Come eseguire gli accenti nella musica

Nella notazione musicale, gli accenti appaiono sulle note per esprimere definizione, enfasi o articolazione aggiunta a una nota o accordo specifico. I principali gruppi di accenti rientrano nelle famiglie degli accenti dinamici, tonici o agogici. Di solito, quando i compositori usano gli accenti in una composizione, cercano di creare una trama specifica in una frase musicale. 

Enfasi sui ritmi

Comunemente nella musica classica, gli accenti cadono sui battiti primari di una misura. Ad esempio, nel tempo 4/4 l'accento è sul primo e terzo movimento della misura. Gli insoliti meno enfatizzati sono sul secondo e quarto movimento della misura. Quando gli accenti vengono applicati ai battiti insoliti - il secondo e il quarto movimento - il ritmo risultante sembra sincopato perché quei battiti sono ora più forti e più stressati a causa dell'articolazione dell'accento.

Questo è facile da capire con 3/4 di tempo. In 3/4 di tempo, ogni misura ha tre battute. Il primo movimento, chiamato in battere, è più pesante e i due movimenti successivi sono più leggeri. La maggior parte dei valzer sono scritti in tempo 3/4 e anche i passi di danza corrispondenti enfatizzano il primo movimento. Se provi a contare in 3/4 del tempo, potrebbe suonare così: Una-due tre, una-due-tre e così via. Se un accento viene applicato alla seconda battuta, tuttavia, l'enfasi del battito viene spostata e ora suona così: Uno-Due-tre, uno-Due-tre, ecc.

Accenti dinamici, tonici e agogici

Diversi accenti sono raggruppati in tre categorie: dinamico, tonico e agogico. Gli accenti dinamici sono i tipi di accento più comunemente usati e coinvolgono qualsiasi accento che pone maggiore enfasi su una nota, il che di solito crea un'enfasi simile a un attacco e "dinamica" sulla musica. Un accento tonico potrebbe essere usato meno frequentemente di un accento dinamico, enfatizzando una nota aumentandone il tono. Un accento agogico aggiunge lunghezza a una nota risultando in una nota che di solito è percepita come più lunga perché il musicista sta ponendo attenzione a quella particolare nota per modellare una frase musicale. 

Tipi di accenti dinamici

I segni di accento possono essere articolati in modi diversi nella notazione musicale.

  1. accento: Il segno di accento, che assomiglia a un file > segno, è ciò a cui si riferisce la maggior parte dei musicisti quando dicono che una nota è accentata. I musicisti di formazione classica potrebbero chiamarlo un marcato o un accento. Se un segno di accento appare sopra una nota, significa che la nota dovrebbe avere un inizio enfatizzato; rispetto alle note che lo circondano, la sua esecuzione è più forte e definita.
  2. Staccato: Uno staccato assomiglia a un piccolo punto e significa che una nota deve essere suonata nitida e definita, dove la fine della nota viene troncata per creare una netta separazione tra essa e la sua nota successiva. Di solito, gli staccati alterano leggermente la lunghezza di una nota; una successione di semiminime suonate in staccato potrebbe suonare più breve delle normali semiminime senza staccato. 
  3. Staccatissimo: Uno staccatissimo è letteralmente un "piccolo staccato" e il suo segno ricorda una goccia di pioggia rovesciata. La maggior parte dei musicisti lo interpreta nel senso che lo staccatissimo è più corto dello staccato, ma gli artisti specializzati in un periodo di esecuzione musicale, come l'era classica, potrebbero usare lo staccato e lo staccatissimo in modo intercambiabile, poiché è stato stilisticamente accettato nel tempo. 
  4. Tenuto: In italiano, tenuto significa "sostenuto", che aiuta a capire il suo accento. Il contrassegno tenuto è una linea retta che assomiglia a un trattino basso. Quando è posizionato su una nota o un accordo, significa che l'esecutore deve suonare l'intero valore della nota e in genere aggiungere una leggera enfasi, che di solito viene aggiunta suonando la nota leggermente più forte e completamente sostenuta.
  5. Marcato: L'articolazione marcato ricorda un cappello da festa a punta. In italiano, marcato significa "ben marcato" e può far suonare una nota con enfasi aggiunti, solitamente espressi con un aumento della dinamica. 

Il perfezionamento degli accenti nell'esecuzione musicale richiede l'apprendimento di diverse abilità tecniche che possono aiutare un musicista a eseguire correttamente gli accenti. A seconda dello stile musicale, inclusi pop, classica o jazz, e dello strumento, come il pianoforte, il violino o la voce, i segni di accento possono avere una tecnica di esecuzione diversa e una varietà di risultati musicali.