Carriere nei fumetti per artisti manga nordamericani

In Bakuman, il manga sulla realizzazione di manga creato da Tsugumi Ohba e Takeshi Obata, due ragazzi adolescenti perseguono i loro sogni di diventare creatori di manga professionisti. Nel corso di 20 volumi, gli adolescenti diventano giovani uomini che lavorano duramente sui loro tavoli da disegno per raggiungere il loro obiettivo: ottenere una serie popolare inclusa nella rivista Weekly Shonen Jump.

Non è un percorso di carriera facile per i creatori giapponesi, ma lo è is possibile guadagnarsi da vivere come manga-ka in Giappone. Tuttavia, per i creatori al di fuori del Giappone che disegnano fumetti con una forte influenza manga, è molto più difficile essere pubblicati ed essere pagati, specialmente nel Nord America incentrato sui fumetti di supereroi. È possibile guadagnarsi da vivere con i manga in Nord America? Cosa ci vorrebbe, cosa deve cambiare per creare reali opportunità per i creatori di "manga" nordamericani?

Guadagnarsi da vivere nei manga è solo per pochi fortunati?

Questo argomento è emerso al Toronto Comic Arts Festival del 2012 quando Svetlana Chmakova (creatrice di Nightschool e illustratrice per la graphic novel di James Patterson Witch and Wizard, e probabilmente uno dei creatori di fumetti nordamericani di maggior successo che lavorano in uno stile influenzato dai manga) ha chiesto questa domanda ad alcuni creatori e professionisti dell'editoria a colazione una mattina.

Più tardi quella stessa mattina, ho rivolto la domanda a Bryan Lee O'Malley (Scott Pilgrim), Becky Cloonan (Demo e East Coast Rising) e Adam Warren (Dirty Pair ed Empowered), che sono tutti creatori di fumetti di grande successo i cui il lavoro ha forti influenze manga. Il trio ha partecipato a un panel del TCAF di domenica mattina dal titolo "Making Manga in North America". Come Chmakova, erano tutti grati per il successo di cui godono attualmente, ma hanno espresso dubbi sul fatto che sarebbe stato facile per gli altri seguire le loro orme.

9 motivi per cui l'economia americana dei manga è fallita

Ora che il manga è stato pubblicato in inglese in Nord America per oltre 30 anni, ora abbiamo una generazione, se non due, forse tre generazioni di creatori che sono influenzati dai fumetti giapponesi. Molti vogliono guadagnarsi da vivere facendo fumetti. C'è un sacco di talento là fuori, ma in questo momento, hai prospettive per questi giovani artisti di guadagnarsi da vivere disegnando fumetti in stile manga in Nord America? Beh, non sono eccezionali. Ecco perché:

  • Una torta più piccola = meno fette - Rispetto al Giappone, meno persone pro capite acquistano e leggono fumetti regolarmente, quindi l'industria editoriale di fumetti nordamericana è molto, molto più piccola / genera molto meno denaro.
  • Vuoi essere pubblicato sulla rivista manga? Continua a sognare - A differenza del Giappone, ci sono poche riviste di antologia nordamericane che presentano creatori di fumetti emergenti.
  • I lettori di manga americani tendono a snobbare / ignorare i manga "falsi" - Sebbene i lettori di manga nordamericani adorino i manga dal Giappone, sono stati riluttanti a mostrare lo stesso livello di supporto per i contenuti nostrani. Ciò include la scena dei vicoli degli artisti in molti cons di anime in cui pin-up e pulsanti con fan art di personaggi manga giapponesi superano le storie e i personaggi dei fumetti originali.
  • Poco amore per i manga nostrani nei negozi di fumetti incentrati sui supereroi - Molti negozi di fumetti si concentrano sulla vendita di prodotti tradizionali / supereroi dagli editori più grandi, quindi il lavoro auto-pubblicato non ha molto da giocare lì. Lo stesso vale per la maggior parte delle librerie, delle grandi catene o dei negozi indipendenti.
  • La fine di Borders / l'ascesa dell'editoria digitale - Il business dell'editoria manga nordamericana è in uno stato di flusso costante, in parte a causa della chiusura di Borders Books and Music, una catena di negozi al dettaglio adatta ai manga. L'ascesa delle piattaforme di pubblicazione digitale sta anche cambiando il modo in cui i libri vengono venduti e letti in grande stile.
  • Gli editori avversi al rischio tendono a rifuggire dai contenuti originali - In questi tempi economici difficili, pochi editori nordamericani sono meno disposti a correre il rischio di opere originali "ispirate ai manga" di nuovi creatori. Invece, si stanno concentrando in gran parte sugli adattamenti dei romanzi per giovani adulti più venduti, che hanno un pubblico integrato e storie di comprovato successo. Questo è fantastico in quanto genera concerti a pagamento per artisti, ma alla fine, non sono storie originali che hanno scritto / creato da soli, che è il sogno di molti aspiranti creatori.
  • Scuola d'arte, allora cosa? - Le scuole d'arte del Nord America producono un mucchio di aspiranti creatori di fumetti che hanno poche opportunità di lavoro reali che li aspettano alla laurea, o si diplomano senza le competenze commerciali / di marketing necessarie per commercializzare / vendere il loro lavoro o essere scelti dagli editori.
  • Vuoi essere l'assistente di un artista? In bocca al lupo - A differenza del Giappone, le opportunità di apprendistato / assistente sono scarse in Nord America. Diversi artisti professionisti hanno espresso interesse a ottenere assistenti, ma sono stati menzionati vari fattori, tra cui la mancanza di talento che vive nelle immediate vicinanze dello studio di un artista e la riluttanza ad assumersi la responsabilità di pagare qualcuno quando non sono in grado di sostenere le proprie spese. .
  • I webcomics sono divertenti, ma non sempre pagano i conti - Molti aspiranti creatori di fumetti ora si affidano ai webcomics per perfezionare il loro mestiere, ma la maggior parte dei webcomics è libera di leggere e solo una manciata di creatori di webcomics si guadagna da vivere unicamente grazie al proprio lavoro online.

