5 motivi per cui il secondo e il terzo matrimonio falliscono

Perché un divorzio può portare al secondo e al terzo divorzio

Immagino che la domanda potrebbe includere il quarto e il quinto matrimonio, ma per me è troppo avanti. E non mi piace quello che dice sugli atteggiamenti nei confronti del matrimonio. Se non riesci a farlo bene la prima, la seconda o la terza volta, potrebbe essere il momento di pensare a lungo e intensamente alla quarta o quinta volta.

Ho scelto di non risposarmi. La scelta non era dovuta alla paura di fallire di nuovo. Mi è semplicemente piaciuto essere single una volta che mi è stata data l'opportunità di provarlo per taglia. Sarò onesto; Non so perché qualcuno che ha divorziato scelga di risposarsi.

Dal momento che lo fanno e le statistiche suggeriscono che i tassi di divorzio sono più alti per coloro che si risposano, vale la pena dare un'occhiata al motivo per cui il secondo e il terzo matrimonio falliscono a un tasso così alto.

Di seguito sono riportati 5 motivi per cui il secondo e il terzo matrimonio falliscono così spesso:

1. Bagaglio: Quando le persone divorziano e non colgono l'opportunità di imparare dal loro divorzio, prendono tutta la loro rozzezza e convinzioni sulle relazioni nel loro prossimo matrimonio. Se sei stato tradito, potresti mettere in dubbio la tua capacità ammaccata di confidare nel nuovo matrimonio. Fa male, bassa autostima, rabbia, tutto deve essere gestito in anticipo se il nuovo matrimonio ha una possibilità.

2. Incolpare il tuo ultimo coniuge per tutti i problemi di quel matrimonio e il divorzio non va bene per i futuri matrimoni. Finché giochi al gioco della colpa, non sei in grado di concentrarti sul ruolo che hai svolto nei problemi del tuo ultimo matrimonio. Se non identifichi e risolvi i problemi di relazione che hai, li porti in ogni relazione che hai.

3. Problemi relativi all'impegno: Urbandictionary.com definisce l'impegno come; "attaccare con qualcosa a lungo dopo che l'umore in cui l'hai detto ti ha lasciato." Alcune persone non hanno la capacità di restare fedeli a un matrimonio una volta che lo "stato d'animo" non è più presente. Qualsiasi segno di guai e balle. Un attributo che assegnerei sicuramente a coloro che si sono sposati quattro o cinque volte.

Viviamo in una società "felice adesso" e quella convinzione che il matrimonio ci porti "felicità" 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX gioca un ruolo enorme nel motivo per cui il secondo e il terzo matrimonio falliscono. 

4. Errore costante: Se incontri qualcuno che ha fallito negli affari, ha fallito le relazioni familiari, è qualcuno che sembra avere una serie di sconfitte lungo un miglio, potresti pensarci due volte prima di sposarlo. Sì, capisco che alcune persone hanno un brutto aspetto o colpi duri nella vita e che non è un difetto di carattere. MA, alcune persone sono vittime per sempre di "circostanze al di fuori del loro controllo". Sono queste persone che passano da un matrimonio all'altro.

5. Correre al matrimonio: È meno probabile che le relazioni di ripresa che finiscono con il matrimonio abbiano successo a meno che la tua relazione non duri due anni o più prima di risposarsi. Gli uomini si sposano troppo in fretta dopo il divorzio perché non amano stare da soli. Le donne si risposano troppo in fretta perché desiderano sicurezza finanziaria. Due pessime ragioni per precipitarsi da un matrimonio all'altro.

Prima di risposarti dopo il divorzio, prenditi del tempo per guarire, conoscere te stesso e venire a patti con il fatto che non hai bisogno del matrimonio per essere felice e soddisfatto. 

Essere soli dopo il divorzio è un ottimo insegnante di lezioni. Imparerai ad apprezzare la tua compagnia. Imparerai nuove abilità relazionali. Imparerai che non HAI BISOGNO di un partner e uscirai e ne troverai uno adatto quando inizi a VOGLIARE un nuovo partner. 

Unire le famiglie: Figliastri, matrigna, patrigno, tutti questi ruoli portano sfide che possono essere difficili da superare. Ci vuole molto lavoro per costruire un legame e la fiducia è una famiglia mista. Alcune persone non sono all'altezza della sfida; alcuni bambini non sono interessati a costruire legami e fiducia con un genitore adottivo.