Citazione di Krusciov “piccole dosi di socialismo” – leggende metropolitane

(AGGIORNATO) Nel caso in cui non fossi adeguatamente terrorizzato alla prospettiva che il presidente eletto Obama e i suoi "amici terroristi" trasformassero questo paese in uno stato di polizia comunista, la blogosfera di estrema destra vorrebbe che tu ricevessi un carico di questa citazione preveggente da un passato leader dell'Unione Sovietica:

E COSÌ COMINCIA!
"Non possiamo aspettarci che gli americani passino dal capitalismo al comunismo, ma possiamo aiutare i loro leader eletti a dare agli americani piccole dosi di socialismo finché non si svegliano improvvisamente e scoprono di avere il comunismo".
- Leader sovietico Nikita Khrushchev, 1959

Tranne, ehm, per quanto chiunque sia stato in grado di dimostrare, il compagno Krusciov non ha mai detto una cosa del genere. La citazione, che è stata usata dai demagoghi per equiparare le politiche liberali / progressiste al comunismo sin dai primi anni '1960, non compare negli scritti di Krusciov o nelle trascrizioni di nessuno dei suoi discorsi, e l'unico individuo che abbia mai affermato di aver assistito l'espressione in prima persona, Ezra Taft Benson (vedi aggiornamento sotto), ha fornito resoconti contraddittori di dove e quando le parole sarebbero state pronunciate.

Lunga storia

A quanto pare, le persone hanno cercato di autenticare il passaggio, inutilmente, da quando è stato imposto per la prima volta al pubblico americano intorno al 1959-60. Il defunto Rep. Morris Udall ha raccontato i propri sforzi per farlo in un articolo pubblicato su The New Republic circa 46 anni fa. Tra gli altri vicoli ciechi, la sua domanda alla Library of Congress ha prodotto questa risposta:

Abbiamo cercato negli archivi del Servizio di riferimento legislativo, controllato tutte le opere di riferimento standard su citazioni di Krusciov e ci siamo consultati con la divisione slava della Biblioteca del Congresso, il Dipartimento di Stato e l'Agenzia di informazione degli Stati Uniti, nel tentativo di determinare l'autenticità di questa citazione. Da nessuna di queste fonti siamo stati in grado di produrre prove che Krusciov abbia effettivamente fatto una simile dichiarazione.

Comunque sia, la citazione è stata ampiamente diffusa durante i primi anni '1960 tramite il mezzo virale preferito dell'epoca, le cartoline. Un noto fornitore di tale letteratura era un banchiere della California meridionale di nome Joe Crail, che, secondo l'autore Rick Perlstein (Before the Storm: Barry Goldwater and the Unmaking of the American Consensus, New York: Hill and Wang, 2002) distribuì come fino a due milioni di pezzi di propaganda di estrema destra nel solo 1961 (in gran parte, a quanto pare, alla sua stessa clientela al Coast Federal Savings and Loan).

"In un tipico blitz", scrive Perlstein, "i titolari dei conti hanno ricevuto una cartolina rossa con una citazione spuria di Krusciov: 'Non possiamo aspettarci che gli americani passino dal capitalismo al comunismo, ma possiamo aiutare i loro leader eletti a dare agli americani piccole dosi di socialismo, finché non si svegliano all'improvviso e scoprono di avere il comunismo '".

Suona familiare?

Quando nel 1962 il senatore Lee Metcalf del Montana premette di fornire una fonte per la citazione, Crail ammise di non poterlo fare. Gli invii sono stati interrotti.

Boller e George: la citazione è una "fabbricazione deliberata"

Secondo Paul F. Boller e John H. George, autori di They Never Said It: A Book of Fake Quotes, Misquotes, and Misleading Attributions (Oxford, 1989), la citazione era, in effetti, una "deliberata fabbricazione di alcuni la destra in questo paese, che pensava che riassumesse l'atteggiamento di Krusciov "(cosa che in realtà non ha fatto - come la maggior parte dei marxisti del suo tempo, Krusciov credeva che il sistema capitalista fosse intrinsecamente ingiusto e instabile e destinato al collasso da solo).

Eppure eccola qui, quella stessa citazione sbagliata, ancora in uso circa 50 anni dopo, l'unica differenza è che ora dovremmo credere che riassuma la filosofia politica e l'agenda del liberal-democratico Barack Obama.

