Capire l’arbitrato salariale nhl

L'arbitrato salariale NHL è uno strumento disponibile per risolvere alcune controversie contrattuali. Il giocatore e la squadra propongono ciascuno uno stipendio per la prossima stagione e discutono i loro casi in udienza. L'arbitro, una terza parte neutrale, fissa quindi lo stipendio del giocatore.

Storia e contesto dell'arbitrato

L'attuale sistema per l'arbitrato NHL è stato creato dopo il blocco 1994-1995 ed è disciplinato dall'articolo 12 del contratto collettivo tra NHL e NHLPA.

La maggior parte dei giocatori deve avere quattro anni di esperienza NHL prima di poter beneficiare di un arbitrato salariale (il termine è ridotto per coloro che hanno firmato il loro primo contratto NHL dopo i 20 anni). Il processo viene utilizzato dagli agenti liberi limitati perché è una delle poche opzioni di contrattazione a loro disposizione. Nel 2017, 30 giocatori della NHL hanno presentato istanza di arbitrato salariale, tra cui Nate Schmidt, un difensore dei Vegas Golden Knights, una squadra di espansione che è arrivata alle finali della Stanley Cup nel 2018.

Come funziona il processo

Il termine per i giocatori per richiedere l'arbitrato salariale è il 5 luglio, con casi esaminati a fine luglio e inizio agosto. Un giocatore e una squadra possono continuare a negoziare fino alla data dell'udienza, nella speranza di accettare un contratto ed evitare il processo arbitrale. La maggior parte dei casi viene risolta mediante negoziazione prima dell'udienza arbitrale.

Le squadre possono anche richiedere un arbitrato salariale, ma devono presentare la domanda entro 48 ore dalla finale della Stanley Cup. Inoltre, un giocatore può essere portato in arbitrato solo una volta nella sua carriera e non può mai ricevere meno dell'85% dello stipendio dell'anno precedente. Non esistono restrizioni di questo tipo sul numero di volte in cui un giocatore può richiedere un arbitrato o sull'entità dello stipendio assegnato. Nel 2013, i giocatori in arbitrato avviato dalla squadra hanno ricevuto il diritto di ricevere un'offerta da un'altra squadra fino alla fine degli affari il 5 luglio.

L'arbitro deve prendere una decisione entro 48 ore dall'udienza. Quando la decisione viene annunciata, la squadra ha il diritto di rifiutare o abbandonare il premio. Se la squadra esercita questo diritto, il giocatore può dichiararsi un free agent senza restrizioni.

Quali prove possono essere presentate

Le prove che possono essere utilizzate nei casi di arbitrato includono:

  • La "prestazione complessiva" del giocatore comprese le statistiche in tutte le stagioni precedenti
  • Ferite, malattie e numero di partite giocate
  • La durata del servizio del giocatore con la squadra e nella NHL
  • Il "contributo complessivo" del giocatore al successo o al fallimento della squadra
  • Le "qualità speciali di leadership o di richiamo pubblico" del giocatore
  • Le prestazioni e lo stipendio di qualsiasi giocatore ritenuto paragonabile al giocatore nella disputa

Le prove che non sono ammissibili includono:

  • Lo stipendio e le prestazioni di un giocatore comparabile che ha firmato un contratto come free agent senza restrizioni
  • Testimonianze, video e resoconti dei media
  • Lo stato finanziario della squadra
  • Il tetto salariale e lo stato del libro paga della squadra

Solo due importanti leghe sportive americane utilizzano l'arbitrato

La Major League Baseball è l'unica altra grande lega sportiva negli Stati Uniti che utilizza il processo di arbitrato salariale. La NHL ha visto l'arbitrato come un modo per risolvere le controversie salariali, ma anche per rendere più difficile ottenere un'agenzia libera senza restrizioni.

Risorse e ulteriori letture

"File di 30 giocatori NHL per arbitrato salariale." NHL.com, NHL.com, 3 agosto 2017.

Greene, Dan. "A Guide to NHL Salary Arbitration." The Hockey Blawg, Wix.com, 22 agosto 2017.