10 intriganti misteri di antiche civiltà perdute

Come possiamo sapere chi siamo se non sappiamo da dove veniamo? È chiaro da molti frammenti di prove, tradizioni e tradizioni che abbiamo un quadro incompleto dei primi giorni della civiltà umana. È possibile che intere civiltà, alcune con tecnologia avanzata, siano andate e venute. Per lo meno, la cultura umana va molto più indietro nel tempo di quanto ammetta la storia convenzionale. Ci sono molti misteri nel nostro antico passato, ma potrebbero esserci indizi di quel passato in tutto il mondo sotto forma di città sommerse, strutture antiche, geroglifici criptici, opere d'arte e altro ancora.

Ecco 10 dei pezzi più intriganti del puzzle che è il nostro passato. Sono avvolti nel mistero e con vari gradi di dubbio, ma sono comunque tutti affascinanti.

1. tesori egiziani nel grand canyon

L'edizione del 5 aprile 1909 dell'Arizona Gazette conteneva un articolo intitolato "Esplorazioni nel Grand Canyon: reperti notevoli indicano che antichi popoli migrarono dall'Oriente". Secondo l'articolo, la spedizione è stata finanziata dallo Smithsonian Institute e ha scoperto artefatti che, se verificati, avrebbero resistito alla storia convenzionale. All'interno di una caverna "scavata nella roccia da mani umane" sono state trovate tavolette recanti geroglifici, armi di rame e statue di divinità egizie e mummie.

Anche se molto intrigante, la verità di questa storia è in dubbio semplicemente perché il sito non è mai stato riscoperto. Lo Smithsonian nega ogni conoscenza della scoperta e diverse spedizioni alla ricerca della caverna sono arrivate a mani vuote. L'articolo era solo una bufala?

"Anche se non si può escludere che l'intera storia sia un'elaborata bufala del giornale", scrive il ricercatore / esploratore David Hatcher Childress, "il fatto che fosse in prima pagina, ha nominato la prestigiosa Smithsonian Institution e ha fornito una storia molto dettagliata che è andata su per diverse pagine si presta molto alla sua credibilità. È difficile credere che una storia del genere possa essere uscita dal nulla ".

2. età delle piramidi e della sfinge

La maggior parte degli egittologi ritiene che la Grande Sfinge sull'altopiano di Giza abbia circa 4,500 anni. Ma quel numero è proprio questo: una credenza, una teoria, non un fatto.

Come dice Robert Bauval in "The Age of the Sphinx", "non c'erano iscrizioni - non una sola - né scolpite su un muro né su una stele né scritte sulle folle di papiri" che associ la Sfinge a questo periodo di tempo. Allora quando è stato costruito?

John Anthony West ha sfidato l'età accettata del monumento quando ha notato l'erosione verticale sulla sua base, che potrebbe essere stata causata solo da una lunga esposizione all'acqua sotto forma di forti piogge. In mezzo al deserto? Da dove viene l'acqua? Accade così che questa zona del mondo abbia subito tali piogge circa 10,500 anni fa! Ciò renderebbe la Sfinge più del doppio della sua età attualmente accettata.

Bauval e Graham Hancock hanno calcolato che la Grande Piramide risale probabilmente a circa 10,500 a.C., precedente alla civiltà egizia. Ciò solleva le domande: chi li ha costruiti e perché?

3. linee di nazca

Le famose linee di Nazca si trovano in un deserto a circa 200 miglia a sud di Lima, in Perù. Su una pianura lunga circa 37 miglia e larga un miglio sono incise linee e figure che hanno lasciato perplesso il mondo scientifico sin dalla loro scoperta negli anni '1930. Le linee corrono perfettamente dritte, alcune parallele tra loro, molte si intersecano, facendo sembrare le linee dall'aria come le antiche piste di aeroporti.

