Biografia di johnny cash, cantautore americano

Johnny Cash (26 febbraio 1932-12 settembre 2003) è stato un cantautore americano e una leggenda della musica country. Era noto per la sua immagine da fuorilegge e per i vestiti completamente neri. La canzone simbolo di Cash era "Folsom Prison Blues", che registrò nel 1955 e successivamente eseguita, notoriamente, alla Folsom State Prison in California.

Qualche dato: Johnny Cash

  • Conosciuto per: Cash era una star della musica country che registrava anche musica rock e rock, folk e gospel.
  • Nato: 26 febbraio 1932 a Kingsland, Arkansas
  • Genitori: Carrie Cloveree e Ray Cash
  • Morto: 12 settembre 2003 a Nashville, Tennessee
  • Sposo (s): Vivian Liberto (m. 1954–1966), June Carter (m. 1968–2003)
  • Bambini: Rosanne, John, Cindy, Tara, Kathy

vita in anticipo

Johnny Cash è nato John R. Cash a Kingsland, Arkansas, il 26 febbraio 1932. È cresciuto vicino a Memphis a Dyess, una comunità pianificata costruita come parte del New Deal. Cash è stato introdotto per la prima volta alla musica country attraverso la radio e ha iniziato a suonare le sue canzoni all'età di 12 anni. Quando Cash era ancora un bambino, il suo amato fratello maggiore Jack è stato ucciso in un incidente in una segheria. Aveva solo 15 anni e Jack impiegò più di una settimana per soccombere alle sue ferite.

L'incidente ha avuto un profondo impatto sulla vita di Johnny Cash. "Jack è rimasto con me", ha scritto il cantante nella sua autobiografia del 1997 "Cash". "È stato presente in quelle canzoni che abbiamo cantato al suo funerale ... e quelle canzoni mi hanno sostenuto e rinnovato per tutta la mia vita ... Sono potenti, quelle canzoni. All'epoca erano la mia unica via di ritorno, il unica via d'uscita dal buio, brutti posti ".

Il servizio militare

Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore nel 1950 e aver lavorato brevemente in uno stabilimento automobilistico di Detroit, Cash si arruolò nell'Air Force. Era di stanza a Landsberg, in Germania, durante la guerra di Corea. Vi rimase fino al 1954, quando fu congedato con onore. Cash tornò a San Antonio, in Texas, dove aveva ricevuto la sua formazione militare, e nel 1954 sposò la sua prima moglie Vivian Liberto.

La coppia si è trasferita a Memphis. Cash ha seguito un corso di annunci radiofonici (aveva lavorato come DJ in Germania). Ha anche formato una band di tre elementi con il chitarrista Luther Perkins e il bassista Marshall Grant (in seguito noto come Tennessee Two), che ha suonato in città di notte.

Record di sole e celebrità

Nel 1955, l'aspirante cantante country ottenne un'audizione con il proprietario della Sun Records Sam Phillips. Cash ha cantato brani gospel, che non sono riusciti a impressionare Phillips. Cash tornò più tardi con una canzone secolare che aveva scritto, secondo quanto riferito "Hey Porter". Ha vinto il giovane cantante un ambito contratto discografico con l'uomo che aveva reso famoso Elvis. A luglio, Cash aveva pubblicato il suo primo singolo, "Hey Porter" (il lato B era "Cry! Cry! Cry!"). Il disco è stato ben accolto, debuttando al numero 14 delle classifiche nazionali.

La popolarità della canzone gli assicurò un posto nella popolare trasmissione Louisiana Hayride, e nel 1956 Cash pubblicò il suo classico "Folsom Prison Blues" per Sun. Ma è stato il singolo successivo di Cash, "I Walk the Line", che ha rappresentato la svolta. La canzone è diventata una hit country numero 1 che è persino entrata nelle classifiche pop.

I successi continuarono ad arrivare e nel 1957 Cash apparve sul Grand Ole Opry in tutto nero. Il suo abbigliamento gli è valso il soprannome che lo avrebbe seguito negli anni: The Man in Black. Nello stesso anno ha pubblicato il suo primo album di lunga durata, "Johnny Cash con la sua chitarra calda e blu". L'uscita era una rarità alla Sun Records, che si concentrava sui singoli.

Con la sua stella in ascesa e la maggior parte dei suoi profitti musicali finiti nelle tasche di Sam Phillips, Cash lasciò Sun nel 1958 per unirsi al roster della Columbia Records. Lì ha pubblicato uno dei singoli più importanti della sua carriera, "Don't Take Your Guns to Town". L'anno successivo ha pubblicato un album gospel, "Hymns by Johnny Cash".

Droga e matrimonio

Cash girò pesantemente nei primi anni '1960, suonando fino a 300 spettacoli all'anno. Ha iniziato a prendere anfetamine per stare al passo con il ritmo della sua vita. Per un periodo, era compagno di stanza a Nashville con Waylon Jennings, che aveva anche un problema con le pillole.

Durante questo periodo, Cash ha avuto molti scontri con la legge. Durante il tour nel 1965, fu arrestato da una squadra di narcotici che scoprì un vasto magazzino di pillole per prescrizioni nella sua custodia della chitarra. È stato anche accusato di aver appiccato un incendio boschivo in California. A Starkville, Mississippi, è stato arrestato per aver raccolto fiori su una proprietà privata.

Mentre la sua tossicodipendenza peggiorava, Cash ha rotto con la sua prima moglie Vivian. Nel 1963 si era trasferito a New York City, abbandonando di fatto la sua famiglia.

Nel 1968, Cash vinse la sua dipendenza con l'aiuto della religione e di June Carter, che sposò quell'anno. (Cash aveva incontrato June per la prima volta quando era in tour con la famiglia Carter nei primi anni '1960). Sebbene Cash avrebbe avuto ricadute in futuro, il peggio era passato.

La prigione di Folsom e il "The Johnny Cash Show"

Nel 1968, Johnny Cash si esibì in un concerto alla prigione di stato di Folsom in California. La registrazione dal vivo della performance, "Johnny Cash at Folsom Prison", divenne uno dei suoi album più venduti. Ha cementato l'immagine di Cash come figura della controcultura. La sua versione dal vivo di "Folsom Prison Blues", con le urla dell'incarcerato che lo incoraggiava, divenne un successo numero 1 nelle classifiche nazionali.

Cash seguì l'album con "Johnny Cash at San Quentin" nel 1969. Nello stesso anno passò alla televisione, presentando in anteprima "The Johnny Cash Show" su ABC. Il suo primo ospite nel programma di varietà è stato Bob Dylan, con il quale aveva recentemente lavorato nell'album "Nashville Skyline" di Dylan. Durante lo spettacolo, Cash è stato un ambasciatore musicale intergenerazionale. Mentre i suoi fan di lunga data avrebbero avuto abbastanza familiarità con ospiti come Carl Perkins, Merle Haggard e Roger Miller, Cash ha anche accolto con favore nuovi atti folk come Melanie, Joni Mitchell e Buffy Sainte-Marie. Lo spettacolo durò fino al 1971, trasmettendo 58 episodi in tutto.

Oltre a pubblicare successi come "Man in Black" politicamente carico, la canzone d'amore "Flesh and Blood" e "Sunday Morning Coming Down" di Kris Kristofferson negli anni '1970, Cash sostenne anche molte cause sociali.

Declino della carriera e registrazioni americane

Verso la fine degli anni '1970, la popolarità di Cash era precipitata. Come per annunciare che la sua carriera era finita, Cash è stato inserito nella Country Music Hall of Fame nel 1980. Era il più giovane artista ad aver ricevuto quell'onore.

Nel 1985, Cash ha formato The Highwaymen con Waylon Jennings, Willie Nelson e Kris Kristofferson. L'ensemble fuorilegge pubblicò il loro primo album con vendite modeste. Cash trovò sempre più in disgrazia il suo marchio tradizionale di musica country a Nashville. La sua espulsione dalla radio country è stata completata negli anni '1990, quando New Country si comporta come Garth Brooks governava le onde radio.

Un punto di svolta nella carriera di Cash arrivò quando firmò con la American Records nel 1993. Con un suono essenziale e il produttore Rick Rubin al timone, Cash pubblicò "American Recordings" con grande successo. Le sue future collaborazioni con Rubin furono accolte altrettanto calorosamente e gli valsero un nuovo pubblico più giovane; li ha incontrati a metà facendo cover di canzoni di Nick Cave, Beck e Tom Petty.

Morte

Nel 2002, Cash ha registrato una cover della canzone dei Nine Inch Nails "Hurt", che ha pubblicato su "American IV: The Man Comes Around". È diventato uno dei suoi più grandi successi, sostenuto da un video che sembrava essere una resa dei conti con il suo passato infernale. Il video mostrava sua moglie June Carter Cash che, nel 2003, morì a seguito di un intervento al cuore.

Cash fu devastato dalla perdita e la seguì rapidamente. Il 12 settembre 2003 è morto per complicazioni dovute al diabete. A Cash era stata diagnosticata in precedenza la sindrome di Shy-Drager e verso la fine della sua vita ha avuto numerose complicazioni di salute.

Eredità

Cash è uno degli artisti di registrazione più venduti di tutti i tempi. Ha ricevuto un Grammy alla carriera nel 1999 e nel 2005 la sua vita è diventata il soggetto del film vincitore dell'Oscar "I Walk the Line". Bob Dylan fu tra coloro che lo lodarono dopo la sua morte:

"Se vogliamo sapere cosa significa essere mortali, non dobbiamo guardare oltre l'Uomo in Nero. Dotato di una profonda immaginazione, ha usato il dono per esprimere tutte le varie cause perdute dell'anima umana ... Ascolta lui, e ti riporta sempre ai tuoi sensi. Si alza in alto sopra ogni cosa, e non morirà né sarà mai dimenticato, anche da persone non ancora nate - specialmente quelle persone - e questo è per sempre ".

fonti

  • Cash, Johnny e Patrick Carr. "Cash: The Autobiography". Harper, 2007.
  • Hilburn, Robert. "Johnny Cash: The Life". Libri di Back Bay, 2014.