in età prescolare, è meglio evitare i dettagli. Concentra i giovani studenti su ciò che li aiuta veramente a svolgere con successo l'abilità.

Correggi i bambini in età prescolare con i complimenti

Sostituisci le tue correzioni con complimenti e lodi. I bambini piccoli possono sentirsi frustrati molto facilmente. Mantieni l'ambiente di insegnamento pieno di rinforzi positivi. Complimentati per lo sforzo, i capelli, il sorriso e i grandi muscoli.

Usa il feedback cinestetico

La maggior parte dei bambini piccoli impara meglio quando lo sente (feedback cinestetico). Una delle migliori tecniche per insegnare ai bambini in età prescolare è far sentire loro i "calci piccoli e veloci" mentre muovi le gambe attraverso il modello di movimento.

La combinazione di feedback cinestetico con metodi visivi è un'altra tecnica che funziona. I bambini in età prescolare pensano che sia divertente quando mostri loro il modo giusto, mostri loro un modo esageratamente sbagliato e poi mostri loro di nuovo il modo giusto. Per esempio:

  • Dimostra un buon calcio piccolo e veloce.
  • Quindi, dimostrane uno cattivo. Rendilo davvero brutto ed esageralo per le risate.
  • Dimostra di nuovo quello corretto per rafforzare ciò che vuoi che il bambino faccia. Questa tecnica funziona molto bene se combinata con un feedback cinestetico.
  • Manovra le gambe in modo che il calcio sia perfetto, quindi manovra le gambe in modo che sia davvero brutto, quindi manovra le gambe in modo che sia di nuovo corretto. Questa tecnica fa miracoli.

Questi punti hanno reso le lezioni di nuoto in età prescolare di Mullen più piacevoli sia per lui come insegnante che per i suoi studenti.