Questo ha spinto Erich von Daniken nel suo libro "Chariots of the Gods" a suggerire che fossero in realtà piste per astronavi extraterrestri ... come se avessero bisogno di piste. Più intriganti sono le gigantesche figure di oltre 70 animali scolpiti nel terreno: una scimmia, un ragno, un colibrì e altri. Il puzzle è che queste linee e figure sono di una scala tale da poter essere riconosciute solo da un'altitudine elevata. (Furono riscoperti per caso negli anni '1930 da un aereo in volo). Allora qual è il loro significato?

Alcuni credono di avere uno scopo astronomico, mentre altri pensano che servissero in cerimonie religiose. Una recente teoria suggerisce che le linee portano a fonti di acqua preziosa. La verità è che nessuno lo sa davvero.

4. posizione di atlantide

Ci sono tante teorie sulla vera posizione di Atlantide quante sono le spam nella tua casella di posta elettronica. La leggenda di Atlantide viene da Platone, che nel 370 a.C. scrisse della bellissima e tecnologicamente avanzata isola di dimensioni continentali, ma la sua descrizione della sua posizione era limitata e vaga. Molti, naturalmente, concludono che Atlantide non sia mai esistita veramente ed era solo una favola.

Coloro che pensano che esistesse hanno cercato prove o almeno indizi in quasi ogni angolo del globo. Le famose profezie di Edgar Cayce dicevano che i resti di Atlantide sarebbero stati trovati intorno alle Bermuda, e nel 1969 furono trovate formazioni di pietra geometriche vicino a Bimini che i credenti dissero confermarono la previsione di Cayce. Altre località proposte per Atlantide includono l'Antartide, il Messico, al largo della costa dell'Inghilterra e forse anche al largo della costa di Cuba (vedi sotto). Lo scrittore Alan Alford sostiene che Atlantide non era affatto un'isola, ma piuttosto un pianeta esploso. La controversia e le teorie probabilmente continueranno fino a quando qualcuno non scoprirà un cartello che dice: "Atlantide, pop. 58,234".

5. calendario maya

Ci sono state molte strette di mano sulle presunte profezie del calendario Maya. Forse più persone lo temono di quanto temessero le catastrofi minacciosamente predette dell'anno 2000. Tutto il fretting si basa sulla scoperta che il calendario Maya del "Lungo Computo" termina in una data che corrisponde al nostro 21 dicembre 2012. Che cosa significa questo significare? La fine del mondo attraverso un cataclisma globale o una guerra? L'inizio di una nuova era, una nuova era per l'umanità? Tali profezie hanno una lunga tradizione di non avverarsi. Il 2012 è ovviamente arrivato e finito, ma alcune persone pensano ancora che ci sia qualcosa nella profezia - che il 2012 sia stato solo l'inizio.

6. rovine sottomarine del giappone

Al largo della costa meridionale di Okinawa, in Giappone, a meno di 20-100 piedi d'acqua si trovano strutture enigmatiche che potrebbero essere state costruite da qualche antica civiltà perduta. Gli scettici dicono che le grandi formazioni a più livelli sono probabilmente di origine naturale. "Poi, alla fine dell'estate dell'anno successivo", scrive Frank Joseph in un articolo per Atlantis Rising, "un altro subacqueo nelle acque di Okinawa rimase scioccato nel vedere un massiccio arco o porta di enormi blocchi di pietra splendidamente montati insieme alla maniera della muratura preistorica trovato tra le città Inca dall'altra parte dell'Oceano Pacifico, nelle Ande del Sud America ". Ciò sembra confermare che si tratta di rovine artificiali.

L'architettura comprende quelle che sembrano strade asfaltate e incroci, grandi formazioni simili ad altari, scale che conducono ad ampie piazze e vie processionali sormontate da coppie di imponenti caratteristiche che ricordano piloni. Se è una città sommersa, è enorme. È stato suggerito che potrebbe essere la civiltà perduta di Mu o Lemuria.

