4 storie scolastiche infestate da paura

Scuole di ogni tipo e in ogni luogo possono essere infestate come case, castelli e campi di battaglia. Forse di più. A volte ci sono leggende di studenti, insegnanti e personale che sono morti lì, forse responsabili dei fantasmi ... ma a volte no.

Ecco quattro storie vere di un asilo nido infestato, una scuola media e un collegio che ti faranno controllare dietro ogni angolo e in ogni corridoio.

Il piccolo fantasma dell'asilo nido che aspetta i genitori

Per diversi anni, CV ha lavorato in una scuola materna e molte volte aveva sentito storie sul fantasma di un bambino che di tanto in tanto appariva lì. Ad esempio, quando un certo numero di bambini aspettava fuori che i genitori li venissero a prendere, si metteva in mezzo a loro, confondendo il personale sul numero di bambini effettivamente presenti.

CV era scettico su queste storie, fino a quando un amico non ha avuto un'esperienza diretta con il piccolo fantasma. In questa particolare notte, CV, un'amica e suo marito erano a scuola per aiutare a organizzare l'asilo per il nuovo anno scolastico. Erano circa le 8 di sera quando il marito entrò da fuori e disse che aveva visto un bambino là fuori. Ha provato a parlargli ma non ha ottenuto risposta. Pensò che fosse il figlio di uno degli altri colleghi e le disse che avrebbe dovuto tenerlo d'occhio perché fuori faceva buio e faceva freddo.

La collega gli ha appena lanciato uno sguardo perplesso e ha detto che non sapeva di cosa stesse parlando. L'uomo guardò verso la porta della stanza sul retro dove il bambino era in piedi a guardarlo, e di nuovo chiese al collega perché avrebbe lasciato che suo figlio corresse fuori al freddo e al buio. Ora un po 'seccata, la collega ha risposto che non aveva portato suo figlio con lei. Quando l'uomo guardò di nuovo verso la porta, il bambino non c'era più.

Qualche tempo dopo, nella scuola è stato installato un sistema di allarme con videosorveglianza. "Un giorno il regista ha chiamato alcuni dei colleghi per dire loro che avevano qualcosa registrato", dice CV. "Avevano effettivamente ripreso le riprese della porta della scuola materna che si apriva molto lentamente ... poi si chiudeva - senza che nessuno fosse lì." L'ora della registrazione erano le 3 del mattino e l'allarme non è mai suonato.

Il cane e il globo alla scuola della locanda dei canguri

Nel 1993, Deb frequentava l'anno 9 in una scuola in una parte remota dell'Australia. Era marzo quando le giornate in Australia si stavano accorciando e il clima si stava facendo più fresco. La classe di Deb e gli studenti dell'anno 8 si stavano godendo un pigiama party a scuola.

La scuola si chiamava Kangaroo Inn, dal nome di alcune antiche rovine che si trovavano nelle vicinanze. "Le pareti di roccia e il telaio di una finestra erano tutto ciò che restava della vecchia locanda, costruita e utilizzata durante la corsa all'oro", dice Deb. "A quanto pare la coppia cinese che gestiva la locanda era stata sepolta da qualche parte sotto la scuola, ma nessuno lo sapeva per certo."

Deb fu incaricata di cucinare, cuocendo salsicce e tortini per il tè. Verso le 6:30, alcuni dei suoi amici scesero per chiedere quanto sarebbe durato il tè. "Mentre stavo cucinando il barbecue", dice, "ho sentito un cane che abbaiava. Non c'erano cani a scuola! Potevo sentire l'abbaiare provenire dall'interno. Stavo per indagare quando un cagnolino - un Jack Russell, Penso che sia saltato fuori dal muro. È corso intorno abbaiando, poi si è diretto verso la stanza degli studi tecnici e ha attraversato quel muro nella stanza. "

Questa non era l'immaginazione di un bambino. Uno degli insegnanti, che stava con i bambini durante la notte, è uscito per trovare il cane che aveva sentito abbaiare. Deb ha detto all'insegnante quello che ha visto, e l'insegnante ha risposto: "Beh, questa scuola dovrebbe essere infestata, ma non da un cane".

Quando sentirono di nuovo l'abbaiare, corsero tutti dall'altra parte dell'edificio degli studi tecnologici. Con loro grande stupore, il cane era in piedi per metà contro il muro e abbaiava. "Non abbiamo potuto vedere la sua coda o le zampe posteriori", ricorda Deb. "Mentre guardavamo, un globo fluttuava fuori dal muro, emettendo una luce verde brillante. Il cane lo seguiva, abbaiando costantemente."