Probabilmente ci sono più fattori di quelli elencati qui, ma hai un'idea.

Cosa serve per creare una vibrante economia del fumetto?

Un'economia vivace del fumetto ha bisogno di creatori di talento / laboriosi + lettori (paganti) + editori (paganti) + formazione (apprendistato / scuola d'arte). In questo momento, sembra esserci una carenza su diversi fronti, quindi sistemare la situazione del "manga come scelta di carriera in Nord America" ​​non è facile.

Perché? Bene, se le scuole d'arte pompassero più creatori e dessero loro la formazione di cui hanno bisogno per avere successo (non solo disegno, ma anche affari / marketing), dove troveranno il loro primo lavoro retribuito o acquisiranno esperienza / apprendistato / opportunità nel mondo reale per affinare le proprie capacità e mostrare il proprio lavoro ai lettori se ci sono solo una manciata di opportunità disponibili?

Anche se abbiamo editori che sono disposti a pagare / pubblicare il lavoro di nuovi artisti, non significa nulla se gli artisti sono privi di abilità / professionalità che possono presentare il loro lavoro agli editori, fornire costantemente un buon lavoro e rispettare le scadenze.

Anche se abbiamo fumetti migliori / creatori più talentuosi, non significa nulla se non abbiamo quella massa critica di lettori (paganti).

Anche se abbiamo lettori che sono disposti a pagare per nuovi lavori originali di artisti ispirati ai manga, non significa nulla se non riescono a trovare fumetti di qualità nel loro negozio di fumetti locale, libreria, anime o comic con, o trovano quella gemma nascosta in un vasto mare di webcomics così così / mediocri o semplicemente difficili da trovare su Internet.

E anche se ogni creatore di fumetti decidesse di fare da solo e optasse di autopubblicarsi / affidarsi a Kickstarter per finanziare i propri progetti di fumetti, cosa succede quando scoprono che il loro libro ha bisogno di essere commercializzato e distribuito a fumetterie e librerie, e così pubblicizzato la stampa e i potenziali lettori lo sapranno? Perderanno la guida editoriale / commerciale che un editore / editore esperto può fornire in modo che possano portare il loro lavoro al livello successivo?

Cercare di capire il problema del "guadagnarsi da vivere con i manga in Nord America" ​​è un argomento enorme, enorme. Così tanti vogliono farlo, così pochi riescono e c'è così tanto da sistemare. Questo è stato un problema di vecchia data e merita una certa attenzione. Quindi l'ho lanciato su Twitter e, ragazzo, ho ricevuto molte ottime risposte da professionisti, fan e creatori emergenti provenienti da Nord America, Europa, Sud America e Asia.

Ecco alcune delle domande che ho posto al Twitterverse: D: Come siamo arrivati ​​qui? Dove siamo adesso? E cosa ci vorrebbe per creare un ambiente in cui gli artisti "manga" nordamericani possano prosperare professionalmente?