1980 squadra di hockey olimpica usa roster

Il miracolo sul ghiaccio, quel leggendario colpo di stato della squadra olimpica di hockey del 1980 ai XIII Giochi Invernali - tra coloro che lo hanno assistito, chi potrà mai dimenticarlo? Ecco cosa è successo e un cenno agli atleti che lo hanno reso possibile. 

La storia dietro il miracolo sul ghiaccio

La Guerra Fredda era viva e vegeta nel febbraio 1980 mentre i sovietici combattevano in Afghanistan. Ma le armi furono messe da parte per le Olimpiadi tenutesi a Lake Placid, New York quell'anno, più o meno. Gli Stati Uniti hanno mandato sul ghiaccio un gruppo di studenti universitari, la squadra più giovane di sempre nella storia delle Olimpiadi statunitensi. La squadra dell'Unione Sovietica era composta da atleti professionisti temporaneamente riclassificati come "dilettanti" per il bene dei giochi. Questa squadra dell'URSS aveva completamente messo in imbarazzo gli studenti statunitensi solo poche settimane prima in una partita di esibizione al Madison Square Garden. 

Il match di Lake Placid aveva tutte le caratteristiche di un bagno di sangue, ma la squadra statunitense ha battuto la Russia in questo incontro, privando infine i sovietici della medaglia d'oro che tutti erano così sicuri di ottenere. Ma Miracle on Ice non era in realtà il gioco della medaglia d'oro. Era la prima partita della medaglia. 

Gli americani, i sovietici, la Finlandia e la Svezia sono passati alla fase medaglia in quei giochi. Vincere la partita contro la Russia ha fatto guadagnare due punti agli Stati Uniti, ma non è stato affatto un colpo facile. Le squadre sono state pareggiate 2-2 alla fine del primo periodo. Gli Stati Uniti erano decisamente in gioco, qualcosa che molti "esperti" non avevano mai immaginato possibile. La Russia è andata avanti nel secondo periodo, portandosi in vantaggio per 3-2. Poi i dilettanti statunitensi hanno segnato altri due gol nel terzo periodo per ottenere un vantaggio limitato per 4-3. Hanno resistito per vincere la partita. 

Il sistema a punti e la medaglia d'oro 

Gli Stati Uniti avevano già pareggiato con la Svezia in una partita precedente nel turno, guadagnando un punto. La Russia ha battuto la Finlandia, guadagnando due punti. Poi è arrivato il Miracle on Ice con i giocatori di hockey statunitensi che hanno letteralmente sbalordito il mondo. La vittoria ha dato agli Stati Uniti un totale di tre punti, e la loro sconfitta contro gli americani ha lasciato l'URSS ancora con solo due punti.

Poi i russi hanno battuto la Svezia due giorni dopo, accumulando quattro punti che avrebbero potuto battere gli Stati Uniti se gli americani avessero successivamente perso contro la Finlandia. Una tale perdita degli Stati Uniti avrebbe lasciato la Russia con quattro punti e gli Stati Uniti con tre.

Ma non è successo. Gli Stati Uniti hanno battuto la Finlandia, guadagnando due punti, cinque contro i quattro russi. Gli americani hanno portato a casa la medaglia d'oro. I sovietici hanno ottenuto l'argento.

Jim McVay, che all'epoca ospitava il Wide World of Sports della ABC, definì il trionfo americano del 4-3 Miracle on Ice sui russi "il più grande sconvolgimento nella storia dello sport". E, naturalmente, Al Michaels ha fatto la storia lui stesso quando ha esclamato durante la trasmissione della ABC: "Credi nei miracoli? Sì!" Sports Illustrated ha dichiarato che la vittoria è il momento sportivo più importante del 20 ° secolo. 

Allora chi erano questi ragazzi, i giocatori di hockey americani dilettanti a livello universitario? Ecco i loro nomi, elencati in base alla posizione, all'età nel 1980, alle città di origine e ai college tra parentesi.

portieri

  • Jim Craig, 21
    North Easton, MA (Boston U)
  • Steve Janaszak, 22
    Saint Paul, MN (Minnesota)

Difesa

  • Bill Baker, 22
    Grand Rapids, MN (Minnesota)
  • Dave Christian, 20 anni
    Warroad, MN (North Dakota)
  • Ken Morrow, 22
    Flint, MI (Bowling Green)
  • Jack O'Callahan, 22 anni
    Charlestown, MA (Boston U)
  • Mike Ramsey, 19 anni
    Minneapolis, MN (Minnesota)
  • Bob Suter, 22 Madison, WI (Wisconsin)

Attaccanti

  • Neal Broten, 20
    Roseau, MN (Minnesota)
  • Steve Christoff, 21
    Richfield, MN (Minnesota)
  • Mike Eruzione, 25 (Captain)
    Winthrop, MA (Boston U)
  • John Harrington, 22
    Virginia, MN (Minnesota-Duluth)
  • Mark Johnson, 21
    Madison, WI (Wisconsin)
  • Rob McClanahan, 22
    Saint Paul, MN (Minnesota)
  • Mark Pavelich, 21
    Eveleth, MN (Minnesota-Duluth)
  • Buzz Schneider, gen.
    Babbitt, MN (Minnesota)
  • Dave Silk, 21
    Scituate, MA (Boston U)
  • Eric Strobel, 21
    Rochester, MN (Minnesota)
  • Phil Verchota, 22
    Duluth, MN (Minnesota)
  • Mark Wells 21
    St. Clair Shores, MI (Bowling Green)