A questo punto, altri tre studenti e un altro insegnante stavano assistendo al fenomeno. Quindi cane e globo volarono in aria e furono persi di vista nel cielo che si oscurava.

"Non ho mai visto niente di simile da allora", dice Deb, "ma alcuni studenti del dodicesimo anno presumibilmente hanno ripreso un video di un globo verde prima - intorno al 12-1988. Inoltre, alcuni insegnanti hanno riferito di essere stati scossi dalle spalle o di aver sentito freddo macchie quando chiudevano a chiave la scuola a tarda notte quando dormivamo o eventi a scuola accadevano dopo l'orario scolastico. Immagino che la mia vecchia scuola fosse infestata, ma qualunque cosa stesse accadendo non ha mai fatto male a nessuno, ci ha solo spaventati.

Il ragazzino nel dormitorio che aveva un passato

Christina frequentava un collegio a Ft. Apache, Arizona, nell'ottobre 2006. Era il suo primo anno a scuola, ma uno dei suoi migliori amici era lì da tre anni e aveva avuto una serie di esperienze spettrali lì.

Ad esempio, un giorno, mentre stava camminando oltre le scale che portavano al secondo piano, ha sentito quello che sembrava un ragazzino che rideva, e poteva sentire i suoi passi salire le scale. Per indagare, salì le scale e guardò in fondo al corridoio, ma non vide nulla. Controllò tutte le stanze al piano di sopra, ma non vide e non sentì nessuno.

Quando l'amica di Christina tornò nella sua camera da letto, guardò nello specchio del comò e vide un ragazzino pallido seduto sul suo letto. Ma quando si voltò, lui non c'era più. Quando Christina entrò nella stanza, la sua amica le raccontò tutto ciò che aveva visto e sentito. Descrisse che la piccola apparizione aveva i capelli biondi, un viso pallido e indossava una camicia a righe e pantaloni blu sbiaditi.

"Le ho creduto", dice Christina. "Volevo vedere questo ragazzo fantasma, quindi mi sedevo in fondo alle scale per circa un'ora ogni giorno. Non ho sentito nulla per circa una settimana, poi ho rinunciato."

Due settimane dopo, tuttavia, Christina ha il suo incontro con il ragazzo fantasma. Una mattina era appena uscita dalla doccia ed era entrata in camera a mettere via shampoo e asciugamano. "Ho aperto l'armadio per appendere l'asciugamano alla porta dell'armadio", dice, "e quando stavo per chiudere la porta, l'ho visto - il bambino esattamente come descritto dalla mia amica".

Christina e il piccolo fantasma si fissarono per un momento, e poi in un batter d'occhio scomparve. "Non l'ho mai più visto", dice Christina. "Sapevo che il dormitorio era un ospedale e c'erano molti malati e morti. Hanno detto che la stanza in cui io e il mio amico ci troviamo è dove un bambino è morto di polmonite".

La suora che fischia

Cate era anche in un collegio quando ha avuto la sua ossessionante esperienza. Era un collegio americano in Inghilterra, un edificio che risale al 1600. Durante il primo anno di Cate alla scuola, il suo dormitorio era sopra una vecchia "rimessa per le carrozze" per i cavalli che era stata costruita vicino all'edificio principale della scuola, una vecchia villa. La rimessa è adiacente a uno strano edificio alto che è anche un dormitorio.

Un tempo nella sua storia, l'edificio era un convento, o monastero, dove un tempo vivevano le suore religiose.

Una notte, Cate si è alzata molto tardi per finire i compiti. Erano circa le 2:30 del mattino e una delle sue coinquiline stava ancora studiando e un'altra si stava preparando per andare a letto. "Mentre stavo organizzando i miei libri, abbiamo sentito improvvisamente dei fischi provenire dalla finestra della nostra stanza", dice Cate. "La finestra dava su un giardino che ci collegava al vecchio edificio del convento. La nostra camera era a quattro piani da terra, e il fischio sembrava provenire direttamente dall'esterno della finestra come se qualcosa aleggiasse lì".

Troppo impauriti per indagare ulteriormente, le tre ragazze si limitarono a sedersi a fissare la finestra, ascoltando i fischi. Dopo pochi istanti si è fermato. "Non c'era vento quella notte", ricorda Cate, "e non avremmo potuto sentire qualcuno che fischiava chiaramente da terra. Inoltre, chi sarebbe uscito alle 2:30 del mattino?"

"Molte storie sono state raccontate che l'edificio del convento è infestato da una suora che si è suicidata secoli fa saltando da una finestra. Era lei quella fuori dalla nostra finestra quella notte, fischiettando? Immagino che non lo sapremo mai."