AGGIORNAMENTO: Ezra Taft Benson, un testimone contraddittorio

I lettori coscienziosi hanno offerto un estratto da un discorso del 1966 tenuto dall'ex segretario all'Agricoltura (sotto Eisenhower) Ezra Taft Benson come "prova" che la citazione di Krusciov è autentica. Ecco l'estratto (che puoi ascoltare anche tramite YouTube, per gentile concessione del programma radiofonico di Glenn Beck):

Ho assistito personalmente agli strazianti risultati della perdita della libertà. Ho parlato faccia a faccia con gli empi leader comunisti. Potrebbe sorprenderti apprendere che ho ospitato il signor Krusciov per mezza giornata quando ha visitato gli Stati Uniti. Non che ne sia orgoglioso. Allora mi sono opposto alla sua venuta, e sento ancora che sia stato un errore accogliere questo assassino ateo come visitatore di stato.
Mentre parlavamo faccia a faccia, ha indicato che i miei nipoti sarebbero vissuti sotto il comunismo. Dopo avergli assicurato che mi aspettavo di fare tutto quanto in mio potere per assicurare che il suo, e tutti gli altri nipoti, vivranno in libertà, ha dichiarato con arroganza, in sostanza:
"Voi americani siete così creduloni. No, non accetterete apertamente il comunismo. Ma continueremo a darvi piccole dosi di socialismo finché non vi sveglierete e scoprirete che avete già il comunismo. Non dovremo combattervi; noi indebolirai così la tua economia finché non cadrai come un frutto troppo maturo nelle nostre mani ".

Sfortunatamente, il signor Benson - un fanatico anticomunista che ha affermato che il governo degli Stati Uniti era permeato di rossi e il movimento per i diritti civili era un complotto dei comunisti per distruggere l'America dall'interno, ecc. - non è il testimone affidabile che può sembrare. Nei suoi scritti e dichiarazioni pubbliche ha fornito resoconti contrastanti sulla provenienza della dichiarazione di Krusciov.

Hai letto sopra ciò che disse Benson in un discorso del 25 ottobre 1966. Ora leggi ciò che aveva scritto quattro anni prima nel suo libro del 1962, The Red Carpet: Socialism - The Royal Road to Communism, pagina 65 (enfasi aggiunta):

Pochi mesi prima venire negli Stati Uniti Krusciov è riportato aver detto:
"Non possiamo aspettarci che gli americani passino dal capitalismo al comunismo, ma possiamo aiutare i loro leader eletti a dare agli americani piccole dosi di socialismo, finché non si svegliano improvvisamente e scoprono di avere il comunismo".

L'incontro di Benson con Krusciov ebbe luogo nel 1959. Quando scrisse il libro nel 1962, aveva dimenticato che il leader sovietico aveva pronunciato quelle parole in sua presenza? O la sua affermazione nel 1966 secondo cui Krusciov gliele aveva rivolte direttamente era un ricordo errato o un abbellimento? Quale versione degli eventi dobbiamo accettare come vera?

In ogni caso, non c'è traccia di Benson che abbia preso credito personale per la citazione prima del 1966, quando era già in circolazione da almeno sei anni, accompagnato dallo standard Krusciov-ha detto-questo-pochi-mesi- preambolo prima di arrivare negli Stati Uniti.

Ad esempio, eccolo in un discorso tenuto da Ronald Reagan nel 1961:

Tre mesi prima della sua ultima visita in questo paese, Nikita Khrushchev ha detto: "Non possiamo aspettarci che il popolo americano salti dal capitalismo al comunismo, ma possiamo aiutare i loro leader eletti a dare loro piccole dosi di socialismo, finché un giorno non si risveglieranno. per scoprire che hanno il comunismo ".

Reagan ha citato Benson come fonte? No. Ha detto che Krusciov aveva pronunciato le parole a un funzionario americano sul suolo americano? No.

Per riassumere:

  • Secondo Reagan (e molti altri) nel 1961 (e in seguito): Krusciov lo disse tre mesi prima ha visitato gli Stati Uniti nel 1959.
  • Secondo Benson nel 1962: Krusciov lo è segnalati di averlo detto pochi mesi prima visitando gli Stati Uniti nel 1959.
  • Secondo Benson nel 1966: Krusciov lo disse in presenza di Benson durante una visita negli Stati Uniti nel 1959.

O forse non ha mai detto niente del genere.

Fonti e ulteriori letture:

  • Benson, Ezra Taft. "La nostra responsabilità immediata". Discorso tenuto alla Brigham Young University, il 25 ottobre 1966 (tramite LatterDayConservative.com).
  • Benson, Ezra Taft. The Red Carpet: Socialism - The Royal Road to Communism (Bookcraft, 1962), p. 65.
  • Boller, Paul F. e George, John H. Non l'hanno mai detto: un libro di citazioni false, citazioni errate e attribuzioni fuorvianti (Oxford, 1989), pp. 59-60.
  • Reagan, Ronald. A Time for Choosing: The Speeches of Ronald Reagan, 1961-1982 (Regnery, 1983), p. 25.
  • "Colpo di ala destra su" Quote "di Krusciov." Los Angeles Times, 9 marzo 1962, pag. 24.
  • Udall, Morris K. "Krusciov avrebbe potuto dirlo". The New Republic, 7 maggio 1962, pp. 14-15.