Biografia della pittrice bisessuale frida kahlo

1907-1954. Frida Kahlo è considerata uno dei più grandi pittori messicani, se non il mondo. Ha ispirato generazioni di artiste donne ed è un'icona femminista. Era sposata con il pittore Diego Rivera. Anche se l'ha oscurata durante la loro vita, Frida Kahlo è diventata un'artista molto venerata dalla sua morte.

Primi anni di vita e influenze

Kahlo è cresciuta a Città del Messico con le sue tre sorelle ei suoi genitori. All'età di 6 anni ha contratto la poliomielite. Ha trascorso 9 mesi costretta a letto. Suo padre l'ha incoraggiata a praticare sport per aiutarla a riprendersi, cosa molto insolita per una ragazza in quel periodo. Tuttavia, camminava zoppicando a causa della malattia. 

Kahlo ha frequentato la prestigiosa National Preparatory School, dove Diego Rivera stava lavorando a un murale. Kahlo guardava spesso Rivera lavorare ei due facevano amicizia. Mentre era a scuola, Kahlo fu coinvolta in un incidente d'autobus che le avrebbe fatto soffrire per la maggior parte della sua vita. Un corrimano in acciaio le ha trafitto l'anca e ha riportato lesioni alla schiena e al bacino che l'hanno afflitta per la maggior parte della sua vita. Nel corso della sua vita ha subito numerosi interventi chirurgici per cercare di alleviare il dolore. Dopo aver trascorso mesi in ospedale a riprendersi, è tornata a casa di famiglia per riprendersi ed è lì che ha iniziato a dipingere, compreso uno dei suoi primi autoritratti.

Matrimonio con diego rivera

Nel 1928 Kahlo si riunì con Diego Rivera e lui la incoraggiò a continuare a dipingere. Erano entrambi politicamente attivi e membri del Partito Comunista. Si sposarono nel 1929 e si trasferirono, spesso seguendo la carriera di Rivera, a San Francisco, New York e Detroit. 

Rivera e Kahlo non avevano un matrimonio tradizionale e ognuno di loro aveva una relazione. Anche se aveva i suoi amanti, era spesso ferita e turbata dagli affari di suo marito. Spesso si separarono, divorziarono una volta e si risposarono.

Amante delle donne

Frida Kahlo aveva relazioni con uomini e donne, comprese le amanti di suo marito. È stata anche collegata alle star del cinema Dolores del Rio, Paulette Goddard e Maria Felix, tra gli altri. Il suo dipinto Two Nudes in a Forest (1939) mostra chiaramente la sua attrazione e il suo amore per le donne. Si diceva che uno dei suoi affari fosse con la pittrice americana Georgia O'Keeffe.

In trascinamento

Frida Kahlo ha riconosciuto il potere del travestitismo. In una foto di famiglia del 1926 è vestita con abiti maschili. Ha usato il travestitismo come un modo per esprimere il suo potere e indipendenza.

Autoritratti

Frida Kahlo è ampiamente conosciuta per i suoi autoritratti. A causa dell'incidente all'età di 18 anni, era disabile e ha vissuto gran parte della sua vita in un dolore costante. I suoi autoritratti trasmettono questa sofferenza, ma anche la sua forza e perseveranza. I suoi autoritratti erano spesso profondamente personali, raccontando di alcuni momenti difficili o tumultuosi della sua vita. 

Frida nel film

Salma Hayek ha interpretato Frida Kahlo nel film Frida nel 2002. Ha ricevuto una nomination all'Oscar per il suo ruolo.

Opere di frida kahlo

Frida Kahlo è nota soprattutto per i suoi autoritratti. Le sue opere mostrano dolore e sofferenza, ma anche la sua capacità di recupero. Era una donna indipendente, un'artista e un'ispirazione. Gran parte del suo lavoro è al Museo Frida Kahlo che ha aperto nel 1958 nella sua ex residenza.

Citazioni

"L'unica cosa che so è che dipingo perché ne ho bisogno, e dipingo tutto ciò che mi passa per la testa senza altre considerazioni ".

"O'Keefe è stata in ospedale tre mesi, è andata alle Bermuda per riposarsi. Quella volta non ha fatto l'amore con me, credo per via della sua debolezza. Peccato."

"Non sono malato. Sono distrutto. Ma sono felice di essere vivo finché posso dipingere."

"Dipingo me stesso perché spesso sono solo e sono il soggetto che conosco meglio"

Eredità

Frida Kahlo è stata "riscoperta" nel movimento femminista degli anni '1970 ed è stata salutata come un'icona dell'indipendenza e del talento artistico femminile. Ha ispirato generazioni di artisti, donne bisessuali, studenti e attivisti LGBT. 

Fonti: glbtq.com, The Lesbian Almanac, Gay Pride, A Celebration of all Things Gay and Lesbian di William J. Mann., Biography.com