9 cose da fare se tua moglie ti tradisce

Quante volte le donne tradiscono? Secondo Bradford Wilcox, Ph.D. il direttore del National Marriage Project presso l'Università della Virginia, il 14 per cento delle donne sposate tradisce. In altre parole, le possibilità che una moglie tradisca sono scarse nonostante quello che potresti leggere su molti siti Internet.

Non sarebbe interessante conoscere le statistiche sulla frequenza con cui le mogli vengono accusate di tradimento rispetto alle statistiche attuali? E c'è da chiedersi, se i mariti fossero più consapevoli della bassa percentuale di mogli che tradiscono, sarebbe più facile fidarsi e lasciar andare i sospetti?

A volte il comportamento di una moglie può indicare un tradimento, solo perché ci sono indicazioni e sospetti, anche se non significa che ci sia un tradimento. Il mio primo consiglio a chiunque non abbia prove definitive di imbroglio è di non lasciarsi sfuggire i sospetti e di non fare accuse di infedeltà a meno che non sia assolutamente sicuro che ci sia un problema da affrontare.

Se sei assolutamente certo che tua moglie stia tradendo:

1. Non fare il maschio alfa sull'altro uomo. Certo, ha invaso il tuo territorio, è intervenuto dove non gli appartiene ma minacce o violenza fisica da parte tua ti porteranno in prigione e spingeranno tua moglie ulteriormente tra le sue braccia. E, come dice un vecchio proverbio, "quando sguazzi con i maiali, aspettati di sporcarti". Tua moglie e l'altro uomo hanno abbassato il loro standard, questo non significa che devi farlo anche tu.

2. Controlla le tue emozioni prima di svelare il suo segreto. Quando scopri l'infedeltà proverai molte emozioni diverse. Temerai di perdere tua moglie, la fine del tuo matrimonio e, naturalmente, la vergogna di sapere che la fiducia coniugale è stata infranta. Se il tuo desiderio è quello di salvare il tuo matrimonio, devi controllare le tue emozioni e affrontare questo problema con calma. Se il tuo desiderio è divorziare, andrai meglio durante il processo di divorzio se non permetti alle tue emozioni di guidare le tue decisioni.

3. Se il tuo desiderio è salvare il tuo matrimonio, ti esorto a parlare con un terapista prima di affrontare tua moglie. Un terapista può aiutarti a elaborare le informazioni e le emozioni e guidarti nei passaggi che devi compiere per salvare il matrimonio.

4. Costruisci un buon sistema di supporto ma non condividere i tuoi problemi coniugali con nessuno che ti ascolti. È importante che tu sappia di non essere solo, di avere un confidente a cui rivolgerti quando le tue emozioni hanno la meglio su di te. Scegli un buon amico o un familiare fidato con cui confidarti, ma non permettere alla tua rabbia di farti spargere la voce a troppe persone. Se sei in grado di salvare il tuo matrimonio, non vuoi che le persone giudichino te o tua moglie. I tuoi problemi coniugali sono affari tuoi; tienilo vicino al petto.

5. Non confrontare la tua situazione con quella degli altri. I matrimoni e gli affari sono unicamente individuali. Ciò che accade nella situazione di qualcun altro non è un riflesso di ciò che accadrà nella tua situazione. Devi sviluppare un piano per il recupero personale e coniugale basato sul tuo matrimonio e sul tuo rapporto con tua moglie.

6. Prenditi cura dei tuoi bisogni emotivi e fisici. Appoggiati al tuo sistema di supporto, parla con un terapista, fai ciò che devi fare per evitare che le tue emozioni ti causino malattie. Segui una dieta equilibrata in modo che lo stress della tua situazione non interferisca con il benessere fisico ottimale. Fai esercizio regolarmente, niente allevia lo stress e allontana la depressione come una normale routine di allenamento.

7. Proteggi i tuoi diritti legali nel caso in cui il tuo matrimonio non sopravviva. Che tu voglia o meno il divorzio, è nel tuo interesse consultare un avvocato divorzista se tua moglie ti tradisce. Non è necessario presentare istanza di divorzio, ma una consulenza con un avvocato divorzista ti aiuterà a comprendere i tuoi diritti legali al divorzio e come proteggere te stesso e qualsiasi patrimonio coniugale se la relazione dovesse significare la fine del tuo matrimonio.

8. Affronta tua moglie riguardo al suo tradimento. È importante avere la prova dell'infedeltà e di tutte le tue papere di fila. Se hai parlato con un terapista e un avvocato divorzista, hai capito bene le tue emozioni, il confronto con tua moglie andrà molto probabilmente a tuo favore.

9. Decidi se restare nel matrimonio o chiedere il divorzio. Se tua moglie si rifiuta di rinunciare alla relazione, hai due scelte. Puoi dargli tempo e vedere se la relazione finisce o puoi chiedere il divorzio e andare avanti con la tua vita. Qualunque cosa tu faccia, è una tua scelta. Non permettere a tua moglie di dettare come scegli di reagire al suo cattivo comportamento. Solo tu sai cos'è e non è un comportamento coniugale accettabile, alla fine, dipende da te cosa puoi e non puoi convivere.