7. viaggi nelle americhe

Ci è stato insegnato a tutti che Cristoforo Colombo ha scoperto l'America; quello che intendevano insegnarci, tuttavia, era che Colombo iniziò l'invasione europea ufficiale delle Americhe. La gente aveva "scoperto" il continente molto prima di Colombo, naturalmente. Quelli che sono noti come nativi americani arrivarono qui molti secoli prima di Colombo, e ci sono buone prove che esploratori di altre civiltà abbiano battuto Colombo anche qui. È ampiamente accettato che Leif Erikson abbia navigato con successo verso il Nord America nell'anno 1000.

Molto più strani, sono stati trovati manufatti che suggeriscono che antiche culture esplorarono il continente. Monete e ceramiche greche e romane sono state trovate negli Stati Uniti e in Messico; Statue egiziane di Osis e Osiride sono state trovate in Messico, per non parlare della summenzionata scoperta del Grand Canyon; sono stati trovati anche antichi manufatti ebraici e asiatici. La verità è che sappiamo molto poco delle prime culture lontane.

8. città sommersa al largo di cuba

Nel maggio 2001, un'entusiasmante scoperta è stata fatta da Advanced Digital Communications (ADC), una società canadese che stava mappando il fondo oceanico delle acque territoriali di Cuba. Le letture del sonar hanno rivelato qualcosa di inaspettato e piuttosto sorprendente a 2,200 piedi sotto la superficie: pietre disposte in uno schema geometrico che assomigliava molto alle rovine di una città. "Quello che abbiamo qui è un mistero", ha detto Paul Weinzweig di ADC. "La natura non avrebbe potuto costruire nulla di così simmetrico. Questo non è naturale, ma non sappiamo cosa sia." Una grande città sommersa? Deve essere Atlantide, è stato il suggerimento immediato di molti appassionati.

Il National Geographic ha mostrato un grande interesse per il sito ed è stato coinvolto nelle indagini successive. Nel 2003, un minisub si è tuffato per esplorare le strutture. Paulina Zelitsky di ADC ha detto di aver visto una struttura che "sembra che avrebbe potuto essere un grande centro urbano. Tuttavia, sarebbe del tutto irresponsabile dire cosa fosse prima di avere prove". Sono in arrivo ulteriori esplorazioni.

9. mu o lemuria

Famoso quasi quanto Atlantide è il leggendario mondo perduto di Mu, a volte chiamato Lemuria. Secondo la tradizione di molte isole del Pacifico, Mu era un paradiso tropicale simile all'Eden situato da qualche parte nel Pacifico che affondò, insieme a tutti i suoi splendidi abitanti, migliaia di anni fa. Come Atlantide, è in corso un dibattito sul fatto che sia realmente esistito e, in tal caso, dove. Madame Elena Petrovna Blavatsky, la fondatrice del movimento teosofico nel 1800, credeva che fosse nell'Oceano Indiano. Gli antichi residenti di Mu sono diventati i preferiti dei canalizzatori che portano i loro messaggi illuminati ai tempi presenti.

10. piramidi sottomarine dei caraibi

Uno dei racconti più intriganti sulla scoperta delle rovine di una civiltà perduta è la storia del dottor Ray Brown. Nel 1970, durante un'immersione vicino alle Isole Bari alle Bahamas, il dottor Brown affermò di essersi imbattuto in una piramide "splendente come uno specchio" che, secondo lui, era alta 120 piedi, sebbene potesse vedere solo i 90 piedi superiori. La piramide aveva una pietra di copertura colorata ed era circondata dalle rovine di altri edifici. Nuotando in una camera, trovò un cristallo tenuto da due mani metalliche. Sopra il cristallo pendeva un'asta di ottone dal centro del soffitto, all'estremità della quale c'era una gemma rossa dalle sfaccettature di qualche tipo. Brown ha detto di aver preso il cristallo, che presumibilmente ha strani poteri mistici.

La storia di Brown sembra fittizia: è semplicemente troppo spettacolare. Ma eccita l'immaginazione su tutti i misteri di mondi perduti in attesa di essere riscoperti.