Biografia del cantante rock e attore polpettone

Marvin Lee Aday (che in seguito avrebbe cambiato il suo nome di battesimo in Michael e il suo nome d'arte in Meat Loaf) è nato a Dallas, in Texas, il 27 settembre 1947. Sua madre era un'insegnante di scuola che cantava anche in un quartetto gospel. Suo padre era un poliziotto che continuava anche a bere abbuffate che a volte duravano per giorni alla volta.

È a questo punto nel raccontare le storie di vita degli artisti rock che sentiresti tipicamente come l'artista ha formato la sua prima band al liceo. Non il giovane signor Aday. Gli interessava stare bene sul palco, ma come attore, cosa che ha fatto in diverse produzioni della Thomas Jefferson High School.

Dal texas alla california

Dopo essersi diplomato al liceo nel 1965 e aver flirtato brevemente con il college, Marvin (non aveva ancora cambiato il suo nome in Michael o Meat Loaf) si è trasferito dove vanno tanti aspiranti giovani attori - Los Angeles - nel 1967. Ma prima di dedicarsi alla recitazione carriera, ha formato la sua prima band, che ha attraversato una varietà di nomi tra cui Popcorn Blizzard, Floating Circus e Meat Loaf Soul.

Nel corso degli anni, il signor Aday si è divertito molto a inventare storie su come è venuto con il nome di polpettone. La più probabile delle varie storie è che fosse un soprannome che ha ricevuto dal suo allenatore di football del liceo, a causa delle sue notevoli dimensioni.

Il nome della band cambiò frequentemente, ma iniziarono a sviluppare un discreto seguito regionale a seguito dell'apertura per spettacoli come The Stooges e MC5 di Detroit, così come The Who, Grateful Dead e Janis Joplin.

Dai "capelli" all '"inferno"

Prima che l'artista stabilisse il suo personaggio musicale Meat Loaf, si è unito alla produzione di Los Angeles del musical Hair. Quell'esposizione gli ha fatto ottenere un invito dalla Motown Records a registrare con uno dei suoi compagni di cast, Stoney Murphy. L'album risultante, Stoney and Meatloaf (notare che Meat Loaf è stato identificato come Meatloaf) fu pubblicato nel 1971 e Meat Loaf si trovò in tour per promuovere l'album, aprendo ancora una volta per atti di grandi nomi come Bob Seger, Alice Cooper, Richie Havens e terre rare.

Quel primo album è stato bombardato, ma Meat Loaf aveva ancora i capelli su cui ripiegare, cosa che ha fatto, trasferendosi a New York City e unendosi al cast di produzione di Broadway. Una carriera discografica ancora una volta è passata al dimenticatoio mentre più spettacoli teatrali e un film (The Rocky Horror Picture Show) sono seguiti in rapida successione.

Che i pipistrelli inizino

Nel 1972, Meat Loaf e un amico cantautore, Jim Steinman, avevano iniziato a lavorare su quello che sarebbe poi diventato Bat Out of Hell, l'album che avrebbe trasformato l'aspirante attore in una rock star portatrice di carte. Ma era quasi il 1975 quando Meat Loaf lasciò i riflettori di Broadway per concentrarsi a tempo pieno su una carriera discografica.

Un'etichetta dopo l'altra ha rifiutato Bat Out of Hell perché la musica non si adattava perfettamente a nessuna delle caselle più affermate del settore. Alla fine, Meat Loaf portò le canzoni a Todd Rundgren (sul cui album del 1976, Free-for-All Meat Loaf era il cantante principale in più della metà dei brani dopo che il cantante di Rundgren si era dimesso). a suonare la chitarra solista e ha offerto i servizi di diversi membri della sua band, gli Utopia. Infine, una piccola etichetta indipendente, la Cleveland International Records pubblicò Bat Out of Hell nell'ottobre 1977, cinque anni dopo che Meat Loaf e Steinman iniziarono a lavorarci.

Altri pipistrelli

Si potrebbe dire qui che il resto è storia, e lo è. Per ricapitolare, sono seguiti altri film (oltre tre dozzine) e apparizioni in serie TV (circa due dozzine), insieme ad altri spettacoli teatrali.

E c'erano più album: una dozzina di album in studio in tutto (inclusi altri due nella serie Bats) e cinque album dal vivo selezionati da 21 tour tra il 1977 e il 2012.

Il polpettone è sempre sembrato "così vicino" a un disastro o altro. È sopravvissuto a un incidente automobilistico, a due gambe rotte durante un salto da un palco, a un atterraggio di emergenza nel suo jet privato ea un trauma cranico dopo essere stato colpito da un colpo durante un evento di lancio. Ha l'asma e una condizione cardiaca e negli ultimi anni ha avuto problemi ricorrenti alla sua voce, che hanno portato a un intervento chirurgico per rimuovere una cisti da una corda vocale.

Ma non sembra che niente di tutto ciò lo rallenterà. Nelle stesse parole di Meat Loaf, "Non ho fatto nulla al di fuori del mondo dello spettacolo. Ho avuto degli alti e dei bassi reali, ma amo così tanto il lavoro che non ho mai pensato di smettere".

Discografia del polpettone

Album di studio

  • Stoney & Meatloaf (1971)
  • Bat Out of Hell (1977)
  • Dead Ringer (1981)
  • Mezzanotte al Lost and Found (1983)
  • Cattivo atteggiamento (1984)
  • Blind Before I Stop (1986)
  • Bat Out of Hell II: Back Into Hell (1993)
  • Benvenuti nel vicinato (1995)
  • Non avrei potuto dirlo meglio (2003)
  • Bat Out of Hell III: The Monster is Loose (2006)
  • Hang Cool Teddy Bear (2010)
  • Hell in a Handbasket (2012)

Album dal vivo

  • Live at Wembley (1987)
  • Live Around the World (1996)
  • VH1: Storytellers (1999)
  • Bat Out of Hell: Live with the Melbourne Symphony Orchestra (2004)
  • 3 Bats Live